Flash news:   Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere Frosinone-Avellino 1-1: gol di Castaldo e Ciofani Partiti i lavori di messa in sicurezza di palazzo Caracciolo Compleanno Ilaria Festa – auguri dalla famiglia Controlli agli esercizi commerciali: denunciato un cinese ad Atripalda e maxi-sanzione per il lavoro irregolare

Gli autovelox sulla Variante saranno spostati: tutto da rifare. Il posizionamento delle apparecchiature bocciato da Polstrada e Prefettura

Pubblicato in data: 29/8/2017 alle ore:07:49 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Così come sono ubicati sulla Variante 7bis non possono entrare in funzione. Arriva lo stop ai due autovelox installati dall’amministrazione dell’ex sindaco Paolo Spagnuolo per fare cassa e far quadrare il Bilancio previsionale. Un parere negativo espresso direttamente dalla Polstrada di Avellino e dalla Prefettura che nei fatti ne ha impedito in questi mesi l’entrata in funzione.
A comunicarlo è stato direttamente il neo sindaco Geppino Spagnuolo l’altra mattina durante il Consiglio comunale. Nella sua relazione introduttiva il primo cittadino, al momento di chiedere di dare il via libera al Bilancio Previsionale 2017/2019, che fa registrare un pesante disavanzo di circa 2 milioni e 700mila euro, ha evidenziato le difficoltà emerse nel far quadrare i conti legate proprio alla mancata partenza dei due autovelox: «Abbiamo dovuto tener conto delle minore entrate previste legate alla mancata partenza dell’autovelox sulla Variante 7 bis sul quale è pervenuto il 9 giugno scorso un parere negativo della Prefettura e della Polizia stradale di Avellino. Stiamo lavorando congiuntamente, anche con tavoli tecnici, per superare tali criticità con una soluzione e un’ubicazione diversa che assicuri migliore visibilità, sempre lungo la Variante 7bis, che consenta così di ottenere un parere favorevole rispetto alla precedente ubicazione da parte di tutti gli enti preposti per puntare così ad un loro utilizzo per fine anno».
Il primo cittadino ha così informato i consiglieri e l’aula che sta da settimane provando a superare tale parere negativo, individuando una nuova ubicazione che possa ottenere il via libera di Prefettura, Polstrada e Anas.
La mancata entrata in funzione della strumentazione elettronica che rileva la velocità delle auto e sanziona quelle che superano i limiti di velocità è legata appunto alla loro ubicazione, come si evince dalla comunicazione inviata al Comune dalla Prefettura.
Il primo apparecchio è stato installato dall’ex amministrazione all’altezza dell’ex mobilificio Moschella  in direzione Avellino Est, il secondo doveva essere montato, sul versante opposto, prima dello svincolo per il raccordo Av-Sa in direzione Avellino Ovest.

Il limite sulla strada statale è di 70 km/h e i due autovelox sarebbero stati tarati ad una velocità di 76 Km/h. Ma la loro ubicazione, in una posizione nei pressi di una curva, ne avrebbe inficiato la funzionalità in quanto se il Comune si fosse avventurato nel loro immediato funzionamento, gli automobilisti sanzionati avrebbero potuto facilmente richiedere l’annullamento dei verbali visto il parere negativo espresso da Polstrada e Prefettura avendo rilevato delle criticità per la scarsa visibilità che emergeva rispetto a quella posizione che avrebbe potuto generare problemi di sicurezza. Con i due apparecchi, la precedente amministrazione che l’attuale punta a far quadrare il Bilancio di Previsione pluriennale, in quanto a regime dovrebbero garantire un gettito nelle casse comunali di circa quattro milioni di euro all’anno. E proprio il loro mancato funzionamento è stato poi alla base del parere non favorevole espresso a luglio dal Revisore dei Conti del Comune al Previsionale approvato in Giunta dall’ex amministrazione Spagnuolo e poi modificato e approvato in aula consiliare dalla neo amministrazione dell’altro Spagnuolo sabato scorso.
E in Consiglio comunale l’ex sindaco Paolo Spagnuolo ha così provato a chiarire quanto accaduto: «Cinque anni fa c’era la Corte dei conti e non voci ballerine. Sul parere del Revisore dei conti chiariamo una cosa: non dice nulla sulla situazione finanziaria dell’ente. Ma ha fatto quello che ogni professionista di buon senso avrebbe fatto secondo scienza e coscienza. Se a luglio rispetto alla proposta elaborata da noi a marzo mancano le entrate derivanti dal funzionamento dell’autovelox, è chiaro che il revisore ha detto qua ci manca l’elemento fondamentale per cui io non posso esprimere parere positivo. Sulla questione autovelox resto perplesso: ero stato definito lo sceriffo di Notthingham che taglieggia i cittadini ma poi nei numeri troviamo pedissequamente questa previsione nel Bilancio di Previsionale».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

11 Risposte »

  1. CARI AMMINISTRATORI IL DISSESTO SAREBBE STATO PIU’ COERENTE…. IN QUESTO MODO CONSEGNATE ALLA CITTA’ UN LUNGO PERIODO DI OSCURANTISMO.

    POI NON ERAVATE I CONTRARI ALL’AUTOVELOX? DA QUALCUNO DEFINITA LA GRANDE PORCATA?
    COME MAI AVETE CAMBIATO IDEA?

  2. Ma le spese della errata collocazione, chi le paga?????
    Sarebbe necessario che si interessare del problema, il procuratore Cantelmo.
    Si possono prima installare e poi chiedere i pareri agli organi preposti, trattandosi di una strada statale?

  3. se un comune arriva al punto di far quadrare il bilancio attravesro l’attivazione di due autovelox…ammo cagnato l’uocchi pa’ cora

  4. Ormai siamo a Frittole……completamente sconfessato l’impiego e l’utilizzo degli autovelox, che se nn ricordo male, i proventi dovrebbero essere destinati in buona percentuale alla sicurezza stradale, ma invece in quel di Atripalda sarà visto come un sistema di escussione dei nuovi dazi ……”chi va la?”……1 fiorino..

  5. Brava Paola.

  6. volete attivare gli autovelox cosa che in campagna elettorale era stata definita da voi come una vera e propia ……… e poi non fate pagare il parcheggio per i primi 15 minuti perdendo un bel po’ di soldi,sinceramente non ci capisco un bel niente.

  7. verifico solo adesso che la mia nota è stata notevolmente “tagliata”. Capisco eliminare le offese o le denigrazioni ma cambiare il senso di un intervento è CENSURA!!!!!!!!!!!!!!
    A FAVORE DI CHI?
    grazie

  8. Tra l’altro se non sbaglio qualche settimana fa una circolare del ministro Minniti vietava l’uso indiscriminato degli autovelox da parte degli enti locali al solo fine di rimpinguare gli erari. Bella figura.

  9. Nessuno ha censurato nulla o cambiato il senso dell’intervento. Ma le offese gratuite quelle no

  10. Sindaco,
    prima di installare autovelox sulla s.s. 7 bis, consultate l’art. 142 comma 12 bis del c.d.s. che prevede che all’ente proprietario della strada va il 50 X 100 dei proventi.
    A questo punto, conviene??? State corrispondendo già tale quota all’ Anas??
    Se fossi in voi, i vigili li adopererei diversamente, con migliore risultato.

  11. Ma questi danni chi li paga?

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it