" class="thickbox">
  
Flash news:   Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Riparte l’autunno politico di Primavera Irpinia Atripalda “Luigi Sessa e l’avventura americana”, nota di Lello La Sala Clementino con la sua energia travolge Atripalda: bagno di folla per il suo rap in piazza Umberto. FOTO Prima giornata ecologica “Atripalda si Differenzia” sabato 30 settembre “Il Fuoco e la Cenere”, Giullarte nel racconto di Gabriele De Masi “Fai scendere i tuoi figli che li devo uccidere”: assolto pluripregiudicato atripaldese Dal 22 al 24 settembre ritorna Giullarte: magia e illusione per la XVIII edizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada e Antichi Mestieri Novellino: «vedo il bicchiere pieno» L’Avellino strappa il pari in extremis contro il Venezia con D’Angelo. FOTO

Costituito il comitato elettorale dell’associazione “Noi Atripalda” a sostegno della ricandidatura del sindaco. Nel Pd cittadino oltre 250 le tessere dei fedelissimi di Spagnuolo sottoscritte online

Pubblicato in data: 5/3/2017 alle ore:07:13 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

In vista delle amministrative di primavera in piazza Umberto costituito il comitato elettorale dell’associazione “Noi Atripalda” che sostiene la ricandidatura del sindaco uscente Paolo Spagnuolo.
La sede scelta è a poche decine di metri da quella del circolo locale del Pd al quale il primo cittadino unitamente agli assessori al Bilancio Domenico Landi, al Marketing territoriale Flavio Pascarosa e alla Cultura e Lavori pubblici Lello Barbarisi insieme ad un gruppo di fedelissimi hanno aderito nell’ultimo giorno utile di tesseramento. Un blocco di circa 250 tessere online sottoscritto martedì al vaglio del partito regionale e nazionale unitamente a tutte le tessere di adesione avvenute con la modalità online. Basti infatti pensare che il dato di quelle sottoscritte in sezione si ferma a 211. Spagnuolo con il suo gruppo, se i dati saranno confermati e ufficializzati, sta provando a scalare il partito cittadino a suon di tessere e al quale aderito per contrastare la possibile ascesa del suo vicesindaco, il dameliano Luigi Tuccia, o di altri possibili outsider.
Ma in attesa dello scontro finale l’associazione culturale guidata dal suo ex assessore esterno Concetta Tomasetti, che con un documento politico di poche settimane fa chiedeva al sindaco di ricandidarsi elencandone i risultati raggiunti e dichiarando il pieno apporto e sostegno, ha bruciato sul tempo tutte le forze politiche o movimenti in campo, individuando per prima nel centro città la sede del comitato elettorale e presentando così ai frequentatori dello struscio cittadino, attraverso grandi vetrofanie, il logo scelto. Un richiamo all’orologio della Dogana dei Grani rappresentano il simbolo su uno sfondo dei colori della bandiera italiana. Una sede ancora in allestimento ma che già mostra alla città i colori e il logo della possibile lista capeggiata da Spagnuolo.
La decisione di aderire al partito democratico è stata condivisa da gran parte del gruppo consiliare “Uniti per Atripalda”, che hanno seguito il primo cittadino ad eccezion dell’assessore all’ambiente Antonio Prezioso, che ora si ritroverà nelle prossime sedute di consiglio a restare da solo. Spagnuolo con i tre consiglieri di maggioranza sono andati a rafforzare le fila dei renziani nella corrente però del viceministro beneventano Umberto Del Basso De Caro, al quale si è avvicinato da mesi.

Print Friendly

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 Risposte »

  1. Il gioco delle tre carte.

  2. Certo che per noi cittadini Atripaldesi, capire quello che avviene è certamente difficile se non impossibile. Abbiamo tre diversi raggruppamenti tutti e tre guardano al PD. NOI atripalda chiaramente è con Spagnuolo , il PD è con Tuccia. il primo sponsorizzato da De Caro il secondo dalla Damelio. Entrambi i Big si preoccupano per il loro polmone di voti alle prossime elezioni politiche e non pensano minimamente l’interesse di ATRIPALDA. Non sarebbe stato più semplice evitare queste contrapposizioni e cercare di andare alle elezioni uniti? Bastava che Tuccia e Spagnuolo si chiarissero le idee da soli senza imput dall’alto. Ormai Spagnuolo è a tutti gli effetti tesserato PD la cui sede è a dieci metri dalla sede di NOI ATRIPALDA che sponsorizza il sindaco tesserato PD. Che casino !

  3. Che bello. Adesso cominciano a contarsi. AHAHAHAHAH

  4. NON CI STO A TALUNE BAGATTELLE

  5. bisognerebbe controllare tutte le tessere a seguito

  6. 50 e 50.

  7. semplicementi ridicoli

  8. Vergognosi

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it