sabato 18 agosto 2018
Flash news:   La città piange la prematura scomparsa di Carmine Parziale, trasferita l’alzata del Pannetto di stasera in chiesa Forte scossa in Molise, avvertita anche in Irpinia “Vie dello shopping”, le Fiamme Gialle sorvegliano i saldi: 16 attività sanzionate di cui 4 ad Atripalda Serie B, l’Atripalda Volleyball ha il suo cecchino: è Nicola Salerno il nuovo opposto Questione stadio e rimborso abbonamenti, Taccone scrive Marinelli e Preziosi si complimentano con De Cesare ma bacchettano il sindaco Ciampi attraverso una nota Stanotte e domani rifacimento della segnaletica orizzontale lungo Via Appia La Calcio Avellino s.s.d. iscritta in Serie D La Green Volley riparte da Vincenzo D’Onofrio: “Impossibile dire no alla competenza della famiglia Matarazzo” Dipendente “infedele” ruba rame dall’azienda dove lavora: denunciato dai Carabinieri

Accusata di furto in Chiesa, il Riesame scarcera una 27enne di Atripalda

Pubblicato in data: 1/11/2017 alle ore:14:15 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Il Tribunale del Riesame di Napoli, 8^ Sezione, ha annullato l’ordinanza cautelare in carcere emessa lo scorso 10 Ottobre dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino, su richiesta della locale Procura.

I fatti risalgono al mese di Febbraio del 2017 allorquando un cinquantenne di Atripalda, B.S., si reca nella locale stazione dei Carabinieri a denunciare il furto del suo portafogli, sottratto, a detta del derubato, da una donna che, introdottasi nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Atripalda, ed approfittando della circostanza che l’uomo era occupato a togliere gli addobbi di Natale, con mossa fulminea, si era impossessata del suo portafogli che si trovava all’interno del giubbino, appoggiato su di una panca.

La donna, immediatamente, faceva perdere le proprie tracce.

B.S., recatosi dai Carabinieri e visionato un album fotografico, riconosceva senza ombra di dubbio in una giovane donna di Atripalda, A.A., ventisettenne, l’autrice del furto.

La giovane, infatti, già nota alle Forze dell’Ordine, stava scontando in detenzione domiciliare una condanna per estorsione, con la possibilità di uscire di casa per due ore al giorno per attendere alle basilari esigenze di vita.

Proprio approfittando del tempo concessole la donna, secondo l’assunto accusatorio, avrebbe commesso il furto ai danni del cinquantenne.

Nella giornata di ieri, il Tribunale del Riesame di Napoli, 8^ Sezione, aderendo in pieno alle tesi difensive avanzate dal legale di fiducia della giovane, l’avvocato penalista Rolando Iorio, ha annullato l’ordinanza cautelare per insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza, disponendo l’immediata scarcerazione della giovane.

I Giudici di Napoli, infatti, non hanno ritenuto sufficiente il quadro indiziario a carico della donna, avallando le argomentazioni difensive propugnate dal legale.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it