Flash news:   Al via la prima edizione di “Rione in Rock” a contrada Alvanite Addio a mister Pasquale Pormile, la pallavolo irpina in lutto. Il cordoglio della Green Volley Don Fabio sulla gru per l’alzata del pannetto di San Sabino. FOTO Consiglio comunale sul Previsionale, il sindaco: “Lotta all’evasione e risparmi per riequilibrare in tre anni il disavanzo di 2 milioni e 700mila euro” Riparata la copiosa perdita d’acqua in via Pietramara e via Testa. FOTO Seconda diffida prefettizia sul Previsionale, il sindaco convoca il Consiglio comunale per fine agosto “Guidami sotto le Stelle” domani sera presso il Parco Archeologico di Abellinum Amichevole Avellino-Frosinone (19/8 ore 20:30), info prevendita Primavera Irpinia Atripalda plaude all’apertura della sede di Forza Italia L’Avellino parte col piede giusto in Coppa Italia

Amministrative 2017, intervista e appello al voto del candidato sindaco di “Noi Atripalda” Paolo Spagnuolo

Pubblicato in data: 9/6/2017 alle ore:09:00 • Categoria: Politica, Le interviste di AtripaldaNewsStampa Articolo

Rush finale per le Amministrative 2017 ad Atripalda. Prova a conquistare il secondo mandato il sindaco uscente Paolo Spagnuolo, candidato della civica “Noi Atripalda”, che espone il progetto per la città.
Quali sono i punti fondamentali del programma elettorale?
«Sono tre i punti fondamentali: la riqualificazione del territorio, attenzione massima all’ambiente e valorizzazione dei beni culturali collegati poi alla prospettiva dell’Atripalda Città Turistica.
Atripalda potrà essere valorizzata sul serio e il modo migliore per agevolare il commercio è favorire l’ingresso di flussi di persone».
In caso di vittoria quali sono le azioni nei primi cento giorni di governo della città?
«Prima di tutto bisogna portare a compimento il progetto Alvanite Quartiere Laboratorio. Ora si è alla fine del lungo iter. La mia Amministrazione ha avuto il merito di recuperare questo finanziamento che stava per essere perduto. Poi il progetto di riqualificazione del tratto urbano del fiume Sabato che sarà il primo atto concreto. Dovremo valorizzare il Centro Servizi. In ultimo nei primi giorni di giugno ci preoccuperemo degli edifici scolastici, per consentire la riapertura in assoluta sicurezza».
Ha già in mente la squadra di Governo?
«No, assolutamente. Vedremo insieme attraverso la più ampia condivisione quale deleghe e a chi assegnarle. La composizione della Giunta sarà una passeggiata, ho solo l’imbarazzo della scelta ma mi baserò anche sul risultato elettorale. In questi giorni non ho avuto pressioni e condizionamenti dai singoli candidati e inoltre la scelta della squadra è avvenuta lontano dalle segreterie dei partiti».
Fondi Europei: su quali progetti e opere puntare a rilanciare il territorio?
«Dobbiamo cercare di riqualificare l’edilizia residenziale sociale: le abitazioni di contrada Alvanite e Largo Fiumitello. Su questo abbiamo previsto un incontro con i consulenti della Cassa Depositi e Prestiti per intercettare dei finanziamenti. Per l’edilizia scolastica, già abbiamo i progetti dei plessi di via Manfredi e contrada Spagnola e ci concentreremo su questi due edifici per cercare di ottenere finanziamenti. Ma c’è anche Parco Abellinum e Palazzo Caracciolo per i quali saremo molto attenti per ottenere finanziamenti».
Occupazione e giovani: che azione può intraprendere l’Ente locale?
«Noi abbiamo già dato ampia prova di aver particolare attenzione verso i giovani di questa città. Abbiamo stipulato con diverse Università i tirocini post laurea o per laureandi per far crescere i giovani. Abbiamo impiegato anche lavoratori socialmente utili. Stiamo pensando alla costituzione di cooperative sociali di tipo B che possano occuparsi e preoccuparsi della manutenzione di alcune aree della città con la possibilità di effettuare la spazzamento dei rifiuti perché la città considera non efficiente quello di Irpiambiente. Abbiamo verificato infatti che il costo di 400mila euro si ridurrebbe a 200mila e in più può dare lavoro a più di 15 persone».
Area Vasta: quali opportunità?
«Abbiamo colto subito l’opportunità dell’Area Vasta Abellinum che ruota intorno al parco archeologico che abbiamo portato in dote con molto del patrimonio storico culturale per il quale ci aspettiamo di poter acquisire un’importante fetta di finanziamenti per rilanciare la città come città turistica e città dei mercanti».
Infine l’appello al voto: perché votare la lista “Noi Atripalda per Paolo Spagnuolo”?
«Perché è una squadra nata non per vendicare qualcuno, come qualche altra lista, non è una squadra nata contro qualcuno come qualche altra lista ma è una squadra nata per amministrare bene la città. E’ una squadra complessa, armonica, nella quale c’è una parte di amministratori uscenti affiancati da un gruppo di giovani e meno giovani. Nessuno ha un padrino o uno sponsor politico ma sono sostenuti semplicemente dal popolo».

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 Risposte »

  1. Ma come si fa a mentire così spudoratamente sulle cooperative? La legge non lo consente, l’ato rifiuti stabilisce la gestione in materia di rifiuti e spazzamento. Per la manutenzione deve essere sempre.effettuata la gara è saranno contenti gli operatori del settore che pagano le tasse ad Atripalda. Questo signore farà fare ad Atripalda la fine di Avellino vedi Acs, dove è dovuta intervenire la magistratura.

  2. Adesso, andate nelle realtà locali a fare promesse. Ma non sembra un po’ tardino.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it