Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Furto nella notte di Ferragosto al tabacchi-edicola Eligio Romano, indagano i Carabinieri

Pubblicato in data: 17/8/2015 alle ore:01:06 • Categoria: CronacaStampa Articolo

IMG_3145Hanno agito nella notte spaccando le serrande e le vetrate del negozio “Eligio Romano” di via Manfredi-Pianodardine per ripulirlo del tutto. Quattro stranieri, forse presumibilmente di nazionalità rumena, incappucciati e con i guanti, da veri e propri professionisti, in pochi minuti, intorno alla quattro di ieri notte, hanno portato via tantissimi articoli e prodotti dagli scaffali del grande negozio ubicato nei pressi del cimitero e dell’imbocco con la Variante Settebis. Nell’azione hanno riposto la refurtiva in dei grossi contenitori di resina scura lasciando l’esercizio commerciale sottosopra. Una vera e propria devastazione in grande stile, con ingenti danni tra scaffali e vetrate rotte.
Il colpo messo a segno nei confronti del tabacchi-edicola gestito dal giovane imprenditore Marco Romano è stato posto in essere con una rapidità e una violenza inaudita. Nell’asportare sigarette, gratta e vinci, ricariche telefoniche e tanto altro ancora hanno lasciato i locali del negozio in uno scenario da far west, quello che è apparso agli occhi del giovane titolare che il giorno dopo stenta ancora a credere quanto accaduto.
«Hanno buttato giù tutto, lasciando un macello – racconta Marco Romano che ha assistito da casa in diretta al colpo attraverso il sistema di videosorveglianza di cui è dotato il negozio e che ha proittato le immagini su di un monitor – Non appena è suonato l’allarme dalle telecamere li ho visti in azione. Erano incappucciati e con i guanti, forse per non lasciare impronte. Hanno agito senza avere paura di nulla, sotto lo sguardo di alcuni residenti che al suono dell’allarme si sono affacciati dai balconi per capire cosa stesse accadendo».
A nulla è servito il tempestivo intervento della Cosmopol collegata con il sistema d’allarme dell’accorsato negozio di via Manfredi, dei carabinieri della locale stazione e del Comando provinciale di Avellino, che indagano per dare un volto agli autori. I ladri sono sfrecciati via a bordo di una potente Audi A6 di colore scuro, risultata rubata. Forte l’amarezza dei titolari. I danni sono ancora in corso di quantificazione.
«Hanno agito in pochi minuti dopo ave manomesso l’allarme e la serranda richiamando così l’attenzione di alcuni residenti. Nonostante ciò hanno proseguito il colpo distruggendo tutto e fregandosene di tutti – prosegue il proprietario -. C’è amarezza, sta divenendo troppo difficile fare quest’attività. Sono scoraggiato, non lo nascondo. Si lavora tanto dalle sei di mattina soprattutto in questo periodo di crisi economica ma nonostante tutto stamani ci siamo rimboccati le maniche e andiamo avanti».
Quelli di ieri è solo l’ultimo in ordine di tempo, di una sequenza di colpi messi a segno ai danni di rivenditori di tabacchi della provincia, che unitamente ai distributori di benzina, sono diventate le “mete” preferite dei malintenzionati di turno.

IMG_3146

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it