alpadesa
  
Flash news:   Troisi si dimette da assessore e consigliere comunale, nota del sindaco e del capogruppo di maggioranza Politiche 2018, martedì il governatore De Luca in città per le elezioni del 4 marzo Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Addio all’edicolante Carmelina Visone, il ricordo di Lello La Sala Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili”

Partiti i lavori di messa in sicurezza di palazzo Caracciolo

Pubblicato in data: 18/11/2017 alle ore:08:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Partiti i lavori di messa in sicurezza di palazzo Caracciolo. Ultimato l’intervento di restauro della facciata di Palazzo Civico, l’impresa aggiudicatrice ha cominciato a montare l’impalcatura che dovrà servire per mettere in sicurezza lo storico edificio.
L’intervento, finanziato dalla Cassa depositi e prestiti per l’importo complessivo di € 180.000,00, fondi recuperati dalla precedente amministrazione per consentire di riaprire la vicinale Orto dei Preti, chiusa dalla nevica del 2012, che ha creato non pochi disagi ai residenti.
«Abbiamo acquisito l’autorizzazione dal Genio civile e ora l’impresa esecutrice ha avviato i lavori – spiega il sindaco Geppino Spagnuolo – cercando di realizzare in tempi brevi quel lavoro di messa in sicurezza in modo da poter poi procedere in modo celere alla riapertura della strada. Speriamo così di risolvere a breve questa problematica». Sui tempi il primo cittadino chiarisce: «sono lavori da farsi in esterno e purtroppo con questo tempo non si ha una certezza. Sono lavori che richiedono comunque una sessantina di giorni. Speriamo che non subiscano un ritardo legato alle condizioni climatiche».
A realizzare i lavori di restauro della facciata del Palazzo Civico e quelli ora di messa in sicurezza di Palazzo Caracciolo è la ditta Samo Costruzioni di Ospedaletto d’Alpinolo che ha effettuato un ribasso del 27,89% sull’importo dei lavori a base di gara pari a € 129.571,19. A conclusione dell’intervento e a collaudo avvenuto si potrà procedere  alla riapertura della comunale Orto dei Preti, chiusa a seguito di ordinanza sindacale a causa della nevicata del  marzo 2012 che portò alla rottura di un ramo di uno dei due cedri monumentali che si trovano nei giardini della nobile dimora che provocò il crollo di una parte della copertura in tegole. L’intervento di messa in sicurezza avverrà attraverso l’imbracatura di alcune quinte murarie con placche e tiranti.
L’edificio dispone di giardini retrostanti ornati da piante rare, alcune anche del ‘600, e da due cedri che risultano annoverati nell’elenco degl’alberi monumentali d’Italia.
La proprietà dell’immobile, è quasi in toto del Comune a seguito di donazione avvenuta anni fa da parte dei numerosi eredi: manca ancora la quota del 4,5% della proprietà.
La sfida che ora attende la nuova Amministrazione, dopo la messa in sicurezza, sarà quella di riuscire a intercettare canali di finanziamento europei per ridare nuova vita all’edificio da troppo tempo abbandonato e fatiscente, destinandole alle opere di restauro e di consolidamento strutturale dell’immobile.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Soldi buttati.
    Che peccato.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it