Flash news:   Lotta all’evasione tributaria, il Comune avvia un censimento sulle utenze non domestiche per la Tari Sgominata dai Carabinieri pericolosa banda dedita ai furti di auto: oltre 30 quelle rubate La Sidigas Scandone saluta la città Stasera al via la XII edizione del “Memorial Simone Casillo” Si ferma ai quarti di finale play off la stagione della Sidigas Avellino Costerà oltre 26mila euro la nuova installazione dell’autovelox sulla Variante 7bis Vittoria con il cuore a Terni: l’Avellino è salvo “Ambiente Territorio Salute”, tavola rotonda nel ricordo di Biagio Venezia domani al liceo atripaldese Nasce “Diver-T9”, la manifestazione per ricordare Tosco Alberto Matarazzo. Domani la I edizione Alla Sidigas Scandone Avellino non riesce il colpo esterno in Gara3

Rimozione eternit in via Pianodardine, il sindaco emette l’ordinanza ma Del Mauro attacca sui ritardi

Pubblicato in data: 7/8/2015 alle ore:11:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Ex capannoni Gasparini eternitPaura eternit, il sindaco ordina la rimozione della copertura dell’opificio industriale di contrada Valleverde ma Fi attacca sui ritardi.
Il primo cittadino Paolo Spagnuolo, a seguito di numerosi segnalazioni e quella del Comando di polizia municipale «con la quale veniva evidenziato – si legge nel provvedimento – lo stato di pessima conservazione delle coperture in Eternit dei capannoni ubicati alla via Pianodardine di proprietà della società Ingino spa», ex Gasparini, ha firmato nei giorni scorsi l’ordinanza di rimozione delle lastre di eternit contenenti amianto, in quanto il mantenimento in sito delle stesse potrebbe causare rischi alla salute.
M a il capogruppo consiliare di Fi, Massimiliano Del Mauro, non lesina critiche si ritardi nell’adottare il provvedimento. «Già durante l’Amministrazione Laurenzano presentai delle interrogazioni sulla questione eternit  – denuncia Del Mauro – però non ho avuto grande soddisfazione. Le stesse interrogazioni le ho riproposte in questa consiliatura sull’opificio industriale. Ora finalmente, anche se in ritardo, qualcosa si sta muovendo. Da qua però ad utilizzare tono trionfali ce ne passa visto che finora alle mie denunce l’Amministrazione ha fatto orecchie da mercante e vorrei capire oggi il perché hanno fatto finta di niente, penalizzando la salute dei cittadini. Forse solo perché se la denuncia viene da un consigliere dell’opposizione non vien e ascoltata. Come Fi abbiamo dato vita tempo fa anche ad una campagna di denuncia con manifesti in cui sollevammo, per primi in consiglio, anche la questione dell’Isochimica che in linea d’aria è più vicina al centro di Atripalda che a quello di Avellino».
L’azienda ora ha 60 giorni di tempo, dalla data di notifica,  per ottemperare all’ordinanza, consentendo al titolare di presentare «avverso la presente ordinanza ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte». Un errore che fa presumere ad un copia ed incolla uscito male visto che quello competente è il Tar di Salerno. «Perché mai dovrei rivolgermi al Tar del Piemonte – conclude Del Mauro –. Un refuso di un copia ed incolla».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 Risposte »

  1. Caro Del Mauro il sindaco è corso ai ripari dopo una video denuncia del sito impresadiretta dove chi di dovere a preso è messo agli atti i video.
    Visto che ci tieni tanto alla salute dei cittadini perché non hai denunciato il fatto la prima volta che hai fatto presente la cosa?
    Per quanto riguarda il copia e incolla sempre impresadiretta ha sollevato la questione.
    Se proprio ci tieni vai a vedere la delibere per il Farm market anche lì c’è un errore che parla della provincia di Trento e Bolzano

  2. LA RIMOZIONE DELLE LAMIERE DOVREBBE AVVENIRE SECONDO NOI NON DAL DI SOPRA MA MEGLIO DA SOTTO ALTRIMENTI SI CORRE IL RISCKIO CHE TALUNO POTREBBE CADERE MORENDO IL CHE SAREBBE PIU GRAVE CHE NON TOGLIERLE PER NULLA

  3. A ME QUELLE LASTRE SEMBRAVANO DI QUALCHE ALTRA COSA PIUTTOSTO CHE DI ETERNIT SE E’ ETERNIT E’ LOGICO CHE ANDREBBERO RIMOSSE PRIMA CHE SI POLVERIZZANO PENA GRAVI MALATTIE A VOLTE ANCHE MORTALI

  4. Finalmente un’amministrazione che interviene su problemi che esistono dagli anni 80 almeno. Perchè gli altri Sindaci non hanno fatto nulla per far rimuovere questo materiale? Complimenti a questa amministrazione.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it