domenica 27 maggio 2018
Flash news:   L’area archeologica di vicolo San Giovanniello nel degrado, la denuncia del presidente della Pro Loco Labate e dell’ex delegato Barbarisi Riaperta dopo sei anni via Orto dei Preti. Il sindaco: “mantenuto l’impegno preso in campagna elettorale. Per la riqualificazione di Palazzo Caracciolo puntiamo sui fondi dell’Area Vasta”. FOTO Nigeriano semina il terrore, denunciato dai Carabinieri per furto e danneggiamento Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, il via al dibattimento con la deposizione dell’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “Siamo molto fiduciosi, il verdetto a tutela degli atripaldesi arriverà” Non approvano il Rendiconto 2017, il prefetto di Avellino diffida 62 consigli comunali tra cui Atripalda Prosciolto l’ex comandante dei vigili di Atripalda Salsano La Soprintendenza non ha i fondi e a salvare Abellinum dal degrado ci pensano i volontari della Pro Loco. FOTO Autovelox sulla Variante, Sinistra Italiana Atripalda critica le due Amministrazioni Spagnuolo: “finora spesi 100mila euro con entrate pari a zero” La città si stringe attorno a Santa Rita e aspetta “il miracolo”. FOTO Il Circolo di Atripalda ritorna alla Novecolli

Corteo e deposizione corona al Monumento ai Caduti per celebrare la Festa delle Forze Armate

Pubblicato in data: 6/11/2017 alle ore:21:37 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Festa dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate  sabato scorso con corteo e deposizione della corona al Monumento ai Caduti.
Ad organizzare l’appuntamento di commemorazione l’Associazione Nazionale Combattenti, Reduci e Simpatizzanti, sezione “A. Lombardi” di Atripalda.
Il corteo, che ha preso il via dalla sede dell’associazione in contrada Santissimo, ha raggiunto il Monumento ai Caduti di piazza Umberto, dove è stata deposta una corona di alloro. Dietro la corona il gonfalone del Comune di Atripalda e la banda musicale.
Con gli ex combattenti in testa le Istituzioni e le autorità civili, militari e religiose con il vicesindaco Anna Nazzaro, il comandante della Polizia Municipale Domenico Giannetta e il comandante dei Carabinieri Costantino Cucciniello.
Il parroco della chiesa del Carmine, Don Ranieri Picone, ha effettuato la benedizione.
Il viceindaco, nel suo intervento, ha ribadito che l’Italia ripudia la guerra e che: “La pace si costruisce con i comportamenti quotidiani Siamo tutti fabbricanti di pace. Difendiamo la dignità delle persone aiutiamo chi è in difficoltà. Accresciamo le nostre conoscenze per contribuire a formare una società migliore rispetto a quella che ci hanno lasciato i nostri padri”. Ha elogiato l’operato delle forze dell’ordine che con il loro impegno civile “aiutano a tenere saldi gli ideali di una volta in tempo di pace”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Ma la fascia tricolore la doveva indossare Gerardo Iannaccone, vero Sindaco.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it