Flash news:   Elezioni Rsu al Comune, vince la Cgil. La soddisfazione del responsabile Valter Ventola Il Circolo si fa in tre tra Lazio, Campania e Sicilia Bilancio di Previsione 2018, il Prefetto diffida il Comune e l’opposizione di “Noi Atripalda” attacca l’Amministrazione sull’aumento della Tari con un manifesto Dieci anni dopo l’Half Marathon domani torna “l’Irpinia corre”, il sindaco: “occasione di promozione del nostro territorio e di aggregazione per i giovani” Via libera dall’Anas all’installazione dell’autovelox sulla Variante: sarà spostato di 150 metri più avanti. Parla l’assessore Musto Conclusa la potatura dei platani parla la delegata Anna De Venezia: “abbiamo scelto la salute degli alberi realizzando una potatura più leggera” Mancanza del certificato di agibilità per pubblico spettacolo e dell’autorizzazione del sindaco, scoppia il caso della palestra “Adamo” dopo la lite di sabato e la denuncia dei Carabinieri. Il sindaco: “Stiamo percorrendo l’iter per far acquisire alla struttura i requisiti necessari” Atripalda Volleyball, per la serie D sfuma il sogno promozione: passa il San Marzano Sacripanti: “traguardo storico per la squadra e la città” La Sidigas Scandone Avellino raggiunge la finale di FIBA Europe Cup

Grande cuore Sidigas ma in finale va Venezia. FOTO

Pubblicato in data: 6/6/2017 alle ore:08:28 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Non basta il cuore della Sidigas Scandone, la Reyer sbanca il parquet irpino (83-84) in Gara 6 e si regala l’accesso alle finali. Sacripanti si presenta con una novità per provare ad allungare la serie a Gara 7: c’è Shawn Jones in rotazione al posto di Levi Randolph. Alla prima sirena Avellino è avanti di 3 (24-21) e la Scandone sembra poter controllare anche nella ripresa, trovando il +6 con Ragland (32-26). La raffica arriva a metà quarto, con la Reyer che all’intervallo lungo chiude con un incredibile 10/16 da 3, frutto delle bombe di Filloy, Haynes, Tonut, Peric ed Ejim. Avellino arranca, 43-53 al 20′.
Nel terzo quarto crolla la Scandone dove una magia di Tonut sulla sirena del terzo quarto permette agli ospiti di entrare nei 10 minuti conclusivi sul 56-70. Sacripanti va col doppio play in avvio di quarto, dentro Green e Ragland per cercare di punire i cambi della difesa veneziana.
Non basta nel finale dell’ultimo quarto la bomba di Logan. Troppo tardi: finisce 83-84 per Venezia è la prima finale scudetto della sua storia.

SIDIGAS AVELLINO-UMANA REYER VENEZIA 83-84
(24-21, 43-52, 56-70)
Avellino: Zerini 4, Ragland 18, Green 2, Logan 20, Esposito ne, Leunen 6, Cusin 2, Severini, Jones 10, Fesenko 10, Thomas 11, Parlato ne. All.: Sacripanti
Venezia: Haynes 14, Ejim 10, Peric 21, Stone 6, Bramos, Tonut 12, Groppi ne, Fillot 7, Ress, Batista 14, Viggiano ne, McGee. All.: De Raffaele

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it