Flash news:   Al via la prima edizione di “Rione in Rock” a contrada Alvanite Addio a mister Pasquale Pormile, la pallavolo irpina in lutto. Il cordoglio della Green Volley Don Fabio sulla gru per l’alzata del pannetto di San Sabino. FOTO Consiglio comunale sul Previsionale, il sindaco: “Lotta all’evasione e risparmi per riequilibrare in tre anni il disavanzo di 2 milioni e 700mila euro” Riparata la copiosa perdita d’acqua in via Pietramara e via Testa. FOTO Seconda diffida prefettizia sul Previsionale, il sindaco convoca il Consiglio comunale per fine agosto “Guidami sotto le Stelle” domani sera presso il Parco Archeologico di Abellinum Amichevole Avellino-Frosinone (19/8 ore 20:30), info prevendita Primavera Irpinia Atripalda plaude all’apertura della sede di Forza Italia L’Avellino parte col piede giusto in Coppa Italia

Amministrative 2017, nasce il “Movimento Rete Democratica” che sostiene il sindaco uscente. Candella: «Con Paolo Spagnuolo risanato il bilancio e discontinuità con il passato». FOTO

Pubblicato in data: 10/5/2017 alle ore:09:18 • Categoria: PoliticaStampa Articolo


Nasce anche in Irpinia il “Movimento Rete Democratica” pronto a misurarsi nelle prossime Amministrative a sostegno del sindaco uscente. Ad illustrare ieri sera l’iniziativa Antonio Candella, socio fondatore e referente provinciale. Sposato e padre di due figli, vanta esperienza manageriale e consulenza aziendale. Ricopre il ruolo di consigliere della segreteria provinciale Fna di Avellino con delega al Mondo Agricolo e Politiche di sviluppo. «Il movimento intende attuare una politica partendo dal basso, coinvolgendo direttamente i cittadini rimasti emarginati dagli ambienti politici negli ultimi anni, gente comune che quotidianamente combatte per cercare di emergere in una società strozzata dalle tasse – illustra Antonio Candella -. Ci stiamo strutturando sul territorio. Per questo Mdr scenderà in campo anche in Irpinia, a partire dalle prossime competizioni amministrative, con la candidatura di persone che conoscono i problemi reali del Paese. Abbiamo come movimento preso parte a diverse trattative ad Atripalda a cui l’associazione era stata invitata. Oggi avvertiamo la responsabilità di dare man forte al progetto politico del sindaco uscente in quanto riteniamo che in questi cinque anni Paolo Spagnuolo, pur tra mille difficoltà, abbia comunque dato un segnale di discontinuità con il passato, risanando il bilancio e scongiurando il dissesto. Mettiamo a disposizione le professionalità del movimento per attingere fondi europei che rappresentano l’unica strada per un rilancio economico della città». L’associazione politico-culturale indipendente, lontana da qualsiasi schieramento politico, si prefigge di diventare una valida alternativa nel complesso scenario politico nazionale. «Il movimento vuole essere un luogo di partecipazione e di rappresentazione delle richieste di tutti i soggetti più deboli, che rimangono molto spesso inascoltate – illustra Candella -. Il nostro programma è sicuramente ambizioso ma abbiamo il coraggio e le competenze per pensare di riuscire veramente a cambiare qualcosa e a restituire un pò di dignità alle persone che vivono in pieno disagio sociale ed economico». Alla conferenza stampa di ieri sera presente il sindaco Paolo Spagnuolo: «Saluto con favore tutti i movimenti e le associazioni che nascono dal basso e che intendono portare una partecipazione attiva dei cittadini nella vita pubblica. Conosco bene Antonio che è ormai ben radicato sul territorio atripaldese e anche provinciale, un ragazzo pieno di idee, iniziative e risorse che avrò il piacere di annoverare tra le fila della mia lista».
Intanto si accende la campagna elettorale. Un rush finale che vede in campo per ora quattro liste: oltre quella dei Cinque Stelle con il giovane Francesco Nazzaro c’è la civica “Noi Atripalda” del sindaco uscente, la civica “ScegliAmo Atripalda” che candida il consigliere comunale dell’Udc Geppino Spagnuolo e infine la lista di “Piazza Grande” dell’unica donna candidata a sindaco, la consigliera Nunzia Battista. Ancora incerto appare invece il destino della lista targata Pd per le difficoltà che sta trovando il vicesindaco dameliano Luigi Tuccia, lasciato solo da pezzi importanti del partito cittadino che sono già a sostegno del sindaco uscente o di Geppino Spagnuolo. Tuccia, che era stato designato dall’assemblea cittadina dei democrat come unico candidato alle Primarie, ha avviato una trattativa per sottoscrivere un’intesa con la civica di Geppino Spagnuolo.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (7 votes, average: 1,57 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 Risposte »

  1. Ahahah, risanato il bilancio.
    Mago Silvan. Sembra che di tutti i debiti del Comune sono stati inglobati in uno solo e sembra che per 30 anni bisognerà pagare qualcosa come 300 mila euro l’anno.
    Altro che risanare.

  2. Un ottimo cantidato. Complimenti!

  3. Vorrei che il sig. Candella spiegasse agli atripaldesi in che modo Spagnuolo ha risanato il bilancio comunale,quale è stata la sua bravura. Resto in attesa di sapere.

  4. QUESTO SI FA VEDERE UNA VOLTA OGNI 5 ANNI…..POI SPARISCE!!!!!

  5. Ma se avete sanato il bilancio, se vi è rimasto qualche spicciolo, comprate qualche berretto ai vigili perchè si presentano come una banda musicale.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it