Flash news:   Condannato a due anni e otto mesi di reclusione il piromane atripaldese arrestato in flagranza di reato Nasce il settore giovanile targato Atripalda Volleyball. Il direttore Tecnico è Gianfranco De Palma Grave incidente sulla Variante, motociclista di San Potito perde un piede Il sound di due rappers atripaldesi per il singolo dell’estate Diffida prefettizia, l’ex assessore al Bilancio Landi replica al sindaco: «Cosa ha fatto in quasi due mesi dall’insediamento? Vogliono solo mostrare ai cittadini una fotografia “taroccata” della situazione reale» Trentenne atripaldese sorpreso ad appiccare un incendio a sterpaglie lungo il Raccordo, arrestato dai Carabinieri Sidigas Scandone Avellino un altro colpo, preso Dezmine Wells Il Prefetto di Avellino diffida il Comune per la mancata approvazione del Consuntivo 2016, il sindaco Spagnuolo: “Stiamo facendo quello che non è stato fatto prima. Rispetteremo i termini” Tolleranza zero contro lo sversamento dei rifiuti, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo replica all’assessore Moschella così: “solo chiacchiere mentre si continua a campare di rendita” Atripalda Volleyball, Del Gaizo torna nella città del Sabato: “Vogliamo fare un campionato di vertice”

Scomparsa Monsignor Luigi Barbarito, stamattina la salma nella chiesa madre. Domani i funerali officiati dall’arcivescovo Angelo Becciu: sarà lutto cittadino

Pubblicato in data: 13/3/2017 alle ore:07:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Dolore per la scomparsa di monsignor Luigi Barbarito, già Nunzio Apostolico in Gran Bretagna. Quella città che lui tanto amava e che portava in giro per il mondo gli rende omaggio, come deciso dal sindaco, proclamando il lutto cittadino durante lo svolgimento delle esequie di domani. L’Arcivescovo, che avrebbe compiuto 95 anni il prossimo 19 aprile,  si è spento nel cuore della scorsa notte presso l’Istituto “San Giuseppe” delle Suore Francescane Immacolatine a Pietradefusi.  Nato ad Atripalda nell’aprile del 1922, studia presso il seminario pontificio regionale “Pio IX” di Benevento e viene ordinato presbitero il 20 agosto 1944. Nel 1951 regge la chiesa di San Francesco d’Assisi a Borgo Ferrovia. Nel novembre 1953 comincia l’apostolato all’estero, come delegato apostolico in Oceania. L’11 giugno 1969 Papa Paolo VI lo nomina nunzio apostolico ad Haiti, delegato apostolico delle Antille ed arcivescovo titolare di Fiorentino. Papa Giovanni Paolo II gli affida invece nel 1993 il compito di nunzio apostolico in Gran Bretagna. È stato membro della Congregazione per le cause dei santi e autore di numerosi libri e pubblicazioni.
Una scomparsa che lascia nel dolore l’intera comunità cattolica irpina e la sua amata Atripalda, dove questa mattina giungerà il feretro presso la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire. Il rito funebre sarà celebrato domani, alle ore 10,30, nella stessa chiesa, dal numero tre del Vaticano, Monsignor Angelo Becciu. Qui sarà tumulato nella Cappella dell’Addolorata. «Sono  rimasto addolorato da questa scomparsa – commenta Don Enzo De Stefano, amministratore della diocesi di Avellino -. Per me era un padre spirituale, una guida. Nutrivo un legame di grande affetto nei suoi riguardi e anche lui per me. Una personalità che ha dato lustro non solo ad Atripalda ma all’Irpinia. Una grande perdita. Quando stava in giro per il mondo teneva a sottolineare l’appartenenza e l’identità irpina.  Dal Paradiso continuerà a pregare per questa nostra terra». Messaggio di cordoglio anche dal sindaco Paolo Spagnuolo: «Apprendo con profondo dolore la triste notizia della scomparsa di Monsignor Luigi Barbarito, uno dei figli più illustri della nostra Atripalda. “Don Luigino”, come lo chiamavano affettuosamente le persone più anziane, era voluto bene da tutti. Un pezzo di storia che purtroppo ci lascia, un uomo di grande cultura, che si è impegnato nell’approfondire la storia e le tradizioni. Di Monsignor conservo gelosamente il ricordo del nostro primo incontro avvenuto nei giorni successivi alla mia elezione a Sindaco,  alla presenza di tanti fedeli mi disse che l’onestà doveva essere alla base del mio mandato. Giovedì scorso mi ha fatto recapitare tramite un comune amico, un suo libro con tanto di affettuosa dedica, come se per un presentimento, avesse voluto omaggiare Atripalda della sua ultima testimonianza. Il suo sorriso e la sua generosità resteranno sempre vivi nel ricordo di tutti gli atripaldesi». Ricordi nitidi anche per il parroco della chiesa madre Don Fabio Mauriello: «Quando ha saputo che dovevo sostituire in città Don Enzo mi ha fatto dono di tante cose belle e testi, ma mi ha fatto tesoro anche di tanti consigli e confidenze. In questa chiesa abbiamo una biblioteca dedicata a lui, nella cappella dell’Immacolata Concezione, con i migliaia di testi che ha donato alla città».

Print Friendly

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it