" class="thickbox">
  
Flash news:   Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Riparte l’autunno politico di Primavera Irpinia Atripalda “Luigi Sessa e l’avventura americana”, nota di Lello La Sala Clementino con la sua energia travolge Atripalda: bagno di folla per il suo rap in piazza Umberto. FOTO Prima giornata ecologica “Atripalda si Differenzia” sabato 30 settembre “Il Fuoco e la Cenere”, Giullarte nel racconto di Gabriele De Masi “Fai scendere i tuoi figli che li devo uccidere”: assolto pluripregiudicato atripaldese Dal 22 al 24 settembre ritorna Giullarte: magia e illusione per la XVIII edizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada e Antichi Mestieri Novellino: «vedo il bicchiere pieno» L’Avellino strappa il pari in extremis contro il Venezia con D’Angelo. FOTO

Il carnevale irpino presentato all’auditorium Parco della Musica di Roma

Pubblicato in data: 7/2/2017 alle ore:08:10 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

L’ orchestra popolare italiana dell’ Auditorium Parco della Musica di Roma ha ospitato, nel corso della giornata di domenica 5 febbraio, gruppi di maschere, musicisti e cantori tradizionali della Provincia di Avellino. A rappresentare il nostro territorio e le tradizioni culturali della nostra Irpinia nella capitale, il consigliere provinciale con delega alla cultura, nonché vicesindaco di Atripalda, Luigi Tuccia, che con orgoglio ed entusiasmo ha preso parte all’ iniziativa fornendo, insieme alla delegazione di artisti ospiti dell’ evento, un’ immagine rappresentativa del nostro carnevale tradizionale.
La manifestazione, promossa nell’ ambito delle attività di valorizzazione del patrimonio etnomusicologico nazionale, ha dedicato la giornata alle tematiche del carnevale ed in particolare delle tradizioni irpine che ancora oggi costituiscono un tessuto sociale di spessore e che sono la massima rappresentazione della storia e della cultura di questa terra e della sua comunità. Le amministrazioni comunali territoriali e gli artisti irpini che hanno aderito all’ iniziativa, ideata e diretta dal Maestro Ambrogio Sparagna, sono i comuni di: Serino con la mascherata di Rivottoli, Capriglia con la zeza di Capriglia, Mercogliano con la zeza di Mercogliano, Forino con la zeza ballo o’ntreccio, Montemarano con la tarantella montemaranese e Castelvetere con le maschere. La zeza, tipica rappresentazione del carnevale irpino, accoglie l’ alternanza di canti e balli popolari in una cornice suggestiva di colori, musiche e maschere a cui fa da sfondo la performance di quattro personaggi principali del panorama carnevalesco irpino: pulcinella, sua moglie zeza, da cui prende il nome la rappresentazione, la loro figlia Vincenzina e don Nicola pretendente della giovane. Un riconoscimento quello ottenuto a Roma – a parere di Luigi Tuccia – che ha reso l’ Irpinia ancor più fiera ed orgogliosa delle sue tradizioni e della sua cultura folkloristica.

Luigi Tuccia

Print Friendly

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it