Flash news:   Scomparsa Alessandro Lazzerini, questo pomeriggio i funerali dell’ingegnere. Il cordoglio del sindaco di Atripalda Salvaguardia e tutela dell’ambiente, parte il progetto “Aurora” Addio al presidente onorario dei costruttori irpini Alessandro Lazzerini. Il cordoglio dell’Ance Autovelox sulla Variante, il sindaco difende la bontà della scelta: «convinti di aver effettuato tutte le procedure in modo corretto, continuerà a funzionare lì dov’è» Salvatore Antonacci si dimette da capogruppo della maggioranza dopo la mancata elezione alla Provincia. Giovedì resa dei conti in Consiglio Arresto del Capo dell’Ispettorato del Lavoro, la difesa di Gerardo Capaldo: «Nessun illecito, si farà chiarezza» Il Comune incassa un finanziamento da 260mila euro per la progettazione definitiva della scuola Primaria “Mazzetti” Corruzione in cambio dell’assunzione del figlio ingegnere: arrestato Capo dell’Ispettorato del Lavoro. Sequestrati due milioni di euro a due Spa “Progetto Gaia”, l’ex sindaco chiede lumi e denuncia: «i volontari svolgono mansioni che esulano dalle finalità del progetto, trattando anche dati sensibili» Vucinic: “è stata una partita dura”

Casalinga di Atripalda assolta, non truffò l’assicurazione

Pubblicato in data: 22/6/2016 alle ore:12:40 • Categoria: CronacaStampa Articolo

martellotribunaleNon truffò l’assicurazione. Lo ha dichiarato il Tribunale davanti al quale una donna di Atripalda, G.R., di 38 anni era stata trascinata dalla compagnia di assicurazione.
La donna ha vissuto un calvario dal 2014: era stata condannata a un anno e sei mesi di reclusione e al risarcimento all’Allianz Assicurazioni come stabilito da un altro giudice milanese. La donna era stata accusata di truffa ai danni dell’assicurazione. Il processo ruota intorno ad un incidente stradale.
La difesa della casalinga affidata all’avvocato Rolando Iorio.
I funzionari dell’assicurazione erano riusciti a scoprire che l’incidente non era mai accaduto. Il legale è riuscito a dimostrare che la donna non aveva mai dato mandato ad un avvocato di chiedere il risarcimento né aveva mai consegnato certificanti riguardanti la salute dei due bambini che sarebbe rimasti feriti.
Nonostante il Procuratore generale avesse chiesto la conferma della sentenza di primo grado, l’avvocato è risuscito a far assolvere la donna che era stata denunciata dalla compagnia di assicurazione e condannata in primo grado.
La donna è stata assolta dalla Corte di Appello di Milano, 4 Sezione Penale, ed è potuta ritornare così sollevata a contrada Alvanite.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it