Flash news:   Cgil, Maurizio Landini nuovo segretario generale Affidata la verifica di vulnerabilità sismica, la progettazione definitiva ed esecutiva per i lavori di ristrutturazione della scuola elementare “Mazzetti”. Interventi e determine per altri plessi La Sidigas Avellino cede al Banvit per 96-88 Lino Banfi nella commissione Unesco per l’Italia nominato da Di Maio Reddito di cittadinanza e Quota 100 per le pensioni, le novità del decreto del Governo Conte Abuso di alcol durante la movida, allarme per i minori Ermete Green Volley Marcello il derby è tuo: stesa la Wessica Avellino 3 a 0 Stasera la proiezione del cortometraggio “Andare” dà il via alla cine-rassegna “Agguattiti” La bellezza dello Specus Martyrum e di Abellinum in mondovisione su Rai 1. Foto “Per un pugno di Libri”, gli alunni del liceo “De Caprariis” hanno vinto la puntata su Rai3

Nuova scossa di terremoto in Centro Italia, trema anche l’Irpinia

Pubblicato in data: 30/10/2016 alle ore:11:05 • Categoria: CronacaStampa Articolo

terremoto-sismografoNuova fortissima scossa di terremoto questa mattina alle 7,40 in tutto il Centro Italia e anche in Irpinia.

Secondo i primi dati si tratta di un sisma di magnitudo 6.5 e profondità 10 km con epicentro tra Marche e Umbria, nella zona già duramente colpita dagli eventi del 24 agosto e di questa settimana.

Il terremoto è stato avvertito distintamente in tutto il centro Italia, con gente in strada a Roma ma anche ad Avellino e in provincia come ad Atripalda.

Dal capoluogo giungono decine di testimonianze di persone che abitando ai piani alti di palazzi sono state svegliate dalla forte scossa. “Si muoveva il lampadario – racconta una prof -. Abito al quarto piano ed è stato forte. Che spavento. Anche mio fratello che abita in un’altra zona di Avellino l’ha sentita”.

Le località prossime all’epicentro, spiega la Protezione civile, sono nuovamente Castelsantangelo, Norcia e Preci.

Il terremoto di magnitudo 6.5 con epicentro vicino a Norcia, in Umbria, è il più violento degli ultimi decenni in Italia. Quello del Friuli del 1976 fu di magnitudo 6.4. La scossa principale dell’Aquila del 2009 fu di 5.8. Il sisma di Umbria e Marche del 1997 di 6.1. Stessa entità per quello del Belice del 1968. Solo in Irpinia, nel 1980, la magnitudo fu del 6.5, pari a quella odierna, e causò 280mila sfollati, 8.848 feriti e 2.914 morti.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Statistiche Mercoglianonews.it