Flash news:   Controlli agli esercizi commerciali: denunciato un cinese ad Atripalda e maxi-sanzione per il lavoro irregolare Green Volley, la prima vittoria stagionale è targata Under 14. Mister Troncone: “Non ci poniamo limiti” Amdos, domenica visite gratuite all’Asl per la prevenzione del tumore al seno Serie D, la Green Volley The Marcello’s muove la classifica: conquistato il primo punto Sinistra Italiana, il segretario nazionale Nicola Fratoianni lunedì ad Atripalda Paura per il presidente della Provincia Gambacorta colto da infarto. Operato, ora sta meglio Smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi di origine agricola, protocollata al Comune la petizione del M5S Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: 42enne in manette Taccone: “Ferullo non ha accettato il ruolo di amministratore unico” Estremismo islamico, la deputata Souad Sbai al convegno di PrimaveraIrpinia: «L’Italia è vulnerabile perché abbiamo sottovalutato la gravità della fratellanza mussulmana legata al jihadismo. L’Europa ha rinunciato alle sue radici e qualcuno le ha rimpiazzate». FOTO

L’Atripalda Volley ringrazia quanti sono stati vicini in questo tragico momento. Squadra affidata a Carlo Famoso

Pubblicato in data: 23/2/2016 alle ore:17:03 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

Olimpica_Atripalda_10La società dell’ASD Atripalda Volleyball nella persona del presidente Angelo Spica desidera ringraziare tutte le persone, le società del comitato provinciale e regionale che le sono state vicine in questo momento così tragico e inaspettato. Tanti sono stati gli attestati di vicinanza e solidarietà espressi sia con la presenza personale che tramite telegrammi, messaggi ed email. Alberto era stato scelto dalla società per avviare un progetto di rilancio per la pallavolo ad Atripalda e proprio lui era riuscito a creare quell’ambiente speciale sia tra i giocatori che tra le persone che affollavano il palazzetto durante le partite grazie alla sua passione per questo sport, la sua disponibilità, la sua cordialità, il suo saper coinvolgere tutti e soprattutto il suo amore verso chi gli stava vicino. Sarà difficile ora per tutti entrare in quella palestra e non vedere quel volto sorridente e pieno di passione su quella panchina ma adesso è il momento di rialzarsi come proprio lui avrebbe detto : “Perché vi fermate se siete caduti? Rialzatevi”. E proprio per questo con il ricordo indelebile di Alberto in fondo al cuore la squadra biancoverde stasera riprenderà alle ore 20 e 30 gli allenamenti nella palestra Adamo agli ordini di mister Carlo Famoso, prima secondo di Alberto Matarazzo. Nei giorni scorsi il mister ha accettato l’invito accolto dalla società e condiviso dalla squadra di prendere il comando del timone. Stasera si ritroveranno in palestra gli atleti che cercheranno di mettere in campo la passione e la pallavolo che metteva Alberto sia negli allenamenti che nelle partite con la voglia e la consapevolezza di combattere sempre facendo in modo che l’ultimo pallone cada sempre nel campo avversario. Un pensiero affettuoso e sincero va al fratello e capitano della squadra Alessandro e alla famiglia tutta che sta mostrando una grande forza ed essendo di esempio agli altri. “Mi prendo eredità molto grande – commenta Carlo Famoso – ho accettato con rammarico ma con piacere la proposta della società non per sostituire Alberto ma per continuare il suo progetto con l’aiuto della società e della squadra. Speriamo che la rosa si completi al più presto e l’obbiettivo è sempre quello di raggiungere un posto di classifica più alto possibile in vista dei play – off.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it