sabato 26 maggio 2018
Flash news:   Non approvano il Rendiconto 2017, il prefetto di Avellino diffida 62 consigli comunali tra cui Atripalda Prosciolto l’ex comandante dei vigili di Atripalda Salsano La Soprintendenza non ha i fondi e a salvare Abellinum dal degrado ci pensano i volontari della Pro Loco. FOTO Autovelox sulla Variante, Sinistra Italiana Atripalda critica le due Amministrazioni Spagnuolo: “finora spesi 100mila euro con entrate pari a zero” La città si stringe attorno a Santa Rita e aspetta “il miracolo”. FOTO Il Circolo di Atripalda ritorna alla Novecolli Serie C, l’Atripalda Volleyball batte Massa in scioltezza e si prepara all’ultima trasferta della stagione Lotta all’evasione tributaria, il Comune avvia un censimento sulle utenze non domestiche per la Tari Sgominata dai Carabinieri pericolosa banda dedita ai furti di auto: oltre 30 quelle rubate La Sidigas Scandone saluta la città

L’Isal dona al Moscati un sollevatore per pazienti con il contributo dei cittadini. FOTO

Pubblicato in data: 12/6/2015 alle ore:23:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

IMG_3116Nella sala consiliare del Comune di Atripalda la donazione da parte dell’Isal all’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino di un sollevatore per pazienti. Un’iniziativa benefica realizzata attraverso libere donazioni di cittadini avellinesi e atripaldesi, dei medici dell’Associazione Nazionale Dentisti italiani nonché dai soci dell’Isal stessa. Il sollevatore per pazienti, dal costo di circa 1.700 euro, è stato simbolicamente donato nella sala consiliare del Comune di Atripalda a testimonianza dell’impegno profuso anche dall’ente nella raccolta di solidarietà promossa dall’associazione a partire dallo scorso Natele nasce «dalla presa visione di una difficoltà a livello ospedaliero nel mobilizzare pazienti disabili o terminali allettati, spesso con pieghe da decubito, per i quali anche il semplice movimento provoca dolore – spiega il medico anestesista del Moscati nonché presidente Isal Avellino Gaetano Bernardi -. A questo si aggiunge anche lo sforzo fisico del personale sanitario che va incontro a problemi lombari che spesso li costringono ad assentarsi dal lavoro». La Città Ospedaliera, dunque, a partire dalla prossima settimana, quando lo strumento sarà portato nella struttura diretta dal dottor Giuseppe Rosato, potrà contare su un aiuto in più: «L’associazione fin dalla sua origine, lo scorso anno ha avuto il supporto dell’Azienda Ospedaliere – aggiunge – per questo ringrazio il direttore Rosato per la sua grande sensibilità nei confronti dei pazienti e dei cittadini bisognosi». L’appello dell’Isal è rivolto a tutti: «Siamo aperti a chiunque voglia dare un contributo economico ma anche di idee da realizzare – prosegue il presidente accanto al suo vice Carmine Soricelli – sia cittadini che associazioni, in modo da cercare di raggiungere nuovi risultati a favore dei più bisognosi». Come di consuetudine anche quest’anno l’Isal parteciperà alla «Giornata Cento Città contro il dolore», in programma il 3 ottobre: «Il dottor Berardi è un esempio per tutti perché ha inteso la sua professione di medico come missione volta a curare i pazienti – interviene il sindaco Paolo Spagnuolo -. Ringrazio i cittadini che sono i veri artefici di questa iniziativa di generosità e senso civico, lo stesso senso civico che ha consentito alla Città di Atripalda di avere pochi giorni fa il riconoscimento per i Comuni Ricicloni». Di qui la volontà di supportare in futuro iniziative del genere: «il lavoro di questa associazione ha consentito di acquistare una strumentazione utile ad alleviare il dolore di chi soffre, come Amministrazione saremo sempre disponibili ad assecondare tali iniziative». L’associazione si occupa sia di aspetti didattici e formativi attraverso la realizzazione di corsi, eventi, congressi medico scientifico rivolti al personale sanitario in collaborazione con l’Azienda Moscati. Parallelamente viene curato anche l’aspetto informativo e divulgativo di carattere scientifico: «attraverso una pubblicazione trimestrale e il nostro sito web siamo in contatto con cittadini e pazienti in modo da rispondere a quesiti e domande». Presente anche Carmine Soricelli vice presidente Isal: «Grazie al contributo dei cittadini e dell’amministrazione abbiamo concluso con successo la raccolta fondi avviata a Natale riuscendo a comprare questo attrezzo per malati. Siamo qui proprio perché l’amministrazione è stata partecipe, grazie a tutti». A benedire il sollevatore l’ambasciatore di pace Cristian: «Una benedizione che non va all’oggetto ma alle persone, ai medici che si adoperano per il sollievo di chi soffre».
IMG_3106

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it