Flash news:   Rissa in palestra, il comune avvia procedimento amministrativo e diffida sull’utilizzo a porte aperte. Botta e risposta tra sindaco ed ex primo cittadino Promessa di matrimonio sposi Morrongiello-Picariello, auguri Elezioni Rsu al Comune, vince la Cgil. La soddisfazione del responsabile Valter Ventola Il Circolo si fa in tre tra Lazio, Campania e Sicilia Bilancio di Previsione 2018, il Prefetto diffida il Comune e l’opposizione di “Noi Atripalda” attacca l’Amministrazione sull’aumento della Tari con un manifesto Dieci anni dopo l’Half Marathon domani torna “l’Irpinia corre”, il sindaco: “occasione di promozione del nostro territorio e di aggregazione per i giovani” Via libera dall’Anas all’installazione dell’autovelox sulla Variante: sarà spostato di 150 metri più avanti. Parla l’assessore Musto Conclusa la potatura dei platani parla la delegata Anna De Venezia: “abbiamo scelto la salute degli alberi realizzando una potatura più leggera” Mancanza del certificato di agibilità per pubblico spettacolo e dell’autorizzazione del sindaco, scoppia il caso della palestra “Adamo” dopo la lite di sabato e la denuncia dei Carabinieri. Il sindaco: “Stiamo percorrendo l’iter per far acquisire alla struttura i requisiti necessari” Atripalda Volleyball, per la serie D sfuma il sogno promozione: passa il San Marzano

Addio a Tommaso Strumolo, amministratore e leader cittadino della Dc. Il ricordo dell’ex sindaco Gerardo Capaldo

Pubblicato in data: 9/2/2018 alle ore:05:12 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Amava Atripalda e la politica, le sue due grandi passioni. Leader cittadino della Democrazia Cristiana e per decenni assessore della città negli anni ‘70 e ‘80 con le amministrazioni guidate da Gerardo Capaldo si è spento all’età di 90 anni, Tommaso Strumolo. Un amore per la politica tramandata al figlio Attilio, coordinatore cittadino di “Forza Italia”, già consigliere comunale con il cugino Massimiliano. Nel ‘53 il fatidico incontro con Ciriaco De Mita e la condivisione delle battaglie della Sinistra di base. Poi un lunghissimo sodalizio con l’onorevole Giuseppe Gargani. Il suo unico fine era dare un contributo alla città senza cullare mai ambizioni e incarichi più alti, nonostante il grande consenso elettorale che raccoglieva.
«Se ne va un pezzo di storia amministrativa e politica che ha contribuito in maniera efficace alla vita cittadina. Una perdita di personalità molto forte e distinta – lo ricorda così l’ex sindaco Gerardo Capaldo -. Abbiamo lavorato tanti anni insieme nell’amministrazione, tra noi c’è stato anche un rapporto forte di amicizia personale. Ricordo il suo impegno nell’amministrazione al tempo del terremoto e dopo. Allora Strumolo era assessore molto attivo rispetto a varie problematiche che si presentavano». Un sodalizio iniziato nel ‘66 e durato fino al’89 dell’amministrazione guidata da Capaldo. «Poi la collaborazione più intensa dal ‘75 all’85, che lo ha visto impegnato a tempo pieno e con grande determinazione. Assessore molto capace e determinato, affidabilissimo su tutti gli incarichi e le problematiche di cui si è occupato che sono stati espletati con grande efficacia – conclude -. Era da un po’ di anni fuori dalla politica e non prese parte nel mio secondo ciclo di guida della città dal ‘94 al 2002. Resta un periodo lungo e fecondo».
Lascia la moglie Rosaria Napoletano, i figli Iolanda e Attilio, il genero Sabino Imparato, i nipoti Carlo e Luca, Tommaso e Alfonso, con la madre Zena, il fratello Sabatino e la sorella Adalgisa. I funerali si volgeranno questo pomeriggio nella chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire, alle ore 15.30, partendo dalla casa dell’estinto in via Fiumitello 11.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it