Flash news:   Riqualificazione del fiume Sabato, “Noi Atripalda” denuncia: “la copertura della recinzione ostruisce la visibilità degli automobilisti” Il Comitato Appia incalza l’Amministrazione di Geppino Spagnuolo sulle problematiche del quartiere. FOTO Debutto internazionale a Cracovia per la XXVI Edizione de “I Luoghi della Musica” Auguri ai promessi sposi Antonio Paolantonio e Martina Labruna Reati ambientali, il Gip convalida il sequestro di un centro ecologico di rottamazione ad Atripalda Scontro in Consiglio sulla presunta incompatibilità dell’assessore Stefania Urciuoli che assicura: “non c’è”. FOTO Stasera in Consiglio comunale approda il Rendiconto 2017. Al centro del dibattito il caso dell’assessore Urciuoli Autovelox sulla Variante, postazione attiva da sabato 16 Giugno Prodotti pericolosi venduti in un negozio cinese di Atripalda, sequestrati 500mila oggetti Sidigas, De Cesare e Alberani presentano il nuovo coach Nenad Vucinic

Incendio al centro autodemolizioni Urciuoli, mast’Antonio perdona l’autore del rogo e fa la conta dei danni: “ci risolleveremo anche stavolta”

Pubblicato in data: 14/7/2016 alle ore:18:13 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Mast'Antonio Urciuoli nello scasso incendiatoE’ sconsolato, ma non si arrende. Dopo il riconoscimento dell’autore del rogo, che due giorni fa ha distrutto il suo deposito, Antonio Urciuoli fa la conta degli ingenti danni subiti. “Chi ha causato tutto questo, lo conosco. E’ una brava persona, mi dispiace veramente – dichiara ai microfoni di Telenostra -. Stamattina era qui in lacrime a scusarsi. Ma pure lui h commesso un errore: se avesse avvertito subito i pompieri e noi, forse tutto questo si sarebbe potuto evitare. Invece se ne andato”. Quasi perdona l’autore dell’incendio che ha distrutto centinaia di vetture ammassate nel deposito. L’uomo nel suo fondo agricolo a ridosso del deposito ha acceso le stoppie e cumuli di foglie del suo noccioleto dai quali si sono sprigionate poi le fiamme che martedì sera hanno causato l’inferno nel deposito sulla Variante. Ma l’innesco è sfuggito al 47enne, un operaio residente a Mercogliano, che invece di chiedere aiuto e avvertire i vigili del fuoco è scappato via a bordo della sua auto. L’uomo è stato incastrato dalle telecamere della videosorveglianza in dotazione al deposito. In poche ore è stato così identificato e denunciato dai Carabinieri. L’uomo dovrà rispondere di incendio colposo e se i risultati dell’Arpac riveleranno l’inquinamento nella zona, anche di disastro colposo.
Nonostante la beffa subita. L’incendio, infatti, essendo colposo, non prevede il risarcimento da parte dell’assicurazione. Ma Antonio Urciuoli è uomo tenace, dalla dignità infinita. “Dieci anni fa – spiega – ci fu un incendio simile, anzi, peggiore. Poi ci siamo rialzati e abbiamo continuato. Ci siamo ripresi tre volte. Faremo lo stesso anche stavolta. Sarà dura, ma non molliamo di certo”. Rassicurazioni anche per i venti operai che lavoravano al deposito. Mast’Antonio è sicuro che il radicamento ottenuto sul territorio dalla sua attività, permetterà di preservare il loro lavoro: ” anche se forse dovremo ricorrere alla cassa integrazione per un periodo perché qui è tutto bloccato”.
L’area infatti, circa 27 mila quadrati,  è stata in parte sottoposta a sequestro dalla Procura di Avellino.
Il figlio Daniele Urciuoli invece replica alle critiche subite e dichiara: ” la nostra è un’attività a norma. qusto lo dico ai miei vicini, che possono stare tranquilli”.
Incendio centro demolizioni Urciuoli

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. EVVIVA IL CAVALIERE SIETE GRANDE DOVRETE INGRANDIRVI ANCORA DI PIU’!

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it