" class="thickbox">
  
sabato 23 settembre 2017
Flash news:   Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Nigeriano tenta di avvicinare una ragazzina per corteggiarla in piazza, i genitori chiamano i Carabinieri Giullarte 2017, questa mattina conferenza stampa di presentazione dell’evento. Spagnuolo: “recupero di un momento caratterizzante, di aggregazione e riscoperta del centro storico e della sue potenzialità” Terzo raid l’altra notte all’edificio dell’Utc in piazzetta Pergola nell’ala che ospita la scuola Adamo. Il sindaco: “Abbiamo installato grate in ferro alle finestre, lavoriamo alla videosorveglianza” Mancata pubblicazione graduatoria alloggi popolari, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” presenta interrogazione al sindaco Festeggiamenti San Sabino, tanti fedeli alla messa e processione per il Patrono. Il vescovo Aiello: “viviamo giorni nuvolosi e di caligine”. Il sindaco: “tre giorni intensi, emozionanti, gratificanti”. FOTO Magia e antichi mestieri a Capo la Torre, da domani si alza il sipario su Giullarte Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri

Acque reflue industriali nel Rio d’Aiello in contrada Giacchi: imprenditore mercoglianese denunciato dai Carabinieri di Atripalda. FOTO

Pubblicato in data: 6/4/2017 alle ore:15:11 • Categoria: CronacaStampa Articolo


Non si ferma l’impegno dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino a favore del territorio e della salute.

Ancora uno scarico che sversa direttamente nelle acque di un torrente, reflui industriali.

Questa volta è successo ad Atripalda dove i Carabinieri della locale Stazione hanno individuato degli scarichi illeciti nel Rio d’Aiello, in contrada Giacchi, e deferito alla competente Autorità Giudiziaria un uomo ritenuto responsabile dei reati di danneggiamento delle acque pubbliche, getto pericoloso di cose e deturpamento delle bellezze naturali.

L’attività prende spunto dalla segnalazione da parte di un cittadino. Le immediate indagini, permettevano agli operanti di stabilire l’origine di tale deplorevole azione destinata inevitabilmente a compromettere l’ambiente e, di conseguenza, il benessere delle persone.

I militari, ripercorrendo a ritroso le sponde del Rio d’Aiello hanno constatato lo sversamento di liquami che rendevano biancastre e melmose le limpide acque.

Si risaliva quindi alla fabbrica che, in beffa ad ogni regola, sversava direttamente nel torrente.

Immediatamente interrotto quell’illecito scarico, per il legale rappresentante della ditta scattava la denuncia in stato di libertà  alla Procura della Repubblica di Avellino.

Sul posto veniva richiesto l’intervento di personale specializzato dell’ARPAC, per il prelievo di liquido al fine di espletare successive analisi di laboratorio per la caratterizzazione.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it