Flash news:   Giullarte, un successo senza precedenti: in migliaia al centro storico di Capo La Torre. FOTO “L’aggregazione sociale è ancora possibile?”: venerdì dibattito pubblico Gestione Sprar, accolto il ricorso in autotutela della Misericordia. Il presidente Vincenzo Aquino: “motivo di soddisfazione, puntiamo a favorire un’effettiva integrazione dei migranti” Si vivono momenti di apprensione per la scomparsa di Francesco Pio Graziani: “La squadra ha saputo reagire” Seconda vittoria consecutiva per la Calcio Avellino Ssd Gran finale questa sera nel centro storico per la XIXesima edizione di “Giullarte” Atripalda di nuovo al centro di un caso di allontanamento, “Chi l’ha Visto?” sulle tracce di Francesco Pio Stasera “la Festa dei Folli” a Giullarte, ieri il taglio del nastro. FOTO Festeggiamenti San Sabino, in migliaia al concerto di Masini. Tantissimi fedeli alla messa e processione per il Patrono. FOTO

Addio al forestale clochard Giulio Palermo Vitale, il cordoglio dei colleghi operai della Provincia

Pubblicato in data: 24/11/2015 alle ore:21:07 • Categoria: CronacaStampa Articolo

imageSi è spento ad Atripalda consumato dal dolore Giulio Palermo Vitale. Un veterano della forestazione, uomo apprezzato e stimato che da qualche anno, a causa del mancato pagamento del salario, viveva in strada come un clochard. Lo ricordano con infinito affetto gli operai forestali della Provincia di Avellino che portano alla ribalta il dramma di Giulio per fare un appello alle istituzioni e chiedere, per l’ennesima volta, attenzione sulla loro drammatica situazione.
“Siamo addolorati per la prematura scomparsa del nostro collega Giulio – hanno spiegato gli operai della Provincia – Chiediamo alle istituzioni di non sottovalutare il dramma che ha vissuto quest’uomo che in più occasioni ha chiesto a voce alta attenzione. Attenzione su di un problema che riguarda decine di famiglie. Giulio era uno di noi che, proprio a causa del mancato pagamento dello stipendio, aveva già da tempo cominciato a vivere in strada, senza una fissa dimora. Facciamo appello al presidente della Provincia Gambacorta e al Presidente della Regione De Luca affinché diano una svolta concreta e definitiva al Settore della forestazione in Campania. – spiegano gli operai – I politici troppo spesso dimenticano che dietro le richieste che si fanno nel corso di scioperi, assemblee ed incontri, ci sono persone umane che la crisi economica sta consumando. Chiediamo che siano posti dei rimedi immediati affinché non si assista più ad episodi del genere. Il collega Giulio era un grande lavoratore, uno dei più anziani, che ha pagato con la propria vita la disattenzione degli amministratori, l’incuria verso operai che non chiedono altro che il pagamento delle proprie spettanze. Non dimentichiamo che negli anni passati un collega si è tolto la vita proprio perché non riusciva più ad arrivare a fine mese. Questi episodi devono far riflettere chi è al governo della Provincia e della Regione. Non possiamo essere abbandonati. Presidente Gambacorta, Presidente De Luca, quanti forestali dovranno ancora morire per veder riconosciuti i nostri diritti?”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 Risposte »

  1. KE GUAIO NESSUNO AVEVA AIUTATO

  2. Ho capito chi era lo conoscevo di vista mi dispiace che non cè piu sentite condoglianze

  3. Servizi sociali KO, OUT, buoni solo quando chiedono fondi, altri fondi, fondi ancora ancora ancora e per questo quello, vergognatevi TUTTI indistintamente, potevate indirizzarlo alla CARITAS avrebbe di sicuro trovato amorevole accoglienza, un pasto, un tetto, se non pure le cure del caso. Sarà la crisi, la mancanza di lavoro, ma un MINIMO DI SOPRAVVIVENZA NON SI DOVREBBE NEGARE A NESSUNO !!!!! forse era troppo orgoglioso x chiedere ma dall’altro anche una strafottuta INDIFFERENZA DI TUTTI COLORO CHE POTEVANO FARE anche un piccolo gesto, un’opera PIA.
    MI DOMANDO chissà quanti GIULIO PALERMO VITALE stanno x fare la stessa fine tra l’indifferenza di chi può fare qualcosa. UN PAESE CIVILE SI CLASSIFICAANCHE DA QUESTI ACCADIMENTI. DALLA FOTO SI LEGGE TUTTA LA SOFFERENZA PATITA DA QUESTO POVERO CRISTO, quando è stata scattata la foto non vi siete accorti di cosa accadeva?… CHISSA’ COME POTUTO CAPITARE AD ATRIPALDA, e non è la prima volta , tra l’indifferenza umanoide, COSI’ ATTENTA A PROBLEMI SOCIALI POI. MI SA’ CHE X QUESTE SITUAZIONI CI VOGLIONO ALTRI FONDI. volete essere votati!!! 0000000000000000

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it