Flash news:   “Festa dei Popoli”, l’affondo di Giovanni Ardolino: “solo vetrina propagandistica di certa sinistra italiana e atripaldese” Truffatore seriale napoletano arrestato dai Carabinieri di Atripalda “Uno stile di vita come prevenzione e cura”, domani sera convegno nella chiesa di San Nicola da Tolentino “Irpinia, Musica e Castelli” di scena ad Atripalda sabato con un concerto nella chiesa madre Visita guidata al torronificio ‘Di Iorio’ per i bambini della scuola di Atripalda Concerto “New Ensemble Toscanini” venerdì 15 dicembre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Al via il cartellone degli eventi “A Natale…Vivi Atripalda” promosso dall’Amministrazione tra pista sul ghiaccio, musica e notti bianche lungo il fiume Sabato. L’assessore Urciuoli: “ventinove iniziative per la città” Rinviato a giudizio l’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Vincenzo Salsano Gli auguri del capogruppo consiliare Paolo Spagnuolo a Raffaele Pipola: lunedì sarà insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Serie C, l’Atripalda Volleyball cade contro i Colli Aminei. Mercoledì torna la Coppa Campania

Una due giorni in ricordo di Marcello Cucciniello promossa dall’associazione “Io Sò o’ Padre”

Pubblicato in data: 8/9/2017 alle ore:06:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Una due giorni in ricordo di Marcello Cucciniello, il giovane atripaldese morto a soli 23 anni per un incidente stradale il 9 settembre 2015 in Thailandia, il paese asiatico dove si trovava in vacanza.
Questa volta ad organizzare il doppio appuntamento di stasera e domani è il papà Pasquale, con l’associazione “Io Sò o’ Padre”: «l’obiettivo è di tutelare questi giovani che sono inesperti quando vanno all’estero, si avventurano trovando poi tanti pericoli nascosti – racconta il papà -. E c’è già l’impegno dell’onorevole Luigi Famiglietti che ci sta seguendo in questa questione. Mi appello perciò a tutti i padri affinché ci aiutino in questa battaglia. Se fosse morto il figlio di una persona importante sarebbe andata una delegazione o un aereo militare,ma invece per il figlio di un vigile del fuoco non c’è stata assistenza dallo Stato. Non è immaginabile che nelle tragedie si debba aspettare, per chi non lo ha, prima il rilascio del passaporto per poter partire e andare a prendere un proprio caro deceduto».
Questa sera presso “Villa Raiano” si terrà una serata in beneficenza per promuovere e ricordare la memoria di Marcello grazie alla disponibilità della famiglia degli imprenditori Basso. Cinque chef per “Incontro a 10 mani” che vedrà la partecipazione  di Raffaele Vitale (Stella Michelin di Villa Raiano), Gennaro Caputo (Ristorante  Mersì di Aiello), Gianluigi Cipriani (Taverna De Gustibus di Cesinali), Paolo Barrale (Stella Michelin dei Feudi di San Gregorio) e Vincenzo De Gisi della Locandina di Aiello. La serata sarà accompagnata da video e foto di Marcellino e una breve ricostruzione della sua vita. Nella serata saranno raccolti fondi per finanziare le attività della neonata associazione “Io Sò o’ Padre” che intende promuovere  per evitare che simili tragedie si ripetano con un Disegno di Legge sulla sicurezza delle mete estere con informazioni sulle destinazioni internazionali con consegna presso le agenzie di Viaggio di un opuscolo illustrativo e informativo sui pericoli da evitare e consigli su come muoversi  per evitare simili tragedie. Inoltre la promozione del Diritto di Legale rappresentanza internazionale da parte dello Stato sulle disgrazie  a persone con cittadinanza italiana.
Previsto un confronto ampio sui temi della famiglia, fede e valori civili. Due invece gli appuntamenti di domani, nel giorno in cui ricorre la tragedia: alle ore 18.30 momento di preghiera presso il parco Pubblico San Gregorio di Atripalda, luogo della memoria di Marcello, e in serata  alle ore 20.30, presso il centro sociale Madre Teresa di Calcutta di Aiello del Sabato “Serata in Abito Bianco” con la proiezione su maxi schermo del concerto di Ligabue.
Già opera in ricordo dello sfortunato giovane anche un’altra associazione denominata “Gli Amici di Marcello” volta sempre a promuovere iniziative nel sociale al fine di offrire sostegno e assistenza alle vittime della strada e ai loro familiari. A due anni di distanza da quella tragedia la famiglia vive un dolore immenso per la perdita del giovane, a cui si aggiunge la profonda sofferenza per il fatto che la giustizia non abbia fatto ancora il suo corso.
Il giovane Marcello il 9 settembre 2015 si trovava nel paese asiatico in vacanza, più precisamente nell’isola di Koh Saumi. Quel mattino stava percorrendo con una motocross noleggiata sul posto la strada da Ban Taling-Ngam verso Ban Huathanon, quando è stato falciato da un Toyota Tiger 4 che ha invaso la corsia opposta di marcia. Un impatto tremendo che non gli ha lasciato scampo, pur indossando regolarmente il casco.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it