alpadesa
alpadesa
  
Flash news:   Pulizia caditoie in città, da domani al via intervento di disostruzione La Cometa Di Natale: Osservazione Astronomica questa sera dalla collina di San Pasquale Programma di Formazione Anticorruzione al via da lunedì a Palazzo di città Prestigioso riconoscimento per la poetessa Lucia Gaeta di ACIPeA Parcheggio del distretto sanitario Asl di Atripalda, le associazioni chiedono risposte Scoperta la targa d’intitolazione dei “Giardini Biagio Venezia” Torna ad Atripalda il Calendario d’artista dell’associazione Arteuropa firmato Hotel Civita: domani la presentazione La Protezione civile di Atripalda in campo per una raccolta alimentare Si accendono i riflettori sul Natale: Christmas Park, cultura e Notti Bianche. Il sindaco Spagnuolo: “Numerose le iniziative promosse dall’Amministrazione, dal parco giochi in piazza Umberto fino a momenti spettacolari con artisti di strada e divertimenti” Domani accensione di quattro alberi di Natale in città

Sacripanti: “Abbiamo raggiunto un traguardo storico”

Pubblicato in data: 26/1/2017 alle ore:17:33 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Vittoria storica per Avellino contro la Juventus Utena. Un successo che vale la qualificazione diretta agli ottavi di Champions League. I ragazzi guidati da coach Sacripanti, orfani di Marco Cusin, hanno sfoderato una prestazione di alto livello su entrambi i lati del campo. Il tecnico irpino commenta così la gara: “E’ stata una partita molto importante per noi, per il pubblico e per la società. Abbiamo vinto una gara combattuta contro una squadra molto preparata. Tatticamente avevano un pick and roll centrale e uno laterale, in corso d’opera abbiamo cambiato la difesa spingendo verso il ferro i nostri avversari in maniera esagerata, ma soprattuto abbiamo limitato i passaggi dal pick and roll a Sirutavicius, il loro numero nove. Per quanto riguarda la nostra prestazione siamo stati molto bravi in attacco, abbiamo mosso bene la palla costruendo tiri di squadra. Giocare per buona parte della partita senza Joe Ragland e Marco Cusin è stato molto difficile, l’assenza di Marco ci ha costretto a modificare alcuni dei nostri schemi sistematici, ma siamo riusciti comunque ad essere incisivi, tutti i nostri giochi tattici prevedono una spaziatura con lui nella posizione di cinque, che è sicuramente diversa da quella di Andrea Zerini. Tutta la squadra era consapevole di dover dare qualcosa in più per sopperire alla sua assenza, questo a dimostrazione del grande attaccamento per la maglia. E’ un risultato bellissimo perché premia l’impegno di tutti, proprietà, tifosi e giocatori, siamo partiti in 48 squadre e ora siamo tra le prime 16. Voglio fare i complimenti al nostro Ufficio Relazioni Esterne che è riuscito, attraverso un’ottima strategia di marketing, a riempire il palazzetto per questa occasione. Avere un PaladelMauro caldo e gremito aiuta molto a vincere gare di questa difficoltà. Ora c’è preoccupazione per la spalla di Joe Ragland, domani faremo tutti gli accertamenti del caso. Non è un momento fortunato sotto il punto di vista degli infortuni, ma questo fa parte del gioco.”

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it