domenica 21 gennaio 2018
Flash news:   Il presidente dell’Us Avellino conferma la cessione della clinica Santa Rita di Atripalda Primavera Irpinia in campo domenica ad Atripalda per una migliore sanità provinciale Varato il direttivo cittadino di Forza Italia: ecco l’organigramma e i ruoli assegnati Centro commerciale di via Roma, nessun abuso: tutti prosciolti dal Gup di Avellino Sinistra Italiana Atripalda critica l’azione dell’amministrazione: «la rivoluzione deve essere la risoluzione nell’anno di problemi urgenti. Centro città in condizione di grande degrado». Replica anche sul futuro dell’ex cinema Ideal Fondi per la “Mazzetti”: è polemica in città. Il sindaco: “impegno globale dell’amministrazione sull’edilizia scolastica”. L’ex sindaco: “premiata la nostra programmazione” Adeguamento sismico, 2 milioni e 800mila euro per la ricostruzione della Mazzetti di via Manfredi. Parla l’ex delegato ai Lavori pubblici Lello Barbarisi: “Notizia della quale devono gioire tutti, a partire dalle famiglie. Senza progettualità oggi non si va da nessuna parte. Fiducia nella prosecuzione del lavoro iniziato e visione della città della cultura condivisa con il sindaco” Atripalda Volleyball, coppa campania amara: vince Rione Terra Nuovo libro sullo Stracittadino di Gioso Tirone: “X Edizione – Anno 1984” Confronto sul Reddito di Inclusione mercoledì pomeriggio nella sala consiliare

Ex Macello in via Ferrovia, il Comune capoluogo punta al recupero con i fondi di rotazione: tre opzioni in campo tra cui un centro di monitoraggio ambientale della Valle del Sabato

Pubblicato in data: 24/2/2017 alle ore:14:50 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Torna al centro della discussione e della programmazione l’ex Macello di Avellino che si trova ai confini con Atripalda in via Ferrovia. Una struttura abbandonata da anni che potrebbe rinascere grazie ai fondi di rotazione.
La struttura di via Ferrovia che si erge quasi di fronte al Centro Pmi (altra struttura inutilizata da tempo) potrebbe infatti ospitare un centro di monitoraggio ambientale della Valle del Sabato e il Polo di formazione e informazione sulla raccolta differenziata. Solo un’idea per ora su cui ieri mattina si sono confrontati al Comune di Avellino l’assessore all’ambiente Augusto Penna e il delegato all’urbanistica Ugo Tomasone. Un’ipotesi messa sul tavolo dopo che dalla Regione sono arrivate rassicurazioni sul finanziamento della progettazione dei tre progetti candidati dal Comune di Avellino al fondo di rotazione e già dichiarati ammissibili. Nell’ex mattatoio anche l’ipotesi di un’isola ecologica didattica in cui ospitare gli alunni delle scuole cittadine per corsi di educazione ambientale. 
Per la creazione dei tre poli di eccellenza in materia ambientale previsti circa dieci milioni di euro. Nello specifico il Centro per il Monitoraggio della Valle del Sabato richiede 198mila e 500 euro per la progettazione e quattro milioni e cinquecentomila euro per l’esecuzione; il Polo per la formazione e informazione sulla raccolta differenziata invece richiede un investimento di 155mila euro per la progettazione e tre milioni e mezzo per la creazione; mentre per la progettazione dell’Agenzia Irpina per l’energia e l’ambiente serviranno 169mila euro, per la fase esecutiva due milioni e 250mila euro.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it