alpadesa
alpadesa
  
Flash news:   I lupi si impongono per 6-1 contro la Lupa Roma Lutto nel mondo della politica irpina: è morto l’ex presidente del Consiglio Regionale Pietro Foglia Dolore e lacrime per la prematura scomparsa di Emilia Lepore: stamattina i funerali Domani sera inaugurazione del Christmas Park in piazza Umberto Eventi di Natale, l’associazione Cambia-Menti: “l’Amministrazione dimentica alcune associazioni sul territorio” Così non va – indumenti abbandonati fuori dai cassonetti, proteste Franco Da Dalt è un nuovo tesserato della Calcio Avellino SSD “Natale in Abbazia”: mercatini, villaggio di babbo natale, visite guidate, concerti e laboratori al Palazzo Abbaziale di Loreto a Mercogliano Torna il Pino Irpino, tour di tre giorni nelle piazze della provincia Chiude la filiale della Banca d’Italia ad Avellino

Incendio autodemolizione Urciuoli, svolta nelle indagini: fermato un 47enne di Mercogliano che bruciava sterpaglie

Pubblicato in data: 13/7/2016 alle ore:16:58 • Categoria: CronacaStampa Articolo

DCIM100MEDIADJI_0075.JPGA meno di 24 ore dallo spaventoso incendio che si è propagato nella serata di ieri nell’autodemolizioni Urciuoli arrivano i primi risultati dalle indagini coinvolte dai carabinieri. Gli uomini del comando provinciale dei carabinieri, insieme ai vigili del fuoco, stamani si sono recati sul luogo dell’incendio e hanno fermato un 47enne che nella serata di ieri stava bruciando delle sterpaglie nella sua campagna che si trovava a ridosso dell’autodemolizione. Addirittura, secondo le prime informazioni, l’uomo avrebbe usato liquido infiammabile. Quindi questa si fa largo l’ipotesi dell’incendio di natura accidentale e non dolosa, come si era paventato nelle prime ore a seguito dell’incendio. Intanto sempre questa mattina sul posto si è recato il titolare dell’autodemolizione Antonio Urciuoli che aveva escluso l’ipotesi dell’autocombustione. La zona colpita dall’incendio come documentato dalle immagini di Luca Grafner, è quella posteriore, in fondo all’area di 27mila metri quadri “dove le auto vengono bonificate al loro arrivo. L’appello dell’imprenditore atripaldese è rivolto  alle autorità giudiziarie: “Facciano presto, ci sono 20 persone che rischiano il lavoro se non possiamo riprendere l’attività”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it