Flash news:   Tolleranza zero contro lo sversamento dei rifiuti, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo replica all’assessore Moschella così: “solo chiacchiere mentre si continua a campare di rendita” Atripalda Volleyball, Del Gaizo torna nella città del Sabato: “Vogliamo fare un campionato di vertice” Ad Atripalda torna l’appuntamento con ‘Giullarte’, la soddisfazione della consigliera Gambale Culla Lombardi-Parziale, auguri alla piccola Ginevra Quattro fototrappole nei luoghi più sensibili cittadini collegate al Comando dei Vigili contro l’abbandono dei rifiuti Smaltimento rifiuti speciali pericolosi, domani gazebo in piazza degli “Amici di Beppe Grillo Atripalda” L’assessore Moschella annuncia: “Tolleranza zero per chi non rispetta e inquina il nostro ambiente” Torna a settembre Giullarte finanziata con 40mila euro dalla Regione. L’annuncio dell’amministrazione del sindaco Geppino Spagnuolo ”Omaggio a Totò”, l’artista atripaldese Enzo Angiuoni in mostra in Abruzzo Atripalda Volleyball, c’è la riconferma di De Palma: “Onorato di essere capitano”

Sibilia premia l’Asd Abellinum Calcio nella sala consiliare: «Atripalda sta rinverdendo i fasti di un passato» ed elogia il sindaco: «l’amministrazione ha fatto cose buone rispetto al Bilancio che qualcuno oggi vuole rinnegarle». Spagnuolo: «è la vittoria dello sport atripaldese». FOTO

Pubblicato in data: 30/5/2017 alle ore:10:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

