Flash news:   L’avvocato atripaldese Angelo Maietta nominato nel Comitato di gestione del Teatro “Carlo Gesualdo” Festa dei Musei 2017, il delegato alla Cultura Barbarisi: “la strada intrapresa è quella giusta” Amministrative 2017, la lista “Piazza Grande” lancia il primo contest fotografico intitolato all’artista Raffaele Troncone Green Volley, soddisfazioni dalle giovani atlete Amministrative 2017, il M5S in campo per il Bonus Energia. Sibilia: «Ci sono 3,5 milioni di famiglie che ne avrebbero diritto ma solo il 34% vi accede» e Francesco Nazzaro: «il Comune con noi sarà una casa di vetro». FOTO Amministrative 2017, Nunzia Battista presenta i candidati che compongono “Piazza Grande”:«persone di grande spessore e qualità che potranno contribuire a cambiare Atripalda». FOTO Concorso nazionale giornalini scolastici, primo posto al Liceo Scientifico di Atripalda: le congratulazioni del sindaco Paolo Spagnuolo Amministrative 2017, questa mattina in piazza Umberto si presenta la lista “Piazza Grande” Amministrative 2017, il Comitato Appia pronto ad incontrare le liste in campo Amministrative 2017, effettuato il sorteggio degli scrutatori. Ecco tutti i nomi sezione per sezione con i presidenti

Amministrative 2017, lo scontro nel Pd tra sindaco Spagnuolo e il suo vice Tuccia blocca l’approvazione del Bilancio: il Comune finisce in gestione provvisoria. Stasera resa dei conti nei democrat per le Primarie

Pubblicato in data: 8/4/2017 alle ore:08:30 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

La lite nel Pd per le candidatura tra il sindaco Paolo Spagnuolo e il suo vice Luigi Tuccia blocca l’approvazione del Bilancio con il Comune che finisce in gestione provvisoria.
Doveva essere approvato l’altra sera in Giunta il Bilancio di Previsione 2017 ma il clima sempre più teso che si respira a Palazzo di città, con il primo cittadino che coabita in una sorta di convivenza forzata con il suo vice, ormai da separati in casa, ha impedito il varo dello strumento contabile. E così il Comune del Sabato finisce in gestione provvisoria non avendo approvato il Bilancio entro il 31 marzo scorso (già gli Enti locali avevano beneficiato di una prima proroga dal 31 dicembre 2016 come previsto dal Testo Unico).
Così il Comune non potrà più spendere soldi nei limiti degli impegni finanziari già assunti con il Bilancio precedente e per i nuovi solo per quelli necessari ad evitare che siano arrecati danni patrimoniali certi e gravi all’Ente. Una paralisi nei fatti dell’attività dell’Ente che non potrà più effettuare spese se non per somme già impegnate.
Le distanze tra il primo cittadino e il suo vice appaiono sempre più insuperabili. Tra i due è in atto un duello sulle Primarie per la scelta del candidato sindaco dei democrat. Primarie auspicate da Tuccia e richieste pochi giorni fa, con un documento politico, dal gruppo di reggenza dei democrat atripaldese che hanno indicato come strada maestra e unica soluzione democratica, all’interno della diaspora Pd, le Primarie appunto per individuare la figura apicale da candidare a sindaco. Primarie alle quali ha già detto “no” da tempo il sindaco Paolo Spagnuolo neo tesserato democrat e pronto a ricandidarsi invece alla guida di una civica “Noi Atripalda”.
E proprio oggi pomeriggio è il giorno della verità e della resa dei conti in casa Pd: alle ore 17.00, presso l’ex aula consiliare in piazza Sparavigna, si terrà l’assemblea degli iscritti per discutere sulle Primarie in vista del voto amministrativo dell’11 giugno.
Primarie, che secondo il comitato di reggenza del partito composto da Antonio Iannaccone, Emanuela Auriemma e Costantino Pesca, rappresentano «l’unica via percorribile per garantire la coesione e l’unità di tutte le anime e le sensibilità che popolano il nostro partito». Una competizione auspicata e accolta con entusiasmo da Tuccia e sulla quale era data finora per certa la partecipazione anche dell’ex sindaco Aldo Laurenzano, che invece appare oggi pronto a dare forfait. Primarie da tenersi domenica 23 aprile e che potrebbero vedere una sfida a due. Uno scenario che avrebbe ripercussioni forti non solo in casa Pd, dove la scelta del sindaco uscente e dei suoi fedelissimi di candidarsi con una civica li collocherebbe nei fatti  al di fuori del partito a cui hanno da poco aderito online, ma anche su quei pezzi del partito, come gli ex assessori Maurizio De Vinco, Tony Troisi, Giacomo Foschi e Pasquale Penza che hanno da mesi sottoscritto l’adesione alla civica “Scegliamo Atripalda” che candida a sindaco il consigliere comunale dell’Udc Geppino Spagnuolo, che questa mattina invece, giocando d’anticipo sulle sorti in casa Pd, forse per arginare qualche possibile fuoriuscita dopo quella di Piazza Grande, si presenterà alla città, con il simbolo (anche questo secondo simbolo come quello di Noi Atripalda richiama la Dogana dei Grani), alle ore 11, presso il comitato elettorale di via Roma. Anche quest’ultimi (De Vinco-Troisi-Foschi e Penza) rischierebbero l’espulsione nel caso in cui si presenterebbero in prima persona, da tesserati Pd, contro la lista dei Democrat senza seguire il percorso tracciato dal partito cittadino. E su questo Tuccia e il suo gruppo appaiono intransigenti e pronti a chiedere molte teste.
Il tutto mentre in campo c’è già il Movimento 5 Stelle che candida a sindaco il giovane Francesco Nazzaro, che sarà presentato alla città sabato 15 aprile.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

6 Risposte »

  1. Bella figura e buon auspicio per il futuro governo della città!
    Cittadini stiamo molto attenti alle prossime elezioni. Almeno ora sappiamo per chi non votare…

  2. Per non fare brutta figura io me ne starei a casa

  3. PER NOI ME NE STAREI ALLA LARGA DA QUEI 2 non so a chi VOTARE ma mi orizzentero’

  4. Tuccia lavora all'”espulsione” di Foschi, Troisi e Penza? Ci sarebbe da chiedersi perché in passato non ha lavorato ad una loro “inclusione “. Comunque è una buona notizia. Ha cominciato a lavorare. Meglio tardi che mai.

  5. Geppino sarà il nuovo Sindaco.

  6. Il PD alle prossime politiche, prenderà una batosta che se la ricorderanno X tutta la vita.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it