Flash news:   Cgil, Maurizio Landini nuovo segretario generale Affidata la verifica di vulnerabilità sismica, la progettazione definitiva ed esecutiva per i lavori di ristrutturazione della scuola elementare “Mazzetti”. Interventi e determine per altri plessi La Sidigas Avellino cede al Banvit per 96-88 Lino Banfi nella commissione Unesco per l’Italia nominato da Di Maio Reddito di cittadinanza e Quota 100 per le pensioni, le novità del decreto del Governo Conte Abuso di alcol durante la movida, allarme per i minori Ermete Green Volley Marcello il derby è tuo: stesa la Wessica Avellino 3 a 0 Stasera la proiezione del cortometraggio “Andare” dà il via alla cine-rassegna “Agguattiti” La bellezza dello Specus Martyrum e di Abellinum in mondovisione su Rai 1. Foto “Per un pugno di Libri”, gli alunni del liceo “De Caprariis” hanno vinto la puntata su Rai3

“Quid est veritas”, a Roma il libro del giudice Zarrella. FOTO

Pubblicato in data: 20/12/2017 alle ore:14:53 • Categoria: CulturaStampa Articolo

“Quid Est Veritas” il libro del magistrato Matteo Claudio Zarrella è stato presentato giorni fa a Roma.
Una riflessione del presidente del Tribunale di Lagonegro sul processo a Gesù.
All’appunamento presenti con l’autore i sindaci di Atripalda, Geppino Spagnuolo e quello di Mercogliano Massimiliano Carullo.
Proprio nella cittadina del Sabato la Via Crucis del Venerdì Santo organizzata ogni anno dalla Pro Loco atripaldese si rifà al libro del magistrato.
La rievocazione della Passione di Cristo, grazie al libro di Zarrella e all’interpretazione del Clan H, è divenuta una delle più note in ambito provinciale e regionale.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Statistiche Mercoglianonews.it