Flash news:   Presenza di ratti alla scuola media di via Pianodardine, l’interrogazione di “Noi Atripalda” Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, il dipendente Walter Innaccone rassegna le dimissioni: “Me ne vado perché mia cognata deve essere messa in grado di lavorare per l’amministrazione e il bene del paese senza che ci siano illazioni. Contro la sentenza ricorrerò in appello”. FOTO Amministrative 2017, lunedì sera Consiglio Comunale d’insediamento Borse di studio in ricordo della professoressa Anna Maria Pennella, tante emozioni alla cerimonia di consegna nella Sala consiliare. FOTO Fiume Sabato, arrivano i fondi per la riqualificazione Questo weekend in scena la VI° edizione di “Children’s Day” Amministrative 2017, ieri sera prima riunione di Giunta. Il sindaco Spagnuolo: «fondamentale è lavorare di squadra. Nel tempo ci saranno aggiustamenti ed eventuali rotazioni per aumentare l’efficienza» Alzata del pannetto per la festa della Madonna del Carmelo Amministrative 2017, nota di Lello La Sala (Piazza Grande): “Archiviata una campagna elettorale opaca e velenosa” Amministrative 2017, ecco tutte le deleghe assegnate dal sindaco

Amministrative 2017, Nunzia Battista apre i comizi in piazza Umberto: «Sono di nuovo tutti in campo, un pò di qua un pò di là, abilmente rimescolati e camuffati, con il nome del candidato sindaco sempre lo stesso. Evitateli». FOTO

Pubblicato in data: 29/5/2017 alle ore:03:00 • Categoria: Politica, Lista "Piazza Grande"Stampa Articolo

«Sono di nuovo tutti in campo, un po’ di qua un po’ di là, abilmente rimescolati, camuffati dietro nuovi simboli neanche tanto belli! E di certo di civico hanno poco. Di buono quasi niente. Di nuovo non ne parliamo proprio. Evitateli!! Li riconoscerete dal nome del candidato sindaco, mi basterebbe dirne uno, tanto è sempre lo stesso. Amici io vi esorto per il bene della nostra comunità a riflettere». Parte da qui l’affondo di Nunzia Battista, candidato sindaco della lista “Piazza Grande”,  che dal palco del suo primo comizio tenuto domenica mattina in piazza Umberto, si scaglia contro il duo Spagnuolo.
Ecco di seguito l’intervento iniziale e l’appello conclusivo del candidato sindaco della civica “Piazza Grande”.
Amici di Atripalda buongiorno.

E’ con vera emozione che saliamo oggi su questo palco.

A distanza di 5 anni ritrovarsi nuovamente in piazza a chiedere a voi tutti di sostenerci mi riempie di orgoglio.

Si! Perché Piazza Grande è l’unico simbolo che si ripresenta dopo 5 anni agli elettori.

Diciamo la verità, perché nonostante i partiti che in questi 5 anni hanno discusso delle sorti del nostro paese, nonostante per 5 anni un coacervo indefinito di forze, tra i vari cambi di casacca del sindaco uscente e gli spostamenti strategici di assessori e consiglieri abbia avuto l’opportunità di dimostrare le proprie capacità, la verità è questa: siamo gli unici che non hanno niente di cui vergognarsi!

Abbiamo svolto, con un solo consigliere comunale, la migliore opposizione….l’unica e reale opposizione. A questa indefinibile maggioranza.

Un’azione in consiglio comunale attenta, puntuale, efficace, ed  è stato impossibile, credetemi, essere propositivi perché l’amministrazione era chiusa nelle sue stanze, lontana dal consiglio comunale e dai cittadini come voi tutti avete verificato;

occupata solo a mantenere la sedia, il potere: non ha fatto nulla per il bene della comunità.

Cari amici state attenti!!

Sono di nuovo tutti in campo, un po’ di qua un po’ di là, abilmente rimescolati, camuffati dietro nuovi simboli… neanche tanto belli!

E di certo di civico hanno poco

Di buono quasi niente

Di nuovo non ne parliamo proprio.

Evitateli!! Li riconoscerete dal nome del candidato sindaco, mi basterebbe dirne uno, tanto è sempre lo stesso.

Amici io vi esorto per il bene della nostra comunità a riflettere.

Non avevo dubbi!

Più passano i giorni e più la città comprende, apprezza, condivide e decide di sostenerci!

E si perché votare PIAZZA GRANDE significa essere Liberi.

Cittadini consapevoli che hanno a cuore le sorti della loro città.

NON si vota l’amico se non si condivide il suo percorso ma si rimane amici più di prima.

NON si vota il proprio capo, il datore di lavoro se l’ idea di città che ha è diversa dalla nostra ma si rimane rispettosi.

NON si vota nemmeno il compagno di partito se il partito non c’è, ha fallito, si è diviso, ha tradito i tuoi ideali e sembra assecondare le ambizioni di uno o di pochi ma si rimane in quei partiti e si lavora per far rinascere il confronto politico.

