Flash news:   Politiche 2018, martedì il governatore De Luca in città per le elezioni del 4 marzo Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Addio all’edicolante Carmelina Visone, il ricordo di Lello La Sala Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili” Condanna assessore Troisi, parla il difensore Chieffo: «Antonio si proclama innocente. E’ una sentenza di primo grado e siamo pronti a ricorrere in appello. C’è stata gestione frettolosa del dibattimento, sentenza che non condividiamo in nessun passaggio». L’invito del sindaco: «La questione è delicata e privata e merita cautela da parte di tutti. Eventuali valutazioni verranno fatte a mente fredda e successivamente»

Stop al contratto per i sei nuovi vigili, domani si conclude l’esperienza: ora si spera nel turn over

Pubblicato in data: 13/4/2017 alle ore:10:09 • Categoria: Attualità, ComuneStampa Articolo

Si conclude domani l’esperienza dei sei nuovi vigili urbani. L’Amministrazione comunale ha deciso di non rinnovare il contratto alle sei unità a supporto dell’organico della Polizia Municipale. Le sei unità  erano state assunte a tempo determinato a partire dal mese di novembre scorso, grazie ad un precedente bando svoltosi presso il comune di Santo Stefano del Sole nel 2013. Grazie infatti ad un protocollo d’intesa sottoscritto con il comune di Santo Stefano del Sole, che ha permesso l’utilizzo e lo scorrimento della graduatoria del concorso relativa alla selezione di nuovi vigili urbani, l’Amministrazione Spagnuolo si è avvalsa in questi mesi, con contratto a tempo part time, di sei nuove unità che sono andate a  rinforzare l’organico sottodimensionato degli agenti metropolitani. Tre donne e tre uomini in tutto: Angela Della Vecchia, Donatella Tomeo, Caterina Maffei, Giovanni Melillo, Gianluca Guida e Giovanni Amoroso.
«Riteniamo questa esperienza positiva e senz’altro da ripetere, ma che non poteva proseguire nel rispetto del Decreto Legislativo n°78 del 2010, il quale, all’articolo 9 del comma 28, fissa dei paletti ben precisi. Il dato positivo – spiega soddisfatto l’assessore al Bilancio e al Patrimonio,Domenico Landi – che ci fa ben sperare in un’apertura a questa possibilità di ripristinare questo servizio, è dettata dallo sblocco del turnover della Pubblica Amministrazione. E’ nelle nostre intenzioni infatti proseguire il rapporto già intrapreso a novembre del 2016, se sarà possibile superando il Decreto. Noi come amministrazione daremo sicuramente seguito al progetto intrapreso».
Poter contare su un maggior numero di vigili urbani è stata senz’altro una grande opportunità per il Comando dei Vigili, garantendo una maggiore presenza nelle strade per assicurare maggiore snellezza del traffico e nel contempo garantire il pieno rispetto del codice della strada e della legalità. Tuttavia non sono mancate lamentele, anche da parte di alcuni commercianti e utenti, che a loro dire si seno sentiti tartassati dagli innumerevoli verbali elevati  e dalla poca tolleranza mostrata nello svolgimento del servizio di controllo e vigilanza del territorio.
«E’ stata un’esperienza costruttiva per noi a livello lavorativo, ci siamo trovati benissimo con i colleghi e il comandante Giannetta, una persona  a modo e squisita – racconta la vigilessa Donatella Tomeo –. Quello che mi ha stupito invece è che in questi mesi abbiamo fornito un servizio positivo alla collettività ma abbiamo trovato anche molta resistenza.  Le critiche spesso sono venute da chi abitualmente contravveniva di più al codice della strada. Ma da parte nostra c’è stato grande entusiasmo  nel fornire tale servizio alla città e per questo confidiamo che l’amministrazione farà il possibile per ripeter l’esperienza».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 Risposte »

  1. Le assunzioni devono essere fatte attraverso un bando pubblico aperto a tutti i cittadini che rispettino determinati requisiti , basta con queste assunzioni appezzottate, sono un ragazzo di Atripalda e voglio partecipare anche io al concorso per Agenti di polizia Municipale, sia fatto un bando pubblico

  2. Si sono fatti molti nemici per aver svolto il loro lavoro, mentre i vigili continuano a non farsi vedere. Perchè???

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it