" class="thickbox">
  
Flash news:   Amministrative 2017, oggi dinanzi al Tar di Salerno si discute il ricorso presentato da “Noi Atripalda” Peppino di Capri ad Atripalda suona al pianoforte per i 50 anni del dottore Sabino Aquino e incanta tutti gli invitati. FOTO Riqualificata la facciata di Palazzo di Città. Il sindaco: “mai vista così bella”. Messa in sicurezza la chiesa del Carmine, don Ranieri: “ora aiuto dai fedeli”. FOTO Novellino: «tre punti meritati» Lupi corsari a Novara per la prima vittoria esterna: finisce 1-2 Sposi Luigi Galluccio e Anna Guadagno, auguri Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Al via la 25° edizione del Torneo ‘Vito Lepore’

Coppa Italia, l’ Avellino eliminato dal Palermo. I rosanero vincono 2 a 1

Pubblicato in data: 15/8/2015 alle ore:23:16 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

trotta golIl Palermo batte l’Avellino e passa il terzo turno di coppa Italia. Ai biancoverdi non riesce l’impresa pur disputando una bella partita e ha fatto sudare i rosanero soprattutto in avvio di riprese. Avellino in campo con la formazione annunciata con Zito che gioca dal primo minuto e in avanti con la coppia Trotta – Tavano supportati dal trequartista Sumarè. A centrocampo Gavazzi, Arini e Zito e in difesa davanti a Frattali da destra a sinistra Nitriansky, Biraschi, Rea, Visconti. Ottimo primo tempo dell’Avellino a livello difensivo che riesce a tornare negli spogliatoi sullo 0 a 0. Dal punto di vista offensivo poche le occasioni create dai lupi che a parte un tiro da fuori di Arini e qualche cross pericoloso non ha saputo impensierire la retroguardia rosanero. Il Palermo dal suo canto è stato fermato dalla buona prova dei centrocampisti irpini che arretrando hanno protetto la retroguardia biancoverde e costretto i rosanero a giocare sulla fasce. Infatti intorno alla mezzora proprio da quella fascia c’è l’azione più importante per i padroni di casa che con un tiro di Rigoni colpiscono il palo dopo una deviazione di Rea. Molto attento Frattali che compie un paio di interventi che danno serenità ai compagni del reparto difensivo. Partono bene i lupi all’inizio del secondo tempo. Infatti i biancoverdi sorprendono il Palermo con Trotta che con una grande giocata colpisce la parte alta della traversa a portiere battuto. poi è Sumarè che mette al centro ma il Palermo riesce a liberare. Ma poi è Frattali che compie un miracolo su un tiro dal limite dei rosanero. Iachini cerca di cambiare inserendo lo svedese Quaison e i risultati si vedono con Rigoni che di tacco mette in rete battendo Frattali con Zito che tiene in gioco il centrocampista rosanero. Tesser cerca di correre ai ripari inserendo Jiday per Zito. Al 12′ è Belotti che mette paura ai lupi ma sbaglia di testa da sottomisura graziando Frattali. Ma Trotta non ci sta e porta i lupi al pareggio, in sospetto fuorigioco, in spaccata gonfiando la rete. Ma la retroguardia dell’Avellino compie amnesie fatali e Quaison ne approfitta riportando in vantaggio il Palermo dopo solo due minuti il pareggio dei lupi. Tesser inserisce Mokulu al posto di Trotta. L’Avellino cerca di portarsi in avanti ma è il Palermo che rischia il tris con Vasquez. Mokulu si fa male alla spalla e al suo posto entra Pozzebon. Laazar mette paura i lupi che colpisce in pieno la traversa. Poi fino alla fine succedono poche cose. Il Palermo vince meritatamente e passa il turno e nel quarto turno affronterà l’Alessandria. I lupi escono a testa alta ma hanno qualcosa da registrare soprattutto in difesa.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it