domenica 19 agosto 2018
Flash news:   La città piange la prematura scomparsa di Carmine Parziale, trasferita l’alzata del Pannetto di stasera in chiesa Forte scossa in Molise, avvertita anche in Irpinia “Vie dello shopping”, le Fiamme Gialle sorvegliano i saldi: 16 attività sanzionate di cui 4 ad Atripalda Serie B, l’Atripalda Volleyball ha il suo cecchino: è Nicola Salerno il nuovo opposto Questione stadio e rimborso abbonamenti, Taccone scrive Marinelli e Preziosi si complimentano con De Cesare ma bacchettano il sindaco Ciampi attraverso una nota Stanotte e domani rifacimento della segnaletica orizzontale lungo Via Appia La Calcio Avellino s.s.d. iscritta in Serie D La Green Volley riparte da Vincenzo D’Onofrio: “Impossibile dire no alla competenza della famiglia Matarazzo” Dipendente “infedele” ruba rame dall’azienda dove lavora: denunciato dai Carabinieri

La Villa Comunale intitolata alla memoria di Don Giuseppe Diana

Pubblicato in data: 21/8/2014 alle ore:10:46 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

villa-comunale-ingresso-via-manfredi1La Giunta Comunale ha deliberato in data 12 agosto 2014, su proposta dell’Associazione “Clan Orizzonti, Gruppo Scout Atripalda I”, la intitolazione della Villa Comunale di Piazza Sparavigna alla memoria di Don Giuseppe Diana, parroco ucciso dalla Camorra il 19 marzo 1994 a Casal di Principe (CE). L’intitolazione è dovuta al suo impegno civile e religioso a sostegno dei più deboli e contro la criminalità organizzata. Il suo sacrificio non è stato dimenticato e ricordarlo vuol dire soprattutto testimoniare il suo messaggio di giustizia sociale nelle comunità locali. Alla riapertura delle scuole, auspicando anche la partecipazione dell’associazione Libera molto presente sia sul territorio comunale che provinciale sarà organizzata una pubblica manifestazione nella quale, con il contributo di testimonianze dirette, verrà rievocata la figura di Don Diana.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 Risposte »

  1. non è giusto intitolare a un “religioso” un “bene” pubblico

  2. bravi

  3. Non sono d’accordo.
    Il gruppo scout pensi a fare i campeggi e se vuole fare proposte alla città le faccia sempre considerando la storia di questa città. Se guardiamo fuori, ci sono delle priorità, affinità sociali e culturali, storiche e artistiche.
    E poi, l’amministrazione non può fare queste cose senza attivare un dibattito pubblico. Non stanno cambiando i mobili a casa loro, stanno facendo cose che riguardano 12000 persone ed hanno un interesse pubblico

  4. n.b. : i beni pubblici non dovrebbero essere intitolati a personalità religiose -illustri che siano- per il rispetto della separazione tra lo Stato e la chiesa:- come diceva uno dei fondatori dello stato unitario in cui ci troviamo:- libera chiesa in libero stato:- ogni commistione può essere fonte dell’equivoco:-( sperando di essere stato chiaro:- ?

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it