sabato 16 dicembre 2017
Flash news:   Doppia notte bianca oggi e domani in centro per “Natale 2017, shopping in allegria” Inchiesta Money Gate: la Procura chiede retrocessione in C e tre punti di penalizzazione per l’Avellino Sacripanti: “A Pesaro stessa intensità e qualità di gioco di mercoledì sera” Ex guardia giurata spacciava droga, la Polizia arresta 37enne atripaldese Novellino: «Contro l’Ascoli partita da sei punti» Curva Sud: «Società incapace, d’ora in poi sostegno incondizionato alla squadra» La Sidigas batte la capolista Besiktas in Champions League. FOTO “Festa dei Popoli”, l’affondo di Giovanni Ardolino: “solo vetrina propagandistica di certa sinistra italiana e atripaldese” Truffatore seriale napoletano arrestato dai Carabinieri di Atripalda “Uno stile di vita come prevenzione e cura”, domani sera convegno nella chiesa di San Nicola da Tolentino

Amministrative 2017, Guancia (Noi Atripalda): ” Continuità e trasparenza con Paolo Spagnuolo, io uomo di sport e punto di riferimento per i giovani e le associazioni”

Pubblicato in data: 9/6/2017 alle ore:12:26 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

E’ una delle tornate elettorali più calde degli ultimi anni; anche ad Atripalda i cittadini del Sabato, domenica 11 giugno, sono chiamati alle urne per scegliere il loro futuro Sindaco e l’organigramma del prossimo Consiglio Comunale.

4 sono i candidati sindaci in corsa per la carica di primo cittadino. Paolo Spagnuolo, sindaco uscente con la lista “Noi Atripalda”, Giuseppe Spagnuolo con il suo team “SegliAmo Atripalda”, Francesco Nazzaro con la lista pentastellata del Movimento 5 Stelle ed infine Nunzia Battista con la “sua” “Piazza Grande”.

Antonio Guancia, classe ’86, il più giovane candidato maschio in forza nella lista del sindaco  uscente Paolo Spagnuolo. Antonio sin dalle prime battute ci mostra subito un grande legame con il suo territorio:  Sono nato, cresciuto e pasciuto ad Atripalda, forte per me è il legame con la mia città e soprattutto con la mia gente con cui  ho avuto sempre modo di confrontarmi anche grazie al mio lavoro infatti mi occupo di consulenza per pratiche auto ma allo stesso tempo sono un ragazzo molto impegnato anche nello sport: da un pò di anni a questa parte vivo la pallavolo a livello professionistico e sono presidente di un’associazione sportiva che si occupa di sport su sabbia”.

Così Guancia motiva la sua scesa in politica: “E’ stato come un fulmine a ciel sereno, dopo attimi di intensa riflessione non ho potuto sottrarmi all’invito dell’amico Paolo (candidato sindaco) e da buon sportivo che sono ho deciso di accettare prontamente questa sfida così avvincente ed emozionante. Scendo in campo per amore del mio paese, per mettere a servizio della comunità  la mia intraprendenza, il mio grande spirito d’iniziativa e di organizzazione.                   Vorrei essere un punto di riferimento per quei giovani che non hanno fiducia nella politica, che si sentono abbandonati e poco coinvolti nella vita comunale, ebbene il mio impegno sarà soprattutto verso di loro perchè sono convinto che Atripalda può offrire a tutti noi  grandissime risorse da sfruttare nel modo migliore possibile”.

Il giovane candidato alla carica di Consigliere Comunale così spiega il suo appoggio al sindaco uscente, Paolo Spagnuolo: “E’ il migliore sindaco che Atripalda possa avere in questo momento. Umile, semplice e con grande dignità, Paolo mi ha colpito per la sua grande serietà e competenza. Un uomo coraggioso che non si è piegato a nessun gioco di partito e che non è sceso a compromessi con nessuno, la sua lucidità e lungimiranza ha fatto sì che Atripalda abbia potuto godere dei suoi preziosi interventi in questi 5 anni di intensa legislatura. Il fatto che abbia ideato una lista introducendovi molti giovani è sintomo della sua trasparenza e del forte rinnovamento che egli stesso propone a tutti i cittadini, basta con i soliti politici e con quelle stesse facce che da decenni affollano le stanze del palazzo civico atripaldese.”

