Flash news:   Tolleranza zero contro lo sversamento dei rifiuti, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo replica all’assessore Moschella così: “solo chiacchiere mentre si continua a campare di rendita” Atripalda Volleyball, Del Gaizo torna nella città del Sabato: “Vogliamo fare un campionato di vertice” Ad Atripalda torna l’appuntamento con ‘Giullarte’, la soddisfazione della consigliera Gambale Culla Lombardi-Parziale, auguri alla piccola Ginevra Quattro fototrappole nei luoghi più sensibili cittadini collegate al Comando dei Vigili contro l’abbandono dei rifiuti Smaltimento rifiuti speciali pericolosi, domani gazebo in piazza degli “Amici di Beppe Grillo Atripalda” L’assessore Moschella annuncia: “Tolleranza zero per chi non rispetta e inquina il nostro ambiente” Torna a settembre Giullarte finanziata con 40mila euro dalla Regione. L’annuncio dell’amministrazione del sindaco Geppino Spagnuolo ”Omaggio a Totò”, l’artista atripaldese Enzo Angiuoni in mostra in Abruzzo Atripalda Volleyball, c’è la riconferma di De Palma: “Onorato di essere capitano”

Bilancio del Comune, la replica dell’ex assessore Mimmo Landi: “Il parere è relativo alla previsione e nulla ha che vedere rispetto al risanamento finanziario avvenuto. Siamo intervenuti con serietà, lucidità, responsabilità e competenza anche pagandone in popolarità”

Pubblicato in data: 14/7/2017 alle ore:21:00 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

In riferimento alla notizia apparsa sulla stampa, relativa al parere non favorevole espresso dal Revisore del Comune di Atripalda sul bilancio di previsione per il triennio 2017/2019, è necessario chiarire alcuni importanti aspetti:

  1. Il parere è relativo, appunto, alla previsione per il triennio 2017/2019 e nulla ha che vedere rispetto al risanamento finanziario avvenuto, con fatti ed atti e così come impone la legge, nel 2015 sul rendiconto al 31 dicembre 2014, tant’è che, se ciò non fosse stato certificato, la magistratura della Corte dei Conti, a cui vengono obbligatoriamente trasmessi tutti gli atti “senza reticenze”, avrebbe dovuto dichiarare il dissesto entro e non oltre il mese di aprile 2015 così come è agli atti del Comune.
  2. Il parere “non favorevole” del Revisore arriva a distanza di circa tre mesi dall’approvazione in giunta della proposta di un bilancio di previsione elaborato nel mese di marzo 2017. Di regola tale parere viene rilasciato nel giro di cinque giorni dall’approvazione in giunta e prima della messa a disposizione degli atti ai consiglieri comunali. Ora il parere del Revisore arriva solo a luglio e quindi in fase di salvaguardia e non in fase di previsione.
  3. Secondo quanto disposto dalla normativa in materia,infatti, dopo l’approvazione del previsionale, fatto all’inizio di ogni anno, entro la fine di luglio la giunta prima ed il Consiglio Comunale dopo devono approvare la salvaguardia degli equilibri di bilancio. L’articolo 193 del Dlgs 267/2000, difatti, prevede che gli enti locali debbano garantire sia in sede previsionale che negli atti di variazioni di bilancio, nonché durante tutta la gestione, il mantenimento degli equilibri di competenza e di cassa, attribuendo all’organo consiliare il compito di adottare almeno una volta all’anno entro il termine del 31 luglio apposita deliberazione con cui dare atto del permanere degli equilibri generali di bilancio o, in caso di accertamento negativo, adottare i necessari conseguenti provvedimenti. Inoltre il Dl 174/2012 convertito nella legge 213/2012 all’articolo 3, comma 1, lettera d), ha disposto l’introduzione dell’articolo 147-quinquies al Dlgs 267/2000, attribuendo al Responsabile del Servizio Finanziario la direzione e il coordinamento delle attività di controllo degli equilibri finanziari mediante la vigilanza dell’organo di revisione. Dunque per questa attribuzione non è necessario alcun atto della Giunta. 
  4. In merito al rispetto del principio del pareggio finanziario occorre che l’ente, alla luce delle previsioni di bilancio, verifichi l’andamento della gestione, raffrontando tali previsioni con gli accertamenti e gli impegni già assunti, nonché, con quelli che la gestione, già effettuata, consente di prevedere in relazione alla restante parte dell’anno. In questo caso il Revisore, in riferimento alle previsioni di entrata, vincola il suo parere alla mancata messa in funzione dell’autovelox (osteggiata dall’attuale sindaco e da alcuni esponenti della sua maggioranza) che la nostra amministrazione aveva valutato come aspetto determinante sull’aumento delle entrate soprattutto in considerazione delle maggiori uscite causate dalla manifestazione straordinaria di nuovi debiti fuori bilancio per circa 1 milione e 500 mila euro riferiti agli anni 90’.

