domenica 23 settembre 2018
Flash news:   Gran finale questa sera nel centro storico per la XIXesima edizione di “Giullarte” Atripalda di nuovo al centro di un caso di allontanamento, “Chi l’ha Visto?” sulle tracce di Francesco Pio Stasera “la Festa dei Folli” a Giullarte, ieri il taglio del nastro. FOTO Festeggiamenti San Sabino, in migliaia al concerto di Masini. Tantissimi fedeli alla messa e processione per il Patrono. FOTO “La Bodeguita de Ana” recensita da il Giornale Provincia, si vota per il rinnovo il 31 ottobre Giullarte 2018, stasera il taglio del nastro. La delegata agli Eventi Antonella Gambale: “l’edizione numero 19 sarà un vero e proprio anno zero, l’anno della completa maturità“ Bando per il servizio civile presso la Misericordia di Atripalda: 13 posti disponibili Memorial “Un pezzo di storia del Calcio Atripaldese” venerdì 28 settembre Distretto Sanitario, sottoscritto il protocollo per la realizzazione della nuova sede di Atripalda

Sosta a pagamento in centro, opposizione critica. L’ex assessore Landi: «vivono di rendita sul nostro operato»

Pubblicato in data: 31/12/2017 alle ore:13:16 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

«Ringrazio il delegato Musto per aver sottolineato nella sua intervista quanto di buono ha programmato e poi effettuato la precedente amministrazione in tema di sosta a pagamento ma non può assumersene alcuna paternità. Vivono di rendita sul nostro operato».
Parte da qui l’affondo dell’ex assessore al Bilancio e Patrimonio Mimmo Landi, oggi consigliere di minoranza del gruppo “Noi Atripalda”. «Ad accezione del primo quarto d’ora gratuito il resto è tutto frutto del lavoro da noi effettuato – incalza  Landi -. E se come il delegato dice questo esperimento dei primi quindici minuti non comporta eccessive perdite nelle casse dell’ente, lo sposiamo anche noi con favore. L’importante è che Musto specifichi bene i dati, visto che le sue affermazioni sono contraddittorie tra quanto dichiarato in Consiglio comunale e ciò che dichiara nell’intervista».
L’opposizione di “Noi Atripalda” contesta la decisione della maggioranza guidata dal sindaco Geppino Spagnuolo di revocare la scelta, operata dalla precedente amministrazione guidata da Paolo Spagnuolo, di affidare in concessione il servizio di controllo della sosta a pagamento a cooperative sociali esterne, occupandosene direttamente attraverso l’emanazione di un bando per l’assunzione a tempo determinato di quattro ausiliari al traffico che andranno a prendere il posto dei 4 vigili utilizzati dalla cooperativa “Oltre l’orizzonte”.
«Siamo contrari perché è come un atto simulato: si scrive una cosa ma la finalità è un’altra, reintrodurre i  vigili a tempo determinato, già introdotte dalla precedente amministrazione. Ma non poteva essere scritto così perché allora fu contestato proprio da loro che stavano all’opposizione. Siamo estremamente convinti, e i risultati lo dimostrato, de l’ottimo lavoro svolto da chi attualmente gestisce il controllo della sosta a pagamento, persone che con sacrificio e abnegazione hanno collaborato al raggiungimento dei risultati ottenuti. Pertanto la scelta dell’amministrazione di provvedere  ad assunzioni temporanee a carico dell’ente senza alcuna pianificazione ci lascia alquanto perplessi. In particolar modo con la previsione dell’allargamento delle zone interessate dalla sosta a pagamento riteniamo improbabile che in due ore si possa controllare tutto il territorio da via Pianodardine alla traversa De Caprariis di via Appia».
Landi entra anche nello specifico del bando preannunciato in Consiglio dal delegato Musto: «non ci hanno spiegato per quanto tempo possono utilizzare queste assunzioni visto che la legge non consente un utilizzo prolungato  degli stagionali. Come si pensa poi di avere un servizio efficiente se all’attività di controllo della strisce blu detti ausiliari dovranno occuparsi anche della vigilanza e delle violazioni al codice della strada e per quante ore al giorno svolgeranno tale funzione? Ricordiamo che a parità di ore lavorate un contratto di assunzione in un ente pubblico è molto più oneroso rispetto alle agevolazioni assunzionali che possono avere aziende private. Ribadiamo perciò la nostra contrarietà alla nuova formula che l’attuale amministrazione ha intenzione di utilizzare annullando in toto sia quanto deliberato all’inizio del 2017 che il bando già scrupolosamente e attentamente predisposto dal capitano Domenico Giannetta del Comando di polizia municipale».

 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 Risposte »

  1. Per come è stata ed è gestita la sosta a pagamento ad Atripalda, fa ridere.

  2. però caro ex ass,non potete ripetere sempre la stessa solita lotania,che vivono di cose pregresse fatte solo da voi,il dato vero è.che loro sono usciti vincitori dalle elezioni,e tu e la tua lista sconfitti,se fossi in tè mi preoccuperei de leggere questo risultato.ma tu non tieni tempo cosi come sei impegnato in politica. .

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it