Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Ex Macello in via Ferrovia, il Comune capoluogo punta al recupero con i fondi di rotazione: tre opzioni in campo tra cui un centro di monitoraggio ambientale della Valle del Sabato

Pubblicato in data: 24/2/2017 alle ore:14:50 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Torna al centro della discussione e della programmazione l’ex Macello di Avellino che si trova ai confini con Atripalda in via Ferrovia. Una struttura abbandonata da anni che potrebbe rinascere grazie ai fondi di rotazione.
La struttura di via Ferrovia che si erge quasi di fronte al Centro Pmi (altra struttura inutilizata da tempo) potrebbe infatti ospitare un centro di monitoraggio ambientale della Valle del Sabato e il Polo di formazione e informazione sulla raccolta differenziata. Solo un’idea per ora su cui ieri mattina si sono confrontati al Comune di Avellino l’assessore all’ambiente Augusto Penna e il delegato all’urbanistica Ugo Tomasone. Un’ipotesi messa sul tavolo dopo che dalla Regione sono arrivate rassicurazioni sul finanziamento della progettazione dei tre progetti candidati dal Comune di Avellino al fondo di rotazione e già dichiarati ammissibili. Nell’ex mattatoio anche l’ipotesi di un’isola ecologica didattica in cui ospitare gli alunni delle scuole cittadine per corsi di educazione ambientale. 
Per la creazione dei tre poli di eccellenza in materia ambientale previsti circa dieci milioni di euro. Nello specifico il Centro per il Monitoraggio della Valle del Sabato richiede 198mila e 500 euro per la progettazione e quattro milioni e cinquecentomila euro per l’esecuzione; il Polo per la formazione e informazione sulla raccolta differenziata invece richiede un investimento di 155mila euro per la progettazione e tre milioni e mezzo per la creazione; mentre per la progettazione dell’Agenzia Irpina per l’energia e l’ambiente serviranno 169mila euro, per la fase esecutiva due milioni e 250mila euro.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it