Flash news:   Scomparsa Alessandro Lazzerini, questo pomeriggio i funerali dell’ingegnere. Il cordoglio del sindaco di Atripalda Salvaguardia e tutela dell’ambiente, parte il progetto “Aurora” Addio al presidente onorario dei costruttori irpini Alessandro Lazzerini. Il cordoglio dell’Ance Autovelox sulla Variante, il sindaco difende la bontà della scelta: «convinti di aver effettuato tutte le procedure in modo corretto, continuerà a funzionare lì dov’è» Salvatore Antonacci si dimette da capogruppo della maggioranza dopo la mancata elezione alla Provincia. Giovedì resa dei conti in Consiglio Arresto del Capo dell’Ispettorato del Lavoro, la difesa di Gerardo Capaldo: «Nessun illecito, si farà chiarezza» Il Comune incassa un finanziamento da 260mila euro per la progettazione definitiva della scuola Primaria “Mazzetti” Corruzione in cambio dell’assunzione del figlio ingegnere: arrestato Capo dell’Ispettorato del Lavoro. Sequestrati due milioni di euro a due Spa “Progetto Gaia”, l’ex sindaco chiede lumi e denuncia: «i volontari svolgono mansioni che esulano dalle finalità del progetto, trattando anche dati sensibili» Vucinic: “è stata una partita dura”

Acque inquinate a Solofra, il Fatto pubblica intercettazioni tra Vignola e De Luca: pressioni per far rimuovere lo scomodo comandante atripaldese dei Carabinieri

Pubblicato in data: 6/10/2016 alle ore:08:47 • Categoria: CronacaStampa Articolo

guarino-friscuolo-e-de-lucaViene tirata in ballo, seppure a sua totale insaputa, finanche il Ministro della Difesa Roberta Pinotti nelle intercettazioni pubblicate ieri da Il Fatto Quotidiano in merito all’inchiesta aperta dal Procuratore Rosario Cantelmo sull’inquinamento delle acque a Solofra. Un’indagine avviata anche grazie al lavoro del comandante della locale Stazione dei Carabinieri, l’atripaldese Giuseppe Friscuolo.
Gli intercettati sono il sindaco Pd di Solofra Michele Vignola e l’ex senatore dem, attuale presidente dell’osservatorio sulla gestione rifiuti in Campania, Enzo De Luca.
Nell’articolo a firma di Vincenzo Iurillo, vengono riportate alcune delle telefonate intercorse tra i due e captate sull’utenza messa sotto controllo dagli inquirenti del sindaco Vignola, indagato nell’ambito dell’inchiesta aperta per la presenza di tetracloroetilene nei pozzi della città della concia.
La prima delle quattro conversazioni riportate da Il Fatto è del 26 marzo 2014. Il sindaco chiama l’ex senatore «Poi quell’altra cosa, mi stai facendo pigliare collera… una cosa che non ti posso parlare per telefono…”. De Luca: “Io tutto quello che potevo fare l’ho fatto…”. Vignola insiste: “Mah… e no… possiamo andare a Roma… al ministero della Difesa…”. De Luca ribatte: “Ho capito… devo parlare con quella madonna… devo parlare con Roberta”. Vignola: “Me la devi fare questa cosa qua… me la devi chiudere… questa è una cosa personale… che ti sto chiedendo”.
Il comandante Friscuolo è al suo posto e la stessa Procura ritiene che l’ex senatore De Luca non abbia mai parlato del caso al ministro della difesa, dalla quale dipendono i Carabinieri.
Ma per la Procura quelle telefonate rappresentano comunque indizi fondamentali per provare le manovre di Vignola per far trasferire lo scomodo carabiniere. Indagini che secondo la Procura danno fastidio a un sindaco che “più che preoccuparsi della contaminazione della falda idropotabile del suo Comune, sia preso essenzialmente dal problema di non scontentare il potente ceto dei conciatori solofrani, costituente il suo bacino elettorale”.

E proprio quando avviene il sequestro di ben due pozzi a Solofra, si registrano nuove telefonate. De Luca chiama Vignola il 31 marzo 2014 e lo tranquillizza su un imminente incontro con la Pinotti. L’11 aprile nuova telefonata, De Luca è certo “Ho fatto quella cosa… l’ho fatta al massimo livello… dovrebbe andare in porto… anche tranquillamente… quindi volevo tranquillizzarti su questo… e martedì forse vado di nuovo… detto questo, poi ci possiamo vedere in questi giorni…”. Il sindaco chiede addirittura di sapere la tempistica del trasferimento di Friscuolo e De Luca lo rassicura “Gli ho detto di fare una cosa immediatamente… di intervenire fortemente e senza mezzi termini… e poiché la il capogruppo… tra l’altro con il Generale… e quella (la Pinotti, ndr) tiene proprio rapporti diretti… ehhh che ti devo dire…”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Sempre e solo loro, esponenti del PD ma la gente non vuole capire che chi si candida sotto questo simbolo non deve essere votato. Questo simbolo sembra essere un ricettacolo di delinquenti

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it