Flash news:   Troisi si dimette da assessore e consigliere comunale, nota del sindaco e del capogruppo di maggioranza Politiche 2018, martedì il governatore De Luca in città per le elezioni del 4 marzo Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Addio all’edicolante Carmelina Visone, il ricordo di Lello La Sala Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili”

Strade chiuse al traffico che i residenti chiedono di riaprirle: via Orto Dei Preti e via Santi Sabino e Romolo

Pubblicato in data: 4/8/2017 alle ore:11:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Strade chiuse al traffico che i residenti chiedono a gran voce di riaprire. Stiamo parlando di via Orto dei Preti e via Santi Sabino e Romolo al centro di studi dell’Ufficio tecnico comunale.
E’ legata all’acquisizione dell’autorizzazione sismica del Genio Civile l’avvio dei lavori per consentire la riapertura della strada via Orto dei Preti, chiusa a seguito della nevicata del marzo 2012 che portò al cedimento di una parte del tetto dello storico Palazzo Caracciolo a seguito del crollo di un albero. Per la messa in sicurezza dell’antica dimora, attraverso l’imbracatura di alcune quinte murarie con placche e tiranti, c’è già un progetto approvato che ha ricevuto anche l’ok dalla Sovrintendenza. Un intervento strutturale che consentirebbe di superare i tanti disagi subiti in questi anni dai residenti delle contrade rurali costretti a compiere lunghi giri.
L’Amministrazione passata ha ottenuto la concessione di un mutuo da 180mila euro da parte della Cassa Depositi e Prestiti. «Si deve acquisire l’autorizzazione sismica del Genio Civile per i lavori di messa in sicurezza della parte pericolante di Palazzo Caracciolo – illustra il sindaco Geppino Spagnuolo -. E’ un problema burocratico che si deve attendere, poi subito partiranno i lavori, che non dovrebbero durare molto. Al termine sarà riaperta la strada. ».
Più lunghi appaiono invece i termini per l’apertura al traffico di via Santi Sabino e Romolo in un solo senso di marcia, procedendo in entrata da via Aversa ed in uscita su via Circumvallazione. Un’idea per decongestionare il traffico sulla quale ha lavorato la precedente Amministrazione ed un minore inquinamento sul tratto viario che va da piazza Umberto I a via Manfredi fino a via Circumvallazione.
Via Santi Sabino e Romolo è una stradina che dà su piazzetta Giovanni XXIII in via Circumvallazione e che con la riapertura consentirebbe il collegamento tra la stessa piazzetta e via Aversa. La sua riapertura nasce dall’imminente regolamentazione della sosta in piazza Giovanni XXIII dove saranno realizzate strisce blu ed installato un parcometro. «La riapertura va approfondita e certamente non è imminente – prosegue il primo cittadino -. Dalla precedente Giunta è stato commissionato uno studio di fattibilità sulla sistemazione viaria anche di piazza Giovanni XXIII che dà su via Circumvallazione. C’è uno studio da fare da parte dll’Utc che va approfondito, vanno valutati i lavori da fare e gli eventuali costi da sostenere. Siamo in una situazione preliminare che va necessariamente ancora approfondita».
I paletti dissuasori sul ponte furono collocati anni fa in sostituzione di una vecchia sbarra di ferro che ha rappresentato sempre uno spartiacque tra la traversa di via Aversa e la commerciale via Circumvallazione. Una storia lunga decenni è mai risolta, ritornata agli onori della cronaca cittadina anni fa quando con una clamorosa protesta, con tanto di auto messe di traverso, i commercianti della zona tennero un sit-in di protesta proprio sul ponte affinché la strada fosse riaperta al transito della auto. Per la riapertura furono raccolte anche delle firme.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 Risposte »

  1. Gentile direttore … non c’è solo un progetto approvato come lei scrive, ma c’è anche un appalto dei lavori già effettuato che evidentemente in questi mesi le è sfuggito. Poi l’Utc le potra’ fornire tutti i dati e le informazioni che vuole.
    E dunque è utile precisare che i lavori di manutenzione e messa in sicurezza di palazzo Caracciolo finalizzati alla riapertura di via Orto dei Preti sono già stati appaltati in uno a quelli del restauro della facciata del municipio, che mi sembrano in via di ultimazione, alla ditta SA.MO. costruzioni.
    L’impresa appaltatrice ha cantierizzato entrambi gli interventi ed in attesa del rilascio della autorizzazione sismica da parte del G.C. di Avellino, si è dapprima concentrata sulla esecuzione dei lavori alla facciata del palazzo comunale.
    Credo che non tarderà ad arrivare il permesso e che quindi i lavori potranno iniziare e pure concludersi in un tempo breve come ha pure evidenziato il sindaco Geppino Spagnuolo.
    Si trattava di un impegno preso con la città che penso di poter dire di aver in toto onorato.
    Tanto al fine di una precisa ricostruzione dei fatti.
    cordialmente.

  2. Aver preso in carico quel rudere del Palazzo Caracciolo, è stato un vero guaio per i residenti di orto dei preti.

  3. Perme questa strada deve essere a perta non si puo rimanere chiusi suolo publico per sempre

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it