Flash news:   Consiglio comunale sul Previsionale, il sindaco: “Lotta all’evasione e risparmi per riequilibrare in tre anni il disavanzo di 2 milioni e 700mila euro” Riparata la copiosa perdita d’acqua in via Pietramara e via Testa. FOTO Seconda diffida prefettizia sul Previsionale, il sindaco convoca il Consiglio comunale per fine agosto “Guidami sotto le Stelle” domani sera presso il Parco Archeologico di Abellinum Amichevole Avellino-Frosinone (19/8 ore 20:30), info prevendita Primavera Irpinia Atripalda plaude all’apertura della sede di Forza Italia L’Avellino parte col piede giusto in Coppa Italia “Come aiutare i poveri secondo Papa Francesco”, convegno questo pomeriggio presso la chiesa di San Lorenzo “Vacanze, mari, traguardi, sogni e approdi…voci lontane”, nei versi di Gabriele De Masi Gli Amici di Beppe Grillo Atripalda: “no all’abolizione del bike sharing per affidare le bici agli ausiliari del traffico”

Amministrative 2017, intervista e appello al voto del candidato sindaco di “ScegliAmo Atripalda” Giuseppe Spagnuolo

Pubblicato in data: 9/6/2017 alle ore:10:00 • Categoria: Politica, Le interviste di AtripaldaNewsStampa Articolo

Rush finale per le Amministrative 2017 ad Atripalda. Il candidato a sindaco della civica “ScegliAmo Atripalda”, il consigliere comunale uscente dell’Udc Giuseppe Spagnuolo, espone il progetto per la città.
Quali sono i punti fondamentali del programma elettorale
«Più che di un programma elettorale, mi piace parlare di una visione strategica di città. Questa visione si declina in due grandi direttrici di intervento: attenzione verso i cittadini e tutela e valorizzazione del territorio. Contribuire a migliorare o ridisegnare la città del futuro, significa innanzitutto attivare il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte e tutte le energie presenti sul territorio per ripristinare le reti sociali e uno spirito di comunità. Atripalda deve uscire dall’anonimato, dall’isolamento e dalla cattiva gestione di questi anni».
In caso di vittoria quali sono le azioni nei primi 100 giorni di governo della città?
«Si dovrà, per prima cosa, realizzare una rapida e puntuale verifica dello stato attuale economico dell’Ente, sulla cui salute, nonostante le rassicurazioni del sindaco uscente, nutriamo molti e fondati dubbi. Ci dedicheremo ad interventi che riguarderanno il decoro urbano, verifica del corretto uso degli immobili pubblici affidati a terzi e della puntuale esecuzione del servizio svolto da Irpiniambiente. Rapida chiusura anche delle verifiche dello stato strutturale degli edifici scolastici e riorganizzazione degli uffici comunali. Poi razionalizzazione del mercato attuale, con un serio progetto per decidere consapevolmente, insieme alla città, sul trasferimento nel centro».
Ha già in mente la squadra di governo?
« Tutti avranno ruoli dai quali impegnarsi per la propria città; decideremo chi avrà i ruoli di maggiore responsabilità con molta serenità, tenendo conto di alcuni parametri tra i quali: consenso, competenze ed equilibrio tra esperienza e novità. Quel che è certo, è che sarà una squadra di governo non improvvisata, ma pronta a dare risposte fin da subito, coinvolgendo i cittadini con meccanismi di partecipazione».
Fondi Europei: su quali progetti e opere puntare per rilanciare il territorio?
«L’elenco è lungo, in quanto in ogni ambito infrastrutturale è possibile attingere fondi, proponendo progetti validi e completi, che oggi non ci sono. Ovviamente, gli obiettivi più importanti sono gli interventi di recupero e valorizzazione dei beni storici ed archeologici che tutti conosciamo, a partire dal completamento del Parco archeologico Abellinum al recupero dell’ambito urbano Dogana–Piazza Sparavigna, alla riqualificazione della ex scuola elementare di rampa San Pasquale e Palazzo Caracciolo».
Occupazione e giovani: che azione può intraprendere l’Ente locale?
«Immaginiamo la possibilità di riprendere le esperienze passate di coinvolgimento di cooperative di servizi, anche per una serie di servizi comunali. Vogliamo incentivare, attraverso premi e sponsorizzazioni, la creatività e le proposte innovative dei giovani della nostra comunità».
Area Vasta, quale opportunità?
«Le opportunità più importanti sono quelle descritte prima ma si possono avere risultati importanti anche da interventi di messa in rete dei vari territori dal punto di vista dell’amministrazione digitale, del portale del turismo, delle attività di monitoraggio del territorio dal punto di vista ambientale e dell’inquinamento e di tanti altri aspetti».
Infine l’appello al voto: perché votare la lista “ScegliAmo Atripalda”?
«Riteniamo che la nostra proposta amministrativa sia molto chiara, seria ed affidabile. Sia la mia squadra, che io stesso, siamo persone motivate, senza particolari ambizioni personali, se non quella di essere utile alla propria comunità e contribuire, con impegno ed entusiasmo, a costruire un futuro migliore per Atripalda».

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 votes, average: 2,67 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it