domenica 22 luglio 2018
Flash news:   Anziana cade in casa in via Serino: soccorsa dai Vigili del Fuoco Taccone: “Presenteremo subito ricorso. Ai tifosi dico di stare sereni” La Figc esclude l’Avellino dal prossimo campionato di serie B Telecamere in Comune, il Prc attacca: “inquietante vicenda che presenta qualcosa di stonato, irritante e arrogante” Tirone avvia l’elaborazione dell’ottavo Libro sulla storia del “Torneo Calcistico Stracittadino” Il gruppo consiliare “Noi Atripalda” avvia una petizione per incrementare la raccolta dell’umido Atripalda Volleyball ultimato l’iter per l’iscrizione in B Nazionale. Il 28 luglio si conoscerà la composizione dei gironi Costa d’Amalfi Night Ride: il Circolo c’è Avellino in bilico, la serie B a rischio. Covisoc: si decide venerdì Sinistra Italiana Atripalda all’attacco sul sociale: “solo passerelle dell’Amministrazione”

Gare d’appalto truccate per lavori di manutenzione scolastica: tra gli edifici coinvolti anche il liceo De Caprariis

Pubblicato in data: 1/12/2015 alle ore:13:35 • Categoria: CronacaStampa Articolo

IMG_7740Anche il Liceo Scientifico “V. De Caprariis” di Atripalda (foto) tra gli edifici scolastici interessati da lavori di manutenzione la cui gara d’appalto è stata oggetto di turbativa d’asta. Questa mattina il Comandante della Guardia di Finanza di Avellino, Antonio Mancazzo, ha spiegato nel dettaglio quanto emerso dall’operazione, ancora in corso, denominata High School.
In pratica le 6 persone coinvolte e destinatarie di ordinanze cautelari sceglievano a quale azienda far vincere le gare d’appalto per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici concordando il ribasso da presentare in fase d’asta poi, con la compiacenza di un funzionario della Provincia di Avellino, applicavano maggiorazioni alle gare generando ricavi illeciti.

A finire agli arresti domiciliari Roberto Buonaiuto di 60 anni funzionario tecnico, responsabile per l’edilizia scolastica dell’Ente Provincia di Avellino coinvolto insieme a 5 imprenditori irpini, di cui uno avellinese, per i quali a vario titolo sono stati notificati obbligo di dimora, divieto di esercitare attività e divieti di dimora.

liceo-scientifico-atripalda“L’indagine che ha portato all’emissione e all’esecuzione delle misure cautelari riguardano due filoni d’inchiesta. La turbativa d’asta, in quanto è stato accertato che era in atto un sistema tra società che tra di loro si accordavano sulle percentuali di ribasso da applicare sulle gare d’appalto in modo da farla vincere al soggetto prescelto – commenta il comandante provinciale della Guardia di Finanza Antonio Mancazzo – L’altro filone riguarda le pubbliche forniture, a seguito di aggiudicazione dell’appalto venivano versate somme maggiori rispetto alle opere eseguite, tutto questo attraverso un articolato sistema di frode che vedeva al centro l’attività del funzionario della Provincia di Avellino in concorso con gli imprenditori”.

Le indagini sono ancora in corso, gli indagati saranno ascoltati nelle prossime ore e non è escluso che ci siano altre persone coinvolte “Al momento abbiamo riscontrato che il funzionario agiva in piena autonomia, vedremo nel proseguio delle indagini – ha proseguito Mancazzo nella conferenza stampa tenuta questa mattina”.

L’affidamento di appalti di gare pubbliche indette dalla Provincia di Avellino e dalla Comunità Montana “Partenio/Valle di Lauro” per un valore complessivo di oltre 400.000 euro sotto la lente di ingrandimento della Procura.

In particolare sono stati riscontrate maggiorazioni per i lavori eseguiti presso: l’Istituto tecnico di Grottaminarda, dove per un appalto di 149mila è stata riscontrata una maggiorazione di 43mila euro; L’Ipssar di Ariano Irpino per il quale è stato riscontrata una maggiorazione di 15mila euro rispetto all’aggiudicazione dell’appalto; il Liceo artistico di Avellino De Luca, maggiorazione di 12mila euro; il Liceo scientifico De Caprariis di Atripalda dove la maggiorazione riscontra risulta essere di 35mila euro.

Il filone investigativo che ha portato all’arresto di Buonaiuto, ha consentito di accertare un giro di frode nella pubbliche forniture per mezzo della redazione di false attestazioni e contabilizzazioni. In particolare, i legali rappresentanti delle imprese coinvolti nella vicenda, avvalendosi dei falsi in atto pubblico del predetto funzionario in ordine allo stato dei lavori, hanno fatto risultare come effettivamente fornite opere e cose in realtà mai realizzate e messe a disposizione in relazione a lavori di adeguamento, manutenzione (straordinaria e ordinaria) e costruzione di strutture ad uso scolastico della Provincia di Avellino.

I militari questa mattina hanno eseguito anche una perquisizione domiciliare a casa di Buonaiuto dove hanno trovato ulteriori documenti riferiti ad una gara di appalto sempre sull’edilizia scolastica, ancora da espletare e per la quale con ogni probabilità si stava “studiando” un’altra frode.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it