domenica 21 gennaio 2018
Flash news:   Il presidente dell’Us Avellino conferma la cessione della clinica Santa Rita di Atripalda Primavera Irpinia in campo domenica ad Atripalda per una migliore sanità provinciale Varato il direttivo cittadino di Forza Italia: ecco l’organigramma e i ruoli assegnati Centro commerciale di via Roma, nessun abuso: tutti prosciolti dal Gup di Avellino Sinistra Italiana Atripalda critica l’azione dell’amministrazione: «la rivoluzione deve essere la risoluzione nell’anno di problemi urgenti. Centro città in condizione di grande degrado». Replica anche sul futuro dell’ex cinema Ideal Fondi per la “Mazzetti”: è polemica in città. Il sindaco: “impegno globale dell’amministrazione sull’edilizia scolastica”. L’ex sindaco: “premiata la nostra programmazione” Adeguamento sismico, 2 milioni e 800mila euro per la ricostruzione della Mazzetti di via Manfredi. Parla l’ex delegato ai Lavori pubblici Lello Barbarisi: “Notizia della quale devono gioire tutti, a partire dalle famiglie. Senza progettualità oggi non si va da nessuna parte. Fiducia nella prosecuzione del lavoro iniziato e visione della città della cultura condivisa con il sindaco” Atripalda Volleyball, coppa campania amara: vince Rione Terra Nuovo libro sullo Stracittadino di Gioso Tirone: “X Edizione – Anno 1984” Confronto sul Reddito di Inclusione mercoledì pomeriggio nella sala consiliare

Amministrative 2017, è il giorno dell’adesione del sindaco Paolo Spagnuolo al Pd con i consiglieri Landi, Barbarisi e Pascarosa: prima le dimissioni dal gruppo “Uniti per Atripalda”

Pubblicato in data: 28/2/2017 alle ore:05:52 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

E’ il giorno dell’adesione del sindaco Paolo Spagnuolo al Pd con i suoi consiglieri più fedeli nell’ultimo giorno utile di tesseramento.
Il primo cittadino ha rotto gli indugi e unitamente agli assessori al Bilancio Domenico Landi, al Marketing territoriale Flavio Pascarosa e alla Cultura e Lavori pubblici Lello Barbarisi entro stasera sottoscriveranno la tessera ai democrat.
Un tesseramento non facile e irto d’insidie quello che attende Spagnuolo entro il termine ultimo delle ore 20 visto che il gruppo del sindaco sta valutando se sottoscrivere la tessera di partito presso il circolo territoriale, ubicato in piazza Umberto, oppure on-line, secondo quanto previsto dallo Statuto. Un’adesione che cambierebbe il corso in vista delle amministrative di primavera.
La decisione di aderire al partito democratico è stata condivisa da gran parte del gruppo consiliare “Uniti per Atripalda”, pronti a seguire il primo cittadino in questa nuova avventura politica per la ricandidatura alla guida della città. Spagnuolo con i tre consiglieri di maggioranza andrà a rafforzare le fila dei renziani nella corrente del viceministro beneventano Umberto Del Basso De Caro, al quale si è avvicinato da mesi.
Ma se per il sindaco l’iscrizione al Pd appare agevole in quanto Spagnuolo non è iscritto a nessun gruppo consiliare,  per gli altri tre consiglieri di maggioranza presenta un primo scoglio da superare. Infatti per poter sottoscriver le nuove tessere del Pd questa mattina Landi, Barbarisi e Pascarosa dovranno prima protocollare a Palazzo di città le dimissioni dal gruppo consiliare “Uniti per Atripalda” del quale fanno parte, dato che il regolamento recita: «non è consentito il rilascio di tessere a persone che siano iscritte ad altri partiti politici o aderiscano a gruppi di altre formazioni politiche all’interno di organi istituzionali elettivi».
Da qui la necessità di dover lasciare prima il gruppo “Uniti per Atripalda”, che a questo punto verrebbe meno in consiglio comunale visto che resterebbe un solo componente, l’assessore all’Ambiente Antonio Prezioso. Solo dopo la sottoscrizione della tessera e successivamente l’adesione al gruppo consiliare Pd.

 E così dopo lo strappo con l’Udc e l’abbandono della guida provinciale di Scelta Civica, Spagnuolo è pronto ad abbracciare il mantra renziano in un partito dove incomincia a scalpitare il suo vice sindaco, Luigi Tuccia, che forte della rielezione alla Provincia come primo consigliere eletto, punta ad una candidatura benedetta dalla presidente del Consiglio regionale, Rosetta D’Amelio. Si profilerebbe così uno scontro tutto interno ai democrat, tra il sindaco e suo vice. Una resa di conti che potrebbe passare attraverso le primarie o congressuale a colpi di tessere.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 Risposte »

  1. vergognatevi

  2. Da Alleanza Nazionale al centro sinistra. Paolo Spagnuolo: un uomo coerente.

  3. Che nzalata.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it