NON si vota perché qualcuno ti ha fatto un “piacere”, perché altrimenti quello non era un piacere,era uno scambio.

NON si vota perché ti hanno fatto una promessa, perché la stessa promessa la fanno ad altri 1000 e così hanno solo umiliato la tua intelligenza.

SI VOTA per avere una città dove tutti sono amici, dove il lavoro è rispettato come la propria dignità, dove la politica è il sale del confronto leale e sereno tra le parti, dove chi aiuta un conoscente lo fa per gentilezza, dove non si USA il bisogno degli altri per il proprio tornaconto.

Ad Atripalda si può votare

Voi avete l’alternativa, l’alternativa sono le belle persone che stanno oggi su questo palco.

Sono fiera, orgogliosa, veramente felice di essere circondata da queste donne e da questi uomini.

Abbiamo fatto una lista nuova, pulita, di persone competenti, capaci di dare il loro tempo agli altri, perché già lo fanno da anni.

Non vi stanno dicendo, come ha fatto qualche candidato di altre liste, che solo dopo essere stato eletto  si impegnerà  a capire quali sono i problemi della città per cercare di affrontarli.

No, i nostri candidati i problemi li conoscono già, li vivono nel quotidiano insieme agli altri cittadini, si impegnano da anni per la comunità in cui vivono, silenziosamente, senza il bisogno di ricevere applausi; lo fanno perché sono dei cittadini modello in cui ognuno di voi si potrà riconoscere.

Saluto Eliana Visilli e Filomena De Simone che oggi per impegni familiari e di lavoro non sono presenti e brevemente aggiungo a quanto hanno detto domenica scorsa nella loro presentazione, che sono fiera di dire che rappresentano quella parte della lista costituita dalle nostre donne da cui non potremmo prescindere, di cui la nostra città ha bisogno.

Le nostre donne, che non sono in lista solo perché la legge impone le quote rosa, sono l’orgoglio mio e dei nostri candidati uomini, la dimostrazione che le donne sanno, possono e devono fare politica.

L’appello finale:

Cari amici avete delle possibilità.

Scegliere il passato che ha ridotto così il nostro paese ed ha ammesso di non aver saputo fare di più.

Scegliere il passato che ha ammesso di essere stato troppo eterogeneo per poter fare, ma ci riprova con le stesse differenze… e come tutti sapete perseverare è diabolico!

Scegliere il cambiamento vero, la coerenza, l’impegno.

Cari concittadini, votate Piazza Grande!

Abbiamo l’entusiasmo, le competenze, l’esperienza necessarie per cambiare in meglio il nostro paese!

Atripalda merita di rinascere.

Il voto alla nostra lista è un voto libero da ogni logica clientelare, libero da ogni condizionamento politico, ma è il voto che permetterà alla politica di rinascere perché garantirà in questi 5 anni il confronto, la collaborazione, la libertà e la pluralità delle idee.

E’ il voto dei cittadini, che consapevolmente vogliono essere rappresentati in maniera appassionata e coerente nella certezza che il consenso che riceveremo sarà utilizzato solo per il bene della comunità.

E’ il voto dei cittadini che hanno il coraggio di cambiare.

E’ il voto di chi si lamenta, ma che ha scelto la strada per reagire.

Atripalda non merita tutto quello che stiamo vivendo.

Atripalda è una grande comunità che sa come fare per rinascere.

Si deve votare Piazza Grande, si deve votare la buona gente che è candidata con noi

Viva Atripalda, votate Piazza Grande!

NUNZIA BATTISTA

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (13 votes, average: 4,08 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 Risposte »

  1. Come se lei ,democristiana di lungo corso, e il professore La Sala si possano definire il nuovo. Abbiate la decenza di tacere.

  2. Infatti…concordo con Mario

  3. vorremmo avere nunzia battista sindaco e lello la sala assessore alla cultura, sarebbe veramente una grande novità, le persone giuste al posto giusto, e dedichiamo loro questi bei versi antichi eppur così nuovi:

    ” c’è qualcosa di nuovo oggi nel sole , anzi d’antico : io vivo altrove, e sento che sono intorno nate le viole” (giovanni pascoli)

  4. Grande Mario glielo hai detto bene… gli smemorati

  5. E chi sarebbero gli smemorati? Si guardi intorno l’anonimo cittadino comune o si guardi allo specchio (magari insieme ai sedicenti Mario e Andrea). Consulti curricula e si informi sulle storie personali e su quelle politiche, esamini, si guardi intorno e finalmente forse vedrà il nuovo… nel listone unico dei due Spagnuolo o dove vorrà. Ci sono sempre meno persone, in questa campagna elettorale, e sempre più fake di bronzo. Gli osservatori sereni sanno che non è un bene.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it