Flash news:   Presenza di ratti alla scuola media di via Pianodardine, l’interrogazione di “Noi Atripalda” Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, il dipendente Walter Innaccone rassegna le dimissioni: “Me ne vado perché mia cognata deve essere messa in grado di lavorare per l’amministrazione e il bene del paese senza che ci siano illazioni. Contro la sentenza ricorrerò in appello”. FOTO Amministrative 2017, lunedì sera Consiglio Comunale d’insediamento Borse di studio in ricordo della professoressa Anna Maria Pennella, tante emozioni alla cerimonia di consegna nella Sala consiliare. FOTO Fiume Sabato, arrivano i fondi per la riqualificazione Questo weekend in scena la VI° edizione di “Children’s Day” Amministrative 2017, ieri sera prima riunione di Giunta. Il sindaco Spagnuolo: «fondamentale è lavorare di squadra. Nel tempo ci saranno aggiustamenti ed eventuali rotazioni per aumentare l’efficienza» Alzata del pannetto per la festa della Madonna del Carmelo Amministrative 2017, nota di Lello La Sala (Piazza Grande): “Archiviata una campagna elettorale opaca e velenosa” Amministrative 2017, ecco tutte le deleghe assegnate dal sindaco

La gioia di Atripalda alla notizia del ritrovamento dei due giovani sciatori. Il sindaco:”Un abbraccio da parte di tutta la comunità ai due ragazzi e alle loro famiglie”

Pubblicato in data: 23/1/2017 alle ore:10:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo

La notizia del salvataggio dei due giovani sciatori atripaldesi si è subito diffusa rapidamente su Facebook raccogliendo la gioia e risollevando gli animi della due famiglie, molto conosciute in città, e degli amici che hanno vissuto interminabili ore in apprensione per loro. 

“Stamattina (ieri ndr.) la comunità si è svegliata con il cuore in gola – commenta il sindaco Paolo Spagnuolo -. Ciascun cittadino atripaldese ha rivolto un pensiero ai due ragazzi: chi ha pregato, chi ha sperato, chi (come me) è stato in contatto con vigili del fuoco e  il comando di polizia municipale di Atripalda. Quando stamattina presto il comandante dei vigili Giannetta mi ha chiamato per comunicarmi l’entrata in azione dell’elicottero, ho tirato un sospiro di sollievo, consapevole che le ricerche sarebbe stare agevolate. Il momento più commovente per me è stata la telefonata ricevuta da Marco, un amico fraterno mio e dei due ragazzi. Con la voce singhiozzante e con l’affanno, Marco mi ha detto: Pa’ trovati! una vita insieme abbiamo trascorso. Grazie ai vigili del fuoco, alle forze dell’ordine coinvolte, agli amici presenti sul posto, ed al comandante Giannetta con il quale sono stato in costante contatto. Un abbraccio da parte di tutta la comunità ai due ragazzi e alle loro famiglie”.
Nico Iannaccone, con studi universitari in America, è il figlio del presidente di Associa Gerardo, titolare del bar Le Cliquot mentre Alfredo Cucciniello è il figlio del ragioniere del Comune, Sabino.

“Abbiamo pregato il Signore affinché venissero ritrovati salvi – racconta il parroco della chiesa madre Don Fabio Mauriello, molto amico della famiglia Iannaccone -. Stamattina ho sentito a telefono Gerardo, il papà di Nico. Era una persona distrutta ma felice per la notizia del ritrovamento. Con le lacrime mi ha raccontato che ieri sera ha cercato una chiesetta al Laceno dove poter pregare il Signore”.