Per quanto chiarito, dunque, mi preme sottolineare che l’amministrazione guidata da Paolo Spagnuolo, in virtù della complicata situazione finanziaria passata, presente e futura, ha affrontato senza proclami le problematiche di cassa intervenendo con serietà, lucidità, responsabilità e competenza, anche pagandone in popolarità e cosa che avrebbe continuato a fare in caso di riaffermazione del mandato. Ora sotto a chi tocca! senza crearsi alibi rispetto alle difficoltà nel dare seguito alle svariate promesse fatte in campagna elettorale. Tanto dovuto a titolo di corretta informazione verso i tanti cittadini che giudicano ormai con sempre più cognizione di causa. 

 

Domenico Landi

Gruppo Consiliare “Noi Atripalda”

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 votes, average: 3,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 Risposte »

  1. Caro ex assessore tanti paroloni x dire cosa? La risultante è che avevi prodotto un bilancio fatto sull’alea. 4 milioni di euro da recuperare su un autovelox per il quale nemmeno avevi le autorizzazioni. E i tre milioni e mezzo di anticipazioni bancarie e il ricorso alla 219 ( x chi non lo sapesse sono i soldi del terremoto).tutti atti che basta leggere sull albo pretorio del comune. Questo significa che non hai lasciato nemmeno 10 euro per mettere la benzina nei mezzi comunali. Abbi la compiacenza di stare zitto e dire che il risanamento sbandierato era solo campagna elettorale che avrebbe dovuto vedere la vittoria di paolo Spagnuolo in modo da poter nascondere quanto sta emergendo

  2. Pare che il revisore dei conti abbia lanciato fogli in aria quando ha capito che per “mantenere gli equilibri” avete indicato introiti da AUTOVELOX … non autorizzato. Landi, le ripeto che gli atripaldesi non hanno l’anello al naso.

  3. Condivido la volontà dell’assessore Landi di far quadrare il bilancio con una previsione di entrata alquanto azzardata : introiti dall’autovelox , mai andato in esercizio per motivi che non conosco.
    Non credo si potesse fare diversamente, chiunque avrebbe fatto la stessa cosa. Occorreva tamponare ai debiti dell’ultima ora per 1.500.000 € risalenti addirittura agli anni 90. L’alternativa sarebbe stato il dissesto con aggravi per tutti noi.
    E’ strano che il parere del revisore arrivi dopo tre mesi , a passaggio di consegne già avvenuto.
    Eppure il revisore aveva già da marzo il parere non favorevole del capo settore bastava agire in sequenza. Questo la dice lunga sulla correttezza di quanto avvenuto. Come pure il capo settore , perché si è limitato solo al parere non favorevole anziché adoperarsi per suggerire qualcosa di diverso? La figura del capo settore non è quella che dovrebbe risolvere i problemi ? E’ evidente che le alternative erano inesistenti.
    Non condivido,invece con l’assessore Landi quando asserisce di aver provveduto al risanamento finanziario . Non si può parlare di risanamento perché questo non deriva da un taglio alle uscite bensì da una legge dello stato che ha permesso la rimodulazione dei debiti con l’aggravio degli interessi.

  4. ma smettila di negare l’evidenza ormai gli atripaldesi

  5. Che roba.

  6. ma caro ex ass, formulare un bilancio su presunte entrate da un autovelox mi sembra cosa a dir poco inaudita.IL problema sta tutto qua

  7. Se i vigili, li caccereste sulla strada, anzichè tenerli al calduccio, ( attualmente al fresco ), altro che milione e mezzo di contravvenzioni ci fossero.
    Andate avanti così che vi troverete molto bene.

  8. ROBA da non credere

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it