Flash news:   Quattro fototrappole nei luoghi più sensibili cittadini collegate al Comando dei Vigili contro l’abbandono dei rifiuti Smaltimento rifiuti speciali pericolosi, domani gazebo in piazza degli “Amici di Beppe Grillo Atripalda” L’assessore Moschella annuncia: “Tolleranza zero per chi non rispetta e inquina il nostro ambiente” Torna a settembre Giullarte finanziata con 40mila euro dalla Regione. L’annuncio dell’amministrazione del sindaco Geppino Spagnuolo ”Omaggio a Totò”, l’artista atripaldese Enzo Angiuoni in mostra in Abruzzo Atripalda Volleyball, c’è la riconferma di De Palma: “Onorato di essere capitano” Ennesimo atto vandalico la scorsa notte all’ ”Orto Sabino”: incendiata la casetta. FOTO Troppe gente in piazza Umberto, polemiche per l’improvvisa sospensione del concerto di Tony Tammaro. Le scuse di Don Ranieri mentre il sindaco: “interruzione non determinata dall’intervento delle forze di polizia presenti e preposte a garantire l’ordine pubblico” Smaltimento rifiuti speciali pericolosi, gli Amici di Beppe Grillo Atripalda avviano una petizione Atripalda Volleyball, al centro c’è Andrea Silvestri: “Stregato dal progetto importante”

25 Aprile, Festa della Liberazione

Pubblicato in data: 25/4/2017 alle ore:09:40 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Il 25 Aprile in Italia è la Festa della Liberazione, si ricorda cioè l’anniversario della liberazione dal nazifascismo.
Durante la seconda guerra mondiale (1939-1945), dopo il 1943, l’Italia si ritrovò divisa in due: al nord Benito Mussolini e i Fascisti avevano costituito la Repubblica Sociale Italiana, vicina ai tedeschi e al Nazismo di Hitler, mentre al sud si formò in opposizione il governo Badoglio, in collaborazione con gli Alleati americani e inglesi.
Per combattere il dominio nazifascista si era organizzata la Resistenza, formata dai Partigiani. Questi erano uomini, donne, giovani, anziani, preti, militari, persone di diversi ceti sociali, diverse idee politiche e religiose, ma che avevano in comune la volontà di lottare personalmente, ognuno con i propri mezzi, per ottenere in patria la democrazia e il rispetto della libertà individuale e l’uguaglianza.
Il 25 aprile 1945 i Partigiani, supportati dagli Alleati, entrarono vittoriosi nelle principali città italiane, mettendo fine al tragico periodo di lutti e rovine e dando così il via al processo di liberazione dell’Italia dall’oppressione fascista. Qualche anno dopo, dalle idee di democrazia e libertà, è nata la Costituzione Italiana.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  • 25 Aprile, Festa della Liberazione
    25 Aprile, nota di Luigi Caputo (Prc)

    25 APRILE: LIBERAZIONE Sarà bene scandirla con forza, quest'anno, la parola liberazione. Non solo e non tanto per la suggestione degli...

    Pubblicato il: Commenti: 0
  • 25 aprile e 1 maggio, la nota di Luca Criscuoli

    In questi giorni di importanti ricorrenze corre l'obbligo di intervenire nell'agone politico che sta caratterizzando la campagna elettorale...

    Pubblicato il: Commenti: 15
  • 25 Aprile, Festa della Liberazione

    Il 25 Aprile in Italia è la Festa della Liberazione, si ricorda cioè l'anniversario della liberazione dal nazifascismo. Durante la seconda...

    Pubblicato il: Commenti: 0
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. W L’ITALIA LIBERA E DEMOCRATICA

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it