Flash news:   Visita guidata al torronificio ‘Di Iorio’ per i bambini della scuola di Atripalda Concerto “New Ensemble Toscanini” venerdì 15 dicembre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Al via il cartellone degli eventi “A Natale…Vivi Atripalda” promosso dall’Amministrazione tra pista sul ghiaccio, musica e notti bianche lungo il fiume Sabato. L’assessore Urciuoli: “ventinove iniziative per la città” Rinviato a giudizio l’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Vincenzo Salsano Gli auguri del capogruppo consiliare Paolo Spagnuolo a Raffaele Pipola: lunedì sarà insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Serie C, l’Atripalda Volleyball cade contro i Colli Aminei. Mercoledì torna la Coppa Campania Perseguita la ex e la costringe a un rapporto sessuale: in manette stalker 35enne Partono gli avvisi per gli ambulanti morosi del giovedì e si riaccende il dibattito sul ritorno in piazza Battesimo Ginevra Lombardi, auguri Rinnovo del Forum dei Giovani di Atripalda, fissata l’assemblea per l’elezione del nuovo coordinatore. Il delegato Pesca: “ripartiamo insieme con il giusto entusiasmo”

Cassa integrazione alla clinica Santa Rita, Taccone rassicura: “Tetti di spesa inadeguati, cig fino a dicembre. Fatturiamo 11 milioni di euro, nessun rischio per i 137 lavoratori”

Pubblicato in data: 4/11/2014 alle ore:19:34 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

santa_ritaCassa integrazione alla Casa di cura “Santa Rita” di Atripalda. Da ieri mattina è scattata la cassa integrazione in deroga per i lavoratori della struttura sanitaria privata sita in via Appia ad Atripalda. A darne notizia erano stati i rappresentanti sindacali di categoria Marco D’Acunto (Fp Cgil), Gerardo Capone (Fp Cisl), Romina Iannuzzi (Nursind).
Lo strumento di ammortizzatore sociale, come riferito dal presidente Walter Taccone, durerà fino al 31 dicembre 2014 e coinvolgerà a rotazione, un massimo di 40 lavoratori ognuno per 15 giorni, sui 137 complessivi.
Ormai dal 2009 – spiega a Il Mattino il presidente del CdA Walter Taccone – la clinica Santa Rita regala al sistema sanitario oltre 2 milioni di euro, che noi fatturiamo e l’Asl non ci riconosce. Restiamo infatti ancorati ad un tetto di spesa vecchissimo, risalente al 2008 e privo di rivalutazione di costi e prestazioni“.
La clinica fattura mediamente 11 milioni di euro a fronte di un tetto regionale fissato a 9 milioni. Taccone rassicura: “L’azienda è in difficoltà da quando l’ho acquistata nel 2008, sobbarcandomi 10 milioni di precedenti debiti erariali. Ma non c’è nessun pericolo per il personale“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it