domenica 22 luglio 2018
Flash news:   Taccone: “Presenteremo subito ricorso. Ai tifosi dico di stare sereni” La Figc esclude l’Avellino dal prossimo campionato di serie B Telecamere in Comune, il Prc attacca: “inquietante vicenda che presenta qualcosa di stonato, irritante e arrogante” Tirone avvia l’elaborazione dell’ottavo Libro sulla storia del “Torneo Calcistico Stracittadino” Il gruppo consiliare “Noi Atripalda” avvia una petizione per incrementare la raccolta dell’umido Atripalda Volleyball ultimato l’iter per l’iscrizione in B Nazionale. Il 28 luglio si conoscerà la composizione dei gironi Costa d’Amalfi Night Ride: il Circolo c’è Avellino in bilico, la serie B a rischio. Covisoc: si decide venerdì Sinistra Italiana Atripalda all’attacco sul sociale: “solo passerelle dell’Amministrazione” Compleanno Giusy Festa, gli auguri della famiglia

Addio al celibato ad Amsterdam, sposo di Avellino in manette

Pubblicato in data: 29/8/2016 alle ore:15:38 • Categoria: CronacaStampa Articolo

AMSTERDAMPoteva avere un finale davvero drammatico la festa di addio al celibato che 11 giovani, tutti di Avellino ed Atripalda, di età compresa tra i 25 e i 30 anni, avevano organizzato ad Amsterdam per un loro amico prossimo alle nozze. La vicenda si è verificata l’ultimo giorno di permanenza in Olanda. Nell’ultima passeggiata fatta nel centro della città, uno dei ragazzi irpini è stato fermato in un negozio con della merce appena trafugata. A incastrare il ventunenne le telecamere di sicurezza installate nel negozio. Immediata la chiamata da parte del gestore dell’attività commerciale alle forze di polizia che hanno arrestato il giovane avellinese. Il tutto dinanzi agli occhi sbalorditi degli altri undici amici che, nonostante il tentativo di mediazione con il gestore del negozio per pagare l’importo (poche decine di euro) della merce rubata. Amaro quindi il rientro per il futuro sposo e per gli altri 10 ragazzi che abbandonavano il suolo olandese lasciandovi l’autore della “bravata”. A questo punto, il legale di fiducia del ventunenne, l’avvocato Rolando Iorio, è andato in Olanda dove, allertata l’ambasciata italiana, è riuscito ad avere un primo confronto con gli organi inquirenti olandesi. Il ragazzo è stato di lì a poco scarcerato riuscendo a far rientro in Italia. Davanti al Tribunale di Amsterdam il giovane irpino è stato condannato ad una pena pecuniaria.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Salve, primo: non è lo sposo che è stato arrestato come detto nel titolo… secondo: il ragazzo è stato arrestato per un misero accendino da 2 euro… terzo: il ragazzo è stato rilasciato direttamente in serata prima di parlare con i legali e quindi non grazie all’avvocato il quale non si è mai recato in olanda.
    Grazie dell’attenzione e cercate di fare meglio il vostro lavoro

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it