La grande passione per lo sci ha spinto i due giovani atripaldesi in un fuori pista pericolosissimo. Sono stati tratti infatti in salvo da scarpata profonda dalla quale non erano riusciti a risalire e nella quale hanno trascorso la notte accendendo un fuoco per riscaldarsi e mangiando qualcosa che avevano con loro negli zaini. Purtroppo entrambi i ragazzi avevano i telefonini scarichi. La fortuna ha voluto che nella notte non ci fossero bufere di neve e che le temperature rimanessero intorno ad un grado scongiurando così che i giovani potessero essere colpiti da ipotermia. 
Sul posto da sabato sera con i caschi rossi del reparto Saf – Speleo Alpino ed i carabinieri, anche quelli della stazione di Atripalda guidati dal comandante Costantino Cucciniello. A portare conforto ai familiari dei due ragazzi diversi atripaldesi che si sono recati sin da sabato sera sull’altopiano del Laceno. “È una bellissima notizia – commenta il capogruppo dell’Udc Dimitri Musto – sia per i ragazzi che per le famiglie”. 
I due giovani di Atripalda, dopo l’abbraccio con i genitori, sono stati accompagnati in ambulanza presso l’ospedale di Sant’Angelo.
Print Friendly

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 Risposte »

  1. Tutti abbiamo gioito alla notizia del ritrovamento dei due ragazzi . Per pura fortuna la tragedia si è trasformata in commedia, e ripeto siamo tutti contenti . Una considerazione comunque và fatta. stiamo parlando di due ragazzi in età e di un certo livello.
    Allora viene da pensare, come hanno potuto fare una cazzata così grande mettendo a repentaglio la propria vita? Eppure la disgrazia del Rigopiano l’avevano pur vissuta. E’ stato pazzesco fare un fuori pista non conoscendo perfettamente i luoghi. Comunque è finito tutto nel migliore dei modi grazie ai Carabinieri, ai Vigili del fuoco, agli elicotteristi e a tutti gli altri che si sono prodigati per il lieto fine. Adesso, però, per una bravura sconsiderata mi domando: il costo di questo salvataggio chi lo paga? La legge vieta i fuori pista.

  2. Beh diciamo le cose come stanno veramente.
    Io ero lì e ho seguito i soccorsi.
    L’unica persona che ha avuto il sangue freddo e preso in mano le redini della situazione è il Maresciallo Costantino Cucciniello, non secondi i volontari del soccorso alpino che hanno battagliato tutta la notte senza sosta.
    L’amministrazione Atripaldese praticamente nessuno, nemmeno a conforto dei familiari.
    Il Sindaco era in contatto con i vigili urbani?
    Dove al caldo vicino al focolare?
    Perché i vigili urbani fanno la notte visto che la situazione era di notte?
    L’elicottero che menziona il Sindaco non è mai decollato.
    Da questo si deduce che avete raccolto un po’ di informazioni per sentito dire e parlare.
    Sul Laceno c’erano oltre 50 persone di Atripalda accorsi a dare sostegno alla famiglia e niente piu.
    Ribadisco non c’era nessun elicottero.
    L’unica cosa che ci rincuora è il lieto fine per i ragazzi e le famiglie le sviolinate ai giornali del Sindaco servono a poco.

  3. Spiegate al Sindaco che al Laceno tutta la notte ininterrottamente nel mezzo della neve l’unico che si è visto di Atripalda è il Maresciallo Cucciniello. Giannetta non c’era.
    Se il Sindaco fosse corretto dovrebbe ringraziare il maresciallo Cucciniello che era sul posto ed oltre a coordinare era in prima fila al freddo.
    Grazie Comandante Cucciniello per quello che ha fatto.

  4. Precisazione :
    L’elicottero è arrivato dopo che sono stati trovati i ragazzi, quindi non diamo i meriti all’elicottero che bisogna dare al Maresciallo.
    L’elicottero è arrivato alle 9 circa quando apimamete i ragazzi erano stati già ritrovati.

  5. KUELLI DISPERSI SONO STATI DEGLI SKOSCENZIATI

  6. voi vi arrovellate a criticare chi e arrivato prima sul posto e nessuno dice che sti bei giovanotti figli di papa’ andavano presi a…

  7. Tutto è bene quel che finisce bene, ma ora paghino i costi del salvataggio.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it