Flash news:   Atripalda Volleyball buona la prima, pari al test con il Marcianise Emerge amianto nel fiume Sabato, stop ai lavori di riqualificazione ambientale e apre il cantiere per la bonifica e rimozione dell’eternit Festival internazionale di artisti di strada “Giullarte”: in Irpinia rivive la magia di Notre Dame de Paris Primo giorno di scuola ieri per gli alunni dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” Amatori della Bici tra agonismo e nuovi progetti Avellino, parte la prevendita per la gara di Coppa contro il Nola Giullarte 2018, questa sera in Comune riunione con i commercianti per iniziative promozionali Chiusura Primaria Mazzetti, Sinistra Italiana Atripalda attacca: “decisione presa in ritardo. Solo una furbata per evitare la fuga degli iscritti?” Sidigas, la prima di campionato al Palacarrara di Pistoia Esordio con poker per la Calcio Avellino SSD

Nuova scossa di terremoto in Centro Italia, trema anche l’Irpinia

Pubblicato in data: 30/10/2016 alle ore:11:05 • Categoria: CronacaStampa Articolo

terremoto-sismografoNuova fortissima scossa di terremoto questa mattina alle 7,40 in tutto il Centro Italia e anche in Irpinia.

Secondo i primi dati si tratta di un sisma di magnitudo 6.5 e profondità 10 km con epicentro tra Marche e Umbria, nella zona già duramente colpita dagli eventi del 24 agosto e di questa settimana.

Il terremoto è stato avvertito distintamente in tutto il centro Italia, con gente in strada a Roma ma anche ad Avellino e in provincia come ad Atripalda.

Dal capoluogo giungono decine di testimonianze di persone che abitando ai piani alti di palazzi sono state svegliate dalla forte scossa. “Si muoveva il lampadario – racconta una prof -. Abito al quarto piano ed è stato forte. Che spavento. Anche mio fratello che abita in un’altra zona di Avellino l’ha sentita”.

Le località prossime all’epicentro, spiega la Protezione civile, sono nuovamente Castelsantangelo, Norcia e Preci.

Il terremoto di magnitudo 6.5 con epicentro vicino a Norcia, in Umbria, è il più violento degli ultimi decenni in Italia. Quello del Friuli del 1976 fu di magnitudo 6.4. La scossa principale dell’Aquila del 2009 fu di 5.8. Il sisma di Umbria e Marche del 1997 di 6.1. Stessa entità per quello del Belice del 1968. Solo in Irpinia, nel 1980, la magnitudo fu del 6.5, pari a quella odierna, e causò 280mila sfollati, 8.848 feriti e 2.914 morti.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it