Flash news:   Scomparsa Alessandro Lazzerini, questo pomeriggio i funerali dell’ingegnere. Il cordoglio del sindaco di Atripalda Salvaguardia e tutela dell’ambiente, parte il progetto “Aurora” Addio al presidente onorario dei costruttori irpini Alessandro Lazzerini. Il cordoglio dell’Ance Autovelox sulla Variante, il sindaco difende la bontà della scelta: «convinti di aver effettuato tutte le procedure in modo corretto, continuerà a funzionare lì dov’è» Salvatore Antonacci si dimette da capogruppo della maggioranza dopo la mancata elezione alla Provincia. Giovedì resa dei conti in Consiglio Arresto del Capo dell’Ispettorato del Lavoro, la difesa di Gerardo Capaldo: «Nessun illecito, si farà chiarezza» Il Comune incassa un finanziamento da 260mila euro per la progettazione definitiva della scuola Primaria “Mazzetti” Corruzione in cambio dell’assunzione del figlio ingegnere: arrestato Capo dell’Ispettorato del Lavoro. Sequestrati due milioni di euro a due Spa “Progetto Gaia”, l’ex sindaco chiede lumi e denuncia: «i volontari svolgono mansioni che esulano dalle finalità del progetto, trattando anche dati sensibili» Vucinic: “è stata una partita dura”

Rimonta choc della Salernitana: l’Avellino cede 2-3 al Partenio. FOTO

Pubblicato in data: 16/10/2017 alle ore:18:17 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

Derby amarissimo per l’ Avellino che spreca l’occasione di portarsi in testa alla classifica di Serie B facendosi rimontare da una orgogliosa e mai doma Salernitana.
I granata, sotto 2-0 per le reti di Kresic (48′) e Laverone (59′), confezionano nell’ultimo quarto d’ora di gioco la più inaspettata delle rimonte pareggiando i conti con Rodriguez (74′) e Sprocati (80′), autore di una splendida azione personale in area irpina, prima di completare l’opera a unamanciata di secondi dalla fine con Minala.
Dopo una prima frazione senza sussulti (0-0), il derby si accende nella ripresa. L’ Avellino era padrone della gara, ma dopo il doppio
vantaggio si è spento lasciando campo aperto ai granata.
La presunzione, ma soprattutto l’evidente calo fisico e
mentale, hanno giocato un brutto scherzo ai padroni di casa che
al «Partenio-Lombardi» non perdevano con la Salernitana da 23
anni. Tutt’altro registro in casa granata. Bollini, che nel
derby si giocava la panchina, ha dimostrato coraggio, lasciando
in panchina Rosina (determinante quando è subentrato) e
schierando dal primo minuto Cicerelli, e ha incassato la fiducia
dei suoi giocatori.
A fine gara momenti di nervosismo in campo tra i giocatori
delle due squadre a causa del’esultanza ironica di Minala che ha
provocato indicando ripetutamente al pubblico irpino lo stemma
della Salernitana sulla propria maglia e con il dito sulle labbra per zittirlo.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it