«Dobbiamo fare attività sportiva. Un euro speso nel mondo dello Sport, come sostiene Malagò è un euro speso in meno nella sanità. Crediamo fortemente che lo sport sia un valore attinente anche alla salute. Rispetto a questi impegni ci sono le condizioni per migliorare. Lo sport è divertimento e salute».
E’ il messaggio e il saluto portato dal vicepresidente vicario della Figc e presidente della Lega Nazionale Dilettanti, senatore Cosimo Sibilia (FOTOSERVIZIO CURATO DA MARIO D’ARGENIO), che ieri sera ha premiato la compagine dell’Asd Abellinum Calcio 2012, protagonista di un torneo  esaltante  che ha consentito il passaggio al campionato di Promozione (80 punti conquistati in 30 partite giocate, 26 vittorie e solo 2 sconfitte e altrettanti pareggi).
«Atripalda sta rinverdendo i fasti di un passato. Essere qui stasera è per me un motivo di orgoglio e assoluta vicinanza per coloro che si impegnano nel mondo dilettantistico del calcio – ha proseguito Sibilia -. Do atto di aver conseguito un importantissimo risultato: quando si parte non si è mai certi di vincere ma si possono raggiungere traguardi importanti con impegno, sacrifici, serietà, correttezza, programmazione e determinazione. Il risultato ottenuto impegna tutti voi a fare ancora meglio per il futuro. Penso che una città come Atripalda, con un sindaco sportivo come Spagnuolo, può raggiungere obiettivi nel tempo e nella programmazione e grandissimi risultati. Tutto tranne di quello che è successo nel Comitato campano dove c’è una gestione commissariale. Avete un presidente competente, con lui abbiamo antichi rapporti sporti. Sul campo di calcio la risposta l’ha data Saviano: usufruire del credito sportivo con un bando a tasso zero. Ci sono qui tutte le condizioni per Atripalda per ritornare nel panorama sportivo regionale. Ad Alfredo (Cucciniello ndr.) dico: i detrattori ci sono quando uno ottiene i risultati, altrimenti non ce ne sono. E’ come se un’amministrazione comunale rispetto al Bilancio ha fatto delle cose buone e poi qualcuno vuole rinnegarle oggi. Così come da presidente del Comitato campano non ho mai chiuso un bilancio in negativo ma in positivo di centinaia di migliaia di lire. Nello sport come nello politica solo quando c’è trasparenza, correttezza e onestà si ottengono i risultati».
L’appuntamento si è svolto presso l’aula consiliare di piazza Municipio, alla presenza anche del presidente del Coni provinciale, Peppino Saviano: «Qui ad Atripalda c’è una lunga storia di sport come la Pallavolo in A2 e la Mezza Maratona. Spero che possa essere rinverdita questa esperienza. Se arrivano i risultati un motivo c’è: impegno e sacrifici costanti sul campo. Un augurio che questa squadra possa arrivare a quel derby Avellino-Atripalda finita 1 a 0. Atripalda ha radici antiche nello sport e merita un palcoscenico più importante. Il tuo bilancio non è in passivo Paolo, si può trovare una soluzione con il credito sportivo per contrarre un mutuo per installare l’erba sintetica nello stadio Valleverde».
Saviano suggerisce poila nascita i una polisportiva cittadina.
Una cerimonia, voluta dal sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo, che ha così inteso riconoscere il giusto tributo alla società atripaldese: «Sono felice di vedere un’aula consiliare così gremita. Evidentemente è molto sentita questa manifestazione. Questa non solo è una vittoria di una squadra di calcio, ma una vittoria dello sport atripaldese. Ringrazio Sibilia, un uomo di calcio. Cosimo certamente scalerà anche il vertice del calcio professionista e grazie al papà che è stato un grande presidente. Grazie al presidente Saviano con il cui impegno abbiamo dato vita a tante manifestazioni in città. La vittoria dell’Abellinum è stata una vittoria di un gruppo, dei calciatori e dell’allenatore. Questa squadra è stata una grande famiglia. Aver giocato poi in una struttura sportiva oggetto di tanti episodi: tempo fa ricordo sono stato costretto a chiuderla perché mancavano i requisiti minimi, oggi grazie all’impegno della società ci troviamo in una struttura riqualificata che può ospitare fino a 300 posti. Uno dei più belli e funzionali della provincia. Manca però il manto sportivo che non è un bello spettacolo. Vorrei strappare al presidente, sotto questo profilo un impegno. Voglio ricordare anche l’esperienza del passato con i Montuori e altri è l’auspicio di poter arrivare a traguardi sempre più alti».
Auspica infine un clima di collaborazione con tutte le associazioni sportive cittadine il primo cittadino: «se ci sono più società deve essere un vanto e non si deve trasformare in una competizione. Perciò auspico maggiore collaborazione. Avete portato il buon nome di Atripalda più in alto. Speriamo che l’anno prossimo potremo scalare qualche altro gradino».
A presiedere il sodalizio calcistico della società costituita nel 2012, Alfredo Cucciniello: «Sono grato all’Amministrazione comunale che ci ha fatto questo grande onore di riceverci, premiarci e gratificarci nel Palazzo di città. L’ingrediente fondamentale per ottenere i risultati che abbiamo ottenuto è stata essere una grande famiglia. Offriamo, oltre al gagliardetto, l’amore per lo sport e l’amore per questa città. Questa cerimonia ci fa sentire meno soli di come ci siamo sentiti in questi anni visto che abbiamo molti detrattori che non ci conoscono e non hanno mai chiesto cosa stessimo facendo. Dal canto nostro l’impegno profuso, anche economico, la passione. Abbiamo avuto il coraggio e la determinazione di rimboccarci le maniche e impegnare anche delle risorse che abbiamo destinato alla città perché anche se gestiamo il campo, e non so fino a quando, non è il nostro ma è patrimonio di questa città. Non mi aspetto un grazie ma un po’ di rispetto per quello che stiamo facendo. Mi auguro solamente che la nostra associazione sportiva non venga usata e strumentalizzata dalle persone che non sono qui. Noi ci mettiamo al servizio di questa città come associazione sportiva e ci teniamo a non mischiare le nostre vicende sportive con quelle della politica. Se volevamo utilizzare per tale fini, penso che tra i candidati al Consiglio comunale ci poteva stare anche il sottoscritto».
Infine un saluto dell’allenatore Gianluca Della Rocca, il mister della cavalcata trionfale. Nei suoi occhi, nascosti da una mascherina, la commozione e la gioia per una sfida vinta: «dietro c’è stata una grande programmazione. Due anni fa non si rideva. Loro veramente ci hanno messo tanto all’interno del campo. La speranza è che quello stadio si riempia di tifosi».

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 3,67 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 Risposte »

  1. Quanti Atripaldesi?
    Nessuno, solo candidati e amici di candidati.

  2. Sibilia che appoggia un sindaco del PD. Spero che alle imminenti elezioni politche gli elettori di Forza Italia se ne ricordino.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it