Flash news:   Politiche 2018, martedì il governatore De Luca in città per le elezioni del 4 marzo Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Addio all’edicolante Carmelina Visone, il ricordo di Lello La Sala Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili” Condanna assessore Troisi, parla il difensore Chieffo: «Antonio si proclama innocente. E’ una sentenza di primo grado e siamo pronti a ricorrere in appello. C’è stata gestione frettolosa del dibattimento, sentenza che non condividiamo in nessun passaggio». L’invito del sindaco: «La questione è delicata e privata e merita cautela da parte di tutti. Eventuali valutazioni verranno fatte a mente fredda e successivamente»

L’ex sala consiliare diventa “Officina delle Idee” per l’associazione “Cambia-Menti” e il presidio di “Libera Atripalda”: ieri sera l’inaugurazione. FOTO

Pubblicato in data: 13/3/2017 alle ore:10:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

L’ex sala consiliare di piazza Sparavigna si trasforma in un’Officina delle Idee per l’associazione “Cambia-Menti” e il presidio di “Libera Atripalda”. L’Amministrazione ha assegnato un luogo, uno spazio dove consentire ai giovani delle due associazioni di poter concretizzare i propri sogni. Un luogo che, secondo i promotori, non vuole essere di pochi ma «dove tutti possono sentirsi a casa, protagonisti del proprio presente, liberi di esprimersi». Un luogo simbolo, nell’ex sala consiliare, nella villa intitolata a Don Peppe Diana, «per trasformare quel posto in un luogo di speranza». Ieri sera la cerimonia.
Il sindaco Paolo Spagnuolo ha spiegato le ragioni dell’assegnazione: «oggi apriamo un luogo all’aggregazione in un posto, la villa comunale, che sulla vostra richiesta è stata intitolata al parroco Don Peppe Diana. Per iniziare abbiamo immaginato questa sala ma prossimamente ci sarà l’ex scuola di rampa San Pasquale, per la quale abbiamo presentato un progetto alla Regione, dove saranno allocate tutte le associazioni. Una scuola vicina al parco archeologico di Abellinum, proprio per vivacizzare quell’area. Oggi riempiamo questo luogo di contenuti».
Per Luca Guido Salomone, presidente dell’associazione “Cambia-menti”, oggi si realizza un sogno: «in questa sala abbiamo visto prima ancora della realizzazione di uno sogno, una possibilità che era difficile attuare per dei ragazzi giovani che camminano con il loro bagaglio e  che non erano mai entrati finora in contatto con un’amministrazione. Un’officina, come luogo di idee che io intitolo a Pier Paolo Pasolini. La porta di questo spazio è aperta a tutti».
Antonio Di Gisi del “Presidio Libera Atripalda” invece evidenzia come «possiamo sognare, oppure andarcene oppure restare. Questo luogo è uno spazio aperto dedicato a chi lo vuole utilizzare,  essere protagonista. Peppino Impastato, Giancarlo Siani sono persone che uno spazio lo hanno saputo trovare e riempire di contenuti. Questo spazio per noi è importantissimo, c’è partecipazione, cultura, incontro. E’ la primavera che sta arrivando che per noi porta un vento di cambiamento».
Un saluto anche da Valerio Taglione dal “Comitato don Peppe Diana”: «una tragedia che abbiamo trasformato in un impegno. Questo documento profetico che Diana denunciava dieci anni fa “per amore del mio popolo non tacerò” che spero diventi anche l’azione di quest’Officina. Oggi si apre un altro spazio delle terre di Don Peppe Diana. Il coraggio spero spinga il vostro fare per scrivere una stagione nuova e una nuova opportunità non solo per Atripalda».
Infine Antonio Evangelista del gruppo Scout Atripalda e il caporedattore dell’Avvenire, Toni Mira, si è intrattenuto sul tema della partecipazione e su come riempire i beni comuni e gli spazi vuoti.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 Risposte »

  1. Bravi ragazzi. E’ un messaggio di impegno e di partecipazione……continuate così.

  2. CAMPAGNA ELETTORALE…!!!!

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it