Flash news:   Tolleranza zero contro lo sversamento dei rifiuti, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo replica all’assessore Moschella così: “solo chiacchiere mentre si continua a campare di rendita” Atripalda Volleyball, Del Gaizo torna nella città del Sabato: “Vogliamo fare un campionato di vertice” Ad Atripalda torna l’appuntamento con ‘Giullarte’, la soddisfazione della consigliera Gambale Culla Lombardi-Parziale, auguri alla piccola Ginevra Quattro fototrappole nei luoghi più sensibili cittadini collegate al Comando dei Vigili contro l’abbandono dei rifiuti Smaltimento rifiuti speciali pericolosi, domani gazebo in piazza degli “Amici di Beppe Grillo Atripalda” L’assessore Moschella annuncia: “Tolleranza zero per chi non rispetta e inquina il nostro ambiente” Torna a settembre Giullarte finanziata con 40mila euro dalla Regione. L’annuncio dell’amministrazione del sindaco Geppino Spagnuolo ”Omaggio a Totò”, l’artista atripaldese Enzo Angiuoni in mostra in Abruzzo Atripalda Volleyball, c’è la riconferma di De Palma: “Onorato di essere capitano”

Amministrative 2017, i quattro candidati a sindaco sottoscrivono la piattaforma con l’associazione Libera Atripalda

Pubblicato in data: 30/5/2017 alle ore:07:00 • Categoria: Attualità, PoliticaStampa Articolo

I quattro candidati a sindaco sottoscrivono un patto con l’associazione Libera Atripalda. In occasione delle amministrative, il presidio di Libera “Pasquale Campanello” ha lanciato “6XESSERCI”: una piattaforma di sei richieste con la quale ribadisce con forza alcuni punti del fare e dell’agire che caratterizzano l’associazione. «Dopo la presentazione abbiamo voluto incontrare tutte e quattro le liste in corsa per aver un confronto con i quattro candidati a sindaco sulle tematiche dell’associazione  – spiega Antonio Di Gisi, referente di Libera Atripalda -. Gli incontri sono stati tutti gratificanti». Sei i punti  alla base della piattaforma: avviso pubblico, trasparenza, bene comune, ambiente, azzardo e memoria. «Più della metà dei candidati al Consiglio comunale ha aderito nonché i quattro candidati a sindaco – prosegue -. Non ci siamo dati una scadenza ben precisa e per chi non ha ancora sottoscritto basta contattarci». Con avviso pubblico e trasparenza Libera richiede di mettersi in rete con altri enti contro le mafie e per un’amministrazione pulita contro la corruzione. Trasparenza intesa anche come accessibilità del cittadino alla vita amministrativa attraverso un sito internet accessibile e la carte dei servizi. Sul bene comune Libera chiede l’istituzione di un Registro dei beni di proprietà comunale per garantire a tutti i cittadini di poterli utilizzare alle stesse condizioni. Sull’ambiente si punta a dar voce alla battaglia portata avanti dell’associazione “Mo’ Basta” contro l’inquinamento della Valle del Sabato. «Abbiamo inoltre richiesto ai sindaci di aderire al manifesto contro il gioco d’azzardo per regolamentare questa piaga sociale conclude Di Gisi -. Infine il punto sulla memoria è una richiesta al Comune di collaborare con noi e con le istituzioni scolastiche per  celebrare la giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie istituita come legge lo scorso 8 marzo. Ai candidati sindaci abbiamo richiesto una scelta di coerenza , di bellezza e di responsabilità».
Questi i commenti dei quattro candidati in corsa. Per il sindaco Paolo Spagnuolo: «Il 20 maggio presso la sede di “Noi Atripalda”, ho incontrato insieme alla mia squadra il presidio Libera “Pasquale Campanella’ di Atripalda. Il giovane Antonio Di Gisi, in qualità di responsabile, ha presentato i 6 punti programmatici del documento “Esserci”: Avviso Pubblico, Trasparenza, Beni Comuni, Ambiente, Azzardo, Memoria. È stato chiesto in merito una sottoscrizione di impegno che sia io che i miei candidati non abbiamo avuto difficoltà ad accogliere. Libera è un’associazione che attiva progetti sul territorio e nelle scuole, mettendo a servizio della comunità un impegno sano, costruttivo e proficuo. Non posso non tener conto di un tale valore, tra l’altro appartenente a giovani esemplari. Con loro, se sarà “Noi Atripalda” ad amministrare nel prossimo quinquennio,  costruiremo percorsi di legalità attiva e responsabile» .
Per Giuseppe Spagnuolo: «Nei giorni scorsi ho incontrato insieme a tutti e 16 i candidati della lista “ScegliAmo Atripalda”, i referenti locali dell’Associazione Libera per ascoltare le loro proposte, discutere insieme a loro di tematiche importanti come la legalità e la trasparenza dell’azione amministrativa. Abbiamo sottoscritto, insieme a tutti i candidati, i sei obiettivi della piattaforma ‘6xeEsserci’ presentata dall’Associazione. Molti argomenti ampliano alcune direttrici fondamentali che sono previste nel nostro programma elettorale. Tematiche che sono necessarie infatti, per un miglior funzionamento della macchina amministrativa. Il nostro primo impegno sarà quello di coinvolgere la cittadinanza nei processi decisionali e amministrativi, attraverso tutti i possibili strumenti di comunicazione e di partecipazione esistenti. Il Comune di Atripalda deve diventare la casa dei cittadini».
Per Nunzia Battista: «Apprezziamo molto noi tutti candidati di Piazza Grande la premessa che Libera fa al suo manifesto “6xEsserci” dove dice che l’associazione è apartitica ma non apolitica perché riteniamo che la politica è servizio ed è per questo che siamo scesi in campo: per cambiare il modo di fare la politica nel nostro paese. Trasparenza; attenzione e valorizzazione dei beni comuni; l’importanza della memoria – che noi riteniamo fondamentale anche dal punto di vista storico culturale e artistico, soprattutto promuovendo la memoria di nostri concittadini, figli di Atripalda, illustri; la semplificazione amministrativa – che rende realmente fruibili i servizi offerti dall’Ente ai cittadini; sono già alla base del programma di Piazza Grande. In particolare però, siamo felici di condividere con Libera l’impegno forte sull’ambiente che diventa per noi una assoluta priorità e rispetto al quale ci siamo confrontati con le associazione che già operano egregiamente sul nostro territorio. Questo insieme all’emergente piaga che è il gioco d’azzardo su cui crediamo che l’amministrazione uscente abbia serie responsabilità visto che negli ultimi anni ad Atripalda, sono nate come i funghi numerose sale Slot».
Infine il candidato Francesco Nazzaro: «Sottoscrivere il manifesto 6xEsserci, proposto dall’associazione Libera, è stato un qualcosa di naturale per noi del MoVimento 5 Stelle. Le richieste di Libera riguardano tematiche, anzi in un certo senso battaglie,  che ci accomunano: consigli comunali monitorati in diretta, come da anni chiediamo e pretendiamo, trasparenza e amministrazioni virtuose; incentivi alla bioedilizia e alla green economy, che sono il nostro cavallo di battaglia a livello nazionale. Mentre per quanto riguarda la Valle del Sabato, abbiamo promosso l’iniziativa “stop al biocidio”, raccogliendo circa 3000 firme depositate al Prefetto. Il nostro portavoce Carlo Sibilia ha dato eco all’iniziativa con una interrogazione parlamentare e ora la problematica è arrivata, grazie all’europarlamentare Pier Nicola Pedicini, alla commissione Ambiente in Europa. Per quanto riguarda il gioco d’azzardo, il problema nasce dal fatto che a guadagnare soldi sulla povera gente è spesso qualche amico dell’amico del politico romano che concede la licenza. Infine riteniamo che sia un nobile gesto quello di partecipare alla celebrazione della “Giornata Nazionale della Memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie” il 21 marzo. Sono certo che anche il Giudice Ferdinando Imposimato sarà felice di questa nostra adesione e sarà ulteriormente fiero di sostenerci. In definitiva credo che per noi del Movimento 5 Stelle sia stata una cosa naturale e più che normale la nostra presenza, ma la domanda è: cosa ci facevano gli altri?!».

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Quanta ipocrisia, sottoscrivere impegni che già non rispettate durante la campagna elettorale in corso. Tutti prendete in giro gli elettori promettendo lavoro, regalando cose in cambio del voto. Iniziate ad essere coerenti fin dalla campagna elettorale. Il rwsto sono chiacchiere e poi chi ha assegnato a questa associazione il primato morale ad Atripalda? Tutti ipocriti e falsi.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it