" class="thickbox">
  
Flash news:   Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Riparte l’autunno politico di Primavera Irpinia Atripalda “Luigi Sessa e l’avventura americana”, nota di Lello La Sala Clementino con la sua energia travolge Atripalda: bagno di folla per il suo rap in piazza Umberto. FOTO Prima giornata ecologica “Atripalda si Differenzia” sabato 30 settembre “Il Fuoco e la Cenere”, Giullarte nel racconto di Gabriele De Masi “Fai scendere i tuoi figli che li devo uccidere”: assolto pluripregiudicato atripaldese Dal 22 al 24 settembre ritorna Giullarte: magia e illusione per la XVIII edizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada e Antichi Mestieri Novellino: «vedo il bicchiere pieno» L’Avellino strappa il pari in extremis contro il Venezia con D’Angelo. FOTO

I rumors di una possibile candidatura di Tuccia agitano le acque nella maggioranza: il gruppo consiliare “Uniti per Atripalda” chiede al sindaco un chiarimento politico. Parla il capogruppo Pascarosa

Pubblicato in data: 19/1/2017 alle ore:10:31 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

I rumors di una possibile candidatura a sindaco del vice di Spagnuolo, il democrat Luigi Tuccia, agitano le acquedestabilizza la maggioranza a Palazzo di città.
Il gruppo consiliare “Uniti per Atripalda” composto dal capogruppo Flavio Pascarosa, dagli assessori  all’Ambiente Antonio Prezioso e al Bilancio Mimmo Landi nonché dal delegato ai Lavori Pubblici Lello Barbarisi, gruppo di riferimento e di fedelissimi del primo cittadino, ha chiesto al sindaco di convocare un incontro urgente di maggioranza. Un tavolo intorno al quale si siedano tutte le componenti che sorreggono l’Amministrazione, il gruppo Pd (4 consiglieri) e lo stesso Uniti per Atripalda (4 consiglieri) per un chiarimento politico.
«In relazione alle ultime notizie apparse sulla stampa di una possibile candidatura a sindaco di Luigi Tuccia abbiamo chiesto una riunione di maggioranza nella quale vogliamo un chiarimento in merito – annuncia il capogruppo consiliare di “Uniti per Atripalda” e delegato  al Contenzioso e Marketing cittadino,l’avvocato Flavio Pascarosa -.  Vogliamo dei chiarimenti rispetto a possibili alleanze del Pd con partiti in cui noi non ci riconosciamo».
Il riferimento senza dirlo è all’Udc che giorni fa ha avuto un bilaterale con il gruppo dirigente cittadino del Pd  per sondare la possibilità di un eventuale accordo in vista delle comunali. Un accordo ancora lontano tuttavia visto che la posizione dell’Udc è chiara ed è stata più volte ribadita: pronti a dialogare con tutte le forze politiche che vogliono segnare una discontinuità amministrativa con Spagnuolo. Per cui per ora le porte sembrano sbarrate per una possibile candidatura a sindaco del vicesindaco democrat Luigi Tuccia, dameliano doc, che forte del successo registrato alle elezioni provinciali come primo degli eletti della lista Pd, potrebbe essere il candidato a sindaco chiamato a sfidare Paolo Spagnuolo sul cui nome potrebbe stringersi un accordo tra il presidente della Regione Campania, la democrat Rosetta D’Amelio e il presidente dell’Udc Ciriaco De Mita. Lo scudocrociato, dopo lo strappo con l’Amministrazione Spagnuolo, da mesi ha avviato un tavolo di discussione con tutte le forze politiche alternative per dar vita ad un listone che punterebbe a candidare a sindaco il consigliere uscente Geppino Spagnuolo.
L’incontro chiarificatore dovrebbe tenersi mercoledì 25 gennaio, un giorno prima del Consiglio comunale convocato da Spagnuolo, in modo da consentire il rientro in città del vicesindaco Tuccia fuori fino al 23. Un consiglio comunale molto atteso che dovrebbe trattare i punti rinviati nelle ultime riunioni del parlamentino, quando la maggioranza è finita in parità con le opposizioni nelle votazioni (8 ad 8).
«Al sindaco chiederemo di verificare – prosegue il capogruppo Pascarosa – se esistono ancora le condizioni di un’eventuale alleanza con il Pd, fermo restando la nostra solidarietà e la nostra fedeltà sia al sindaco che all’amministrazione. La nostra lealtà nei confronti del Pd, tengo a ribadirlo, si è tradotta nel pieno appoggio e sostegno al vicesindaco Tuccia in occasione del rinnovo del consiglio provinciale».
L’assessore al Bilancio Landi avrebbe proposto l’opportunità di sospendere la convocazione del consiglio comunale fino a quando non sia avvenga un chiarimento in maggioranza rispetto alle ultime notizie giornalistiche.
Sul versante del centrodestra invece in movimento anche il consigliere comunale d’opposizione Vincenzo Moschella, già consigliere provinciale, che sta lavorando alla composizione di una civica da lui capeggiata.  

Print Friendly

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 Risposte »

  1. Iativenne TUTT’ a casa.

  2. di che vi lamentate questo e il ringraziamento del vice sindaco sostenuto in due occasioni da voi al consiglio provinciale,chi me sti mari sti pisci piglia.egr,sig Sindaco questo ti meriti per averlo sempre accontentato e difeso.

  3. Alle Provinciali avete trombato Moschella che ha fatto bene a prendere le distanze, due vostri assessori hanno promesso il voto a Foglia alle provinciali e non l hanno dato, tutti a votare Tuccia alle provinciali e il ringraziamento è la lista a candidato Sindaco.

  4. Penso che il prossimo Sindaco di Atripalda, debba essere una personalità di ALTO SPESSORE.

  5. Moschella….questo sconosciuto….

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it