domenica 18 febbraio 2018
Flash news:   Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento. Il Troisi ha deciso di non comparire dinanzi al collegio, senza giustificato motivo. Testimoni non ascoltati da ambo le parti perché ritenuti superflui» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili” Condanna assessore Troisi, parla il difensore Chieffo: «Antonio si proclama innocente. E’ una sentenza di primo grado e siamo pronti a ricorrere in appello. C’è stata gestione frettolosa del dibattimento, sentenza che non condividiamo in nessun passaggio». L’invito del sindaco: «La questione è delicata e privata e merita cautela da parte di tutti. Eventuali valutazioni verranno fatte a mente fredda e successivamente» Torna in azione la banda delle sigarette: colpo al Bar Tabacchi di Michele Capossela. Il sindaco: “massima fiducia nell’operato delle forze dell’ordine” Violenza sessuale, condannato a 2 anni l’assessore Troisi

Champions League: Sidigas batte Mega Leks per 85-61. FOTO

Pubblicato in data: 8/12/2016 alle ore:07:03 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

sidigas-mega-leksInizia bene il girone di ritorno della Basketball Champions League per la Sidigas Scandone Avellino. I biancoverdi battono 85-61 Mega Leks confermandosi al primo posto in classifica. Buona la prova di tutta la squadra. Ottime le prestazioni di Thomas che segna 19 punti e di Cusin che mette a referto 11 punti catturando anche 9 rimbalzi. Una nota di merito va a Parlato che entra nell’ultimo minuto e segna 5 punti di fila. Il numero 57 biancoverde è il primo irpino a segnare in una competizione europea. Ora, però, testa alla prima di tre trasferte consecutive. Nel “Monday Night” la Sidigas affronterà Cantù dell’ex Acker, palla a due alle 20.30.

E’ subito Avellino che imposta il proprio ritmo. I biancoverdi sono molto aggressivi in difesa e corrono molto bene in contropiede con Obasohan, Leunen piazza la tripla e Cusin segna dalla media distanza, (8-3). Il Mega Leks segna da dentro l’area con Tejic, ma Ragland ruba palla a Milisavljevic e in contropiede realizza due punti che costringono il coach ospite al time out, (10-5). I serbi tentano una reazione con Glogovac che realizza da tre, Cusin segna e subisce fallo mentre Thomas ne mette due in penetrazione, (16-10). Dopo una tripla di Glogovac, entra Fesenko che subito segna da dentro l’area. Ragland realizza in penetrazione, ed ancora Fesenko dalla lunetta fa 1/2 ed Avellino va +6 al 10’ (21-15).

sidigas-mega-leks-1E’ Randolph ad aprire il quarto con bel canestro dalla media distanza. Mega Leks tenta una reazione con Spasojevic e Milisavljevic, che segna da sotto e Sacripanti chiama time out, (23-19). Spasojevic segna ancora portando a -2 i serbi. Sale in cattedra Cusin, che prima stoppa il solito Spasojevic lanciando in contropiede Leunen, e subito dopo mette la schiacciata che costringe Milisavljevic al time out, (29-21). Obasohan segna in contropiede schiacciando, Thomas in sospensione sulla sirena. Alley – oop Green-Cusin la Sidigas va a +8, (35-27). Dopo due liberi del numero 12 biancoverde, Mushidi sulla sirena segna la tripla del – 4 all’intervallo lungo, (37-33).

Al ritorno in campo, la Sidigas è aggressiva in difesa. Thomas segna da sotto, Ragland in penetrazione e Randolph da tre (44-36). Mega Leks non trova più la via del canestro e Ragland, prima converte un gioco da tre punti, e poi fa 2/2 dalla lunetta. Randolph in penetrazione dà il +15 alla Sidigas, (51-36). Gli ospiti provano a scuotersi con Glogovac e Simeunovic che piazza la tripla, entra Fesenko e subito da sotto realizza e riporta Avellino sul +12, (53-41). Dopo un canestro di Obasohan, è Fesenko a segnare appoggiando al tabellone. Randolph ruba palla e poi segna in penetrazione, portando la Sidigas sul +16 a fine terzo quarto, (59-43).

sidigas-mega-leks2L’ultima frazione si apre con Thomas e Green che segnano da tre e con Obasohan che fa 1/2 dalla linea della carità. I serbi segnano solo con Simeunovic dalla lunga distanza, (66-48). Thomas segna subisce fallo e realizza il libero aggiuntivo, Severini segna entrambi i liberi. Gli ospiti cercano di rientrare in partita con un miniparziale di Spasojevic e Simeunovic ma, Thomas in sospensione la ricaccia indietro, (73-58). Cinque punti consecutivi di Thomas portano sul +20 la Sidigas, Sacripanti mette in campo Parlato ed Esposito, i due biancoverdi rispondono subito presente. Il primo mette cinque punti in un amen, il secondo chiude la contesa in penetrazione e la Sidigas batte Mega Leks 85-61.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it