" class="thickbox">
  
Flash news:   Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Riparte l’autunno politico di Primavera Irpinia Atripalda “Luigi Sessa e l’avventura americana”, nota di Lello La Sala Clementino con la sua energia travolge Atripalda: bagno di folla per il suo rap in piazza Umberto. FOTO Prima giornata ecologica “Atripalda si Differenzia” sabato 30 settembre “Il Fuoco e la Cenere”, Giullarte nel racconto di Gabriele De Masi “Fai scendere i tuoi figli che li devo uccidere”: assolto pluripregiudicato atripaldese Dal 22 al 24 settembre ritorna Giullarte: magia e illusione per la XVIII edizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada e Antichi Mestieri Novellino: «vedo il bicchiere pieno» L’Avellino strappa il pari in extremis contro il Venezia con D’Angelo. FOTO

Tanti in piazza ieri per l’accensione del Falò di San Sabino: sindaco malato salta l’ultimo focarone e tocca a Tuccia. FOTO

Pubblicato in data: 9/2/2017 alle ore:16:06 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo


Con una nube di fumo intensa si è rinnovato ieri sera il tradizionale appuntamento dell’accensione del Falò di San Sabino.
In tanti hanno preso parte all’accensione del focarone allestito dai dipendenti comunali in piazza Umberto I in onore del Santo Patrono che ha dato il via alla due giorni di festa.
E’ toccato al vice-sindaco di Atripalda Luigi Tuccia, dopo la benedizione del parroco Don Fabio Mauriello, procedere ad accendere le cataste di legno. Con lui il comandante dei Carabinieri Costantino Cucciniello, il comandante della Polizia Municipale Domenico Giannetta ed il parroco Don Ranieri Picone.
Assente invece il sindaco Paolo Spagnuolo, per un piccolo problema di salute, che gli ha impedito di accendere l’ultimo falò da primo cittadino, prima delle Amministrative di primavera.
Il sindaco comunque non ha voluto far mancare un proprio messaggio alla vigilia attraverso una nota stampa, scusandosi e rammaricandosi: “per la non partecipazione con gli organizzatori dei falò che gentilmente lo avevano invitato a trascorrere qualche momento di convivialità. Il Sindaco intende far pervenire un augurio particolare ai tanti concittadini che portano il nome del Santo Patrono. 
La festività di San Sabino costituisce per l’intera comunità e soprattutto per coloro che, per diverse ragioni hanno dovuto lasciare Atripalda, una proficua occasione per riscoprire il senso civico di appartenenza”.

 
Print Friendly

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. perke’ non parlate della SANTA MANNA???

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it