sabato 25 novembre 2017
Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Riparte in Consiglio l’iter per il ritorno in centro del mercato del giovedì. Il sindaco: “attenti a far rispettare le regole e il responso referendario”

Pubblicato in data: 31/1/2017 alle ore:10:00 • Categoria: Attualità, PoliticaStampa Articolo

Riparte con il nuovo anno l’iter per il ritorno in centro del mercato del giovedì ad Atripalda.
L’appuntamento è fissato per il consiglio comunale di giovedì 2 febbraio, convocato per le ore 18,30, con ben otto punti all’ordine del giorno. Proprio al centro del primo punto della discussione ci sarà il Regolamento comunale per la disciplina del Commercio su Aree pubbliche, propedeutico al ritorno in piazza Umberto della fiera settimanale. Un trasferimento non facile visto che interesserà ben 170 ambulanti. Attualmente il mercato si svolge tra Parco delle Acacie e via San Lorenzo, un’ubicazione periferica rispetto al centro che negli anni ha scontentato commercianti e utenti.
«Quello di giovedì è il primo atto ufficiale che il Consiglio comunale va ad assumere per il ritorno in centro del mercato e poi si procedere alle richieste di tutte le autorizzazioni  – annuncia il sindaco Paolo Spagnuolo -. Quest’Amministrazione con forza vuole riportare il mercato nella sua sede storica nel rispetto del referendum che c’è stato e che va rispettato secondo noi. C’è stato un impegno di tanti cittadini che lo hanno promosso e che oggi finalmente possiamo ringraziare per quanto precedentemente fatto. Penso a  due persone in particolare, l’avvocato Andrea De Vinco e Alberto Alvino, che furono molto attivi».
La fiera del giovedì ritornerà così dove si svolgeva per anni, nel cuore di Atripalda, tutto intorno a piazza Umberto e interesserà anche parte di via Roma (da piazza Vittorio Veneto a scendere verso piazza Umberto), via Fiume, via Gramsci, via Aversa, via Manfredi fino alla rotonda di via Circumvallazione e infine piazza Sparavigna.
Spagnuolo preannuncia controlli e pugno di ferro per gli ambulanti che non rispetteranno le nuove regole: «Sappiamo che questo è un punto che la città in parte accoglierà con molto favore, ma in parte, e mi riferisco soprattutto a chi risiede nelle aree interessate dal mercato, viene visto con qualche scetticismo – prosegue -. Ci rendiamo conto di questo ma l’impegno che personalmente prendo con l’Amministrazione, e ho già parlato con il comandante dei vigili, che dal giorno in cui il mercato sarà trasferito in centro, saremo attenti a controllare che gli spazi per le norme sulla sicurezza e igienico-sanitari siano lasciati liberi. So che in passato per i residenti il mercato si è trasformato spesso nella giornata del sequestro di persona, e questo non è giusto, e ci sono state della carenze igienico-sanitarie che hanno offeso gli stessi residenti. E quindi staremo molto attenti». Il nuovo mercato sarà cristallizzato sul numero di 170 posti così suddivisi: 42 posteggi destinati per la vendita di prodotti alimentari, 118 destinati per la vendita di prodotti non alimentati. Altri 10 posteggi saranno destinati agli agricoltori.
Il parlamentino cittadino sarà chiamato inoltre ad esprime determinazioni riguardo il Regolamento per il rilascio delle autorizzazioni per l’occupazione di suolo pubblico/privato a servizio degli esercizi commerciali «con cui andiamo a chiarire chi debba rilasciare queste autorizzazioni» e debiti fuori bilancio per sentenze, il regolamento di Polizia Mortuaria e l’affidamento in concessione del servizio di gestione e controllo della sosta a pagamento.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

6 Risposte »

  1. Stativi a casa. Mo sanno fa e votazioni e vonno spostà o mercato. Ma a chi pigliati chiù pe fessi.

  2. MA SE VENISSE IL SISMA IN OCCASIONE DEL MERCATO DELLA SETTIMANA COSA POTREBBE SUCCEDERE IL PANICO TRA LE STRADE CITTA’ CON BANCHI CHE VANNO SOTTOSOPRA MA CHI LI DOVRA’ SOCCORRERE????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????MA CI STIAMO AVVICINANDO A UNA FATIDICA DATA GLI ANNI CINQUANTA DALL’ULTIMO TERREMOTO ANNI 80 CON IL CENTRO STORICO TRASFORMATO IN DETRITI FORTUNA CA NESSUNO SE L’E’ KAVATA E ORA???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

  3. ahahaha ma guarda un pò…ora ci sono le votazioni e giustamente vi viene in mente di spostare il mercato (quasi morto a causa vostra)

    SVOLGETE IL VOSTRO LAVORO ONESTAMENTE NON PRENDETE IN GIRO LA GENTE X QUALCHE VOTO IN PIù!

  4. NON CI SONO PIU’ LE NORME PER POTER FARE IL MERCATO IN PIAZZA. IL PIANO DI EMERGENZA COME LO FATE?
    UN’AMBULANZA POTRA’ PASSARE?
    GLI AMBULANTI DEVONO NECESSARIAMENTE VENDERE LA MERCE SU FURGONE E NON A TERRA.
    IL 90|100 DEGLI ALIMENTARISTI ATTUALMENTE VENDE A TERRA E NON HA I MEZZI.
    ADDIRITTURA SEMBREREBBE CHE QUALCHE PESCIVENDOLO USA, ATTUALMENTE, L’ACQUA DEL POZZO PER RINFRESCARE IL PESCE USUFRUENDO DI CORRENTE E ACQUA DEL COMUNE. SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI E DEI VIGILI E AMMINISTRATORI

  5. Dopo i selfi per l’emergenza neve…..ora il mercato…. ????
    Sindaco vai a casa……
    P.S. Ma il Tuo Vice Sindaco verrà in consiglio per votare?

  6. Avete avuto tutto il tempo per farlo. Vi viene in mente a circa 3 mesi dalle elezioni. Spero che alle prossime elezioni prenderete una bella mazzata come quella che prese Renzi il 4 dicembre.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it