Antonio spegne subito le critiche sul conto del suo candidato sindaco: “Paolo, cinque anni fa, all’indomani dell’elezione come capo cittadino, ha dovuto affrontare una situazione economica disastrosa, è stato lui con i suoi uomini, che gli sono rimasti fedeli per tuta la durata del suo mandato, ad evitare il dissesto finanziario che sarebbe stata una spada di Damocle per l’intera comunità. Il bilancio comunale è passato dal simbolo meno allo zero e questo è un grandissimo passo. Vorrei ricordare che in tutta l’Irpinia solo i comuni di Atripalda e di Ariano riescono a vantare un bilancio roseo, elemento fondamentale per sviluppare nuovi finanziamenti e intavolare nuovi interventi per rendere Atripalda ancora più bella e vivibile a tutti. Sono sotto gli occhi di tutti i lavori di riqualificazione urbana che hanno cambiato l’aspetto della cittadina del Sabato, senza dimenticare l’importante ed efficace lotta agli sprechi. Mi viene in mente la situazione del campo sportivo. In passato il Comune oltre a pagare le utenze elargiva 6mila euro all’anno al gestore, oggi non è più cosi. L’amministrazione Spagnuolo si vanta anche dell’inserimento di Atripalda nel progetto “Area Vasta” volto a riscoprire le bellezze architettoniche della nostra terra. E’ stato Paolo Spagnuolo a rendere “libera” l’antica Abellinum risolvendo la controversia con la Sovrintendenza. Paolo Spagnuolo ha sviluppato anche una politica volta ad arrichhire e rimpinguare le casse comunali; un esempio lampante è il nuovo sistema di parcheggio che frutta al comune ben 150.000 euro all’anno. L’amministrazione del Sindaco uscente è stata molto più operativa e intraprendente di quel che si dica da false voci che circolano. E’ tempo per Paolo di raccogliere i frutti che ha seminato in questi 5 anni di duro e intenso lavoro dove credo abbia portato con grande professionalità e competenza la nave in porto raggirando tempeste e soprattutto grandi tradimenti”

A chi imputa alla lista “Noi Atripalda” la poca esperienza dei candidati Guancia appare molto deciso nel suo intervento: ” Non credo sia così. La nostra lista è un mix di persone esperte e soprattutto competenti che hanno già avuto delle prime esperienze nell’amministrazione pubblica, ricordo i vari Landi, Barbarisi, Moschella, Strumolo, Scioscia e poi è da apprezzare la forte componente giovanile della squadra allestita dal sindaco uscente. Noi giovani abbiamo tanta voglia di fare, vogliamo metterci a servizio della nostra gente. Ci si lamenta, a livello nazionale, che a governarci sono sempre le stesse figure. Ebbene credo che la situazione non potrà mai cambiare se prima noi, nei nostri piccoli centri, non diamo una sterzata in quest’ottica, fiducia alle nuove reclute, a nuovi volti.”

Infine il candidato Guancia mostra il suo piano d’intervento e l’ambito del suo lavoro all’interno dell’ipotetica nuova amministrazione: ” Essendo un uomo di sport sarebbe futile ribadire il mio eventuale settore di competenza. Credo, però, che l’associazionismo sia un elemento fondamentale se non il cuore pulsante dell’intera amministrazione comunale. Stare a contatto con le persone, confrontarsi, discutere sui problemi e sulle possibili soluzioni è fondamentale per il bene comune e per il viver civile. Vorrei impegnarmi in questa direzione, creare una forte sinergia tra l’ente comunale e le varie organizzazioni sportive, ricreative, culturali che animano il nostro territorio. Atripalda è degli Atripaldesi e per gli Atripaldesi.”

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 2,